BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTER/ Balotelli multato si scusa, ma non con tutti. Moratti predica calma

Pubblicazione:giovedì 7 gennaio 2010

Balotelli_R375_18dic08.jpg (Foto)

INTER - Mario Balotelli è stato condannato dal giudice sportivo a a pagare 7.000 euro per aver rivolto un applauso provocatorio al pubblico di Verona. L'episodio e' accaduto quando l'attaccante interista e' stato sostituito nel corso della partita contro il Chievo. Il giudice ha inflitto 15.000 euro di multa anche all'Inter perchè un esiguo numero di suoi sostenitori ha rivolto cori razzisti ad un calciatore del Chievo e ha fatto esplodere due petardi nel proprio settore.

 

Balotelli, che al termine della gara contro il chievo aveva detto che tifosi di Verona gli fanno «sempre più schifo», è tronato a parlare attraverso il suo sito ufficiale, scusandosi "parzialmente". «Non mi scuso con chi mi ha insultato - ha spiegato Balotelli -, ma con quella parte di pubblico che non c'entrava niente e che ho offeso esprimendomi male perchè esasperato dai "buu" durante la partita e mentre uscivo dal campo». 

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
07/01/2010 - Balotelli – Tosi : 3 a 0 (Giuseppe Crippa)

Trovo esagerata la multa comminata a Balotelli per l’applauso ironico rivolto al pubblico scaligero, mentre la sua reazione, così come presentata nel suo sito, mi sembra del tutto condivisibile ed indicativa di una maturità che quasi nessuno riconosce a questo ragazzo. Non scusarsi di fronte a dei beceri razzisti è un gesto coraggioso tanto quanto riconoscere che il pubblico veronese non è tutto così. Deprimente invece la dichiarazione del sindaco leghista Tosi: "Balotelli e' un ragazzino immaturo e presuntuoso.I veri campioni sono tali quando sono anche umili e hanno buon senso. Balotelli non possiede queste caratteristiche. Prendersela poi con il pubblico del Chievo, tra i piu' corretti d'Italia, e' paradossale. Povero Balotelli non sara' mai un campione". Tosi ha mostrato, nel giro di poche parole, di: 1 – Non saper distinguere tra spettatori normali e cretini razzisti. 2 – Non saper comprendere l’amarezza di un ragazzo continuamente insultato. 3 – Non capire che Mario è un potenziale campione che tale si confermerà. Lo vedrei bene in panchina con Mourinho.