BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JUVENTUS/ Zaccheroni rimandato, ma perché fischiarlo?

delpiero_puniz-_phixr.jpg (Foto)

Il passato non conta: anche Capello aveva allenato il Milan e la Roma, storiche rivali di quegli anni. Zaccheroni è una persona seria che, attraverso il dialogo, può riportare la giusta serenità nella rosa; non può, però, certo pagare le colpe, che ormai si perpetuano da anni, della dirigenza. Chi ama la Juventus, quindi, deve continuare ad incitare i propri beniamini, poi a fine campionato si tireranno le somme e magari anche la proprietà deciderà di porre fine alla gestione fallimentare di Blanc e soci. Non ha alcun senso ricercare continue squalifiche o sanzioni (l’ultima è in arrivo per il lancio di una bottiglietta al pullman della Lazio) per colpire la società. Qualcosa sta, però, cambiando: con Zaccheroni o con Benitez (oggi una delegazione è a Londra) sfuma l’ipotesi di un ritorno di Lippi come direttore tecnico e di conseguenza John Elkann potrebbe ridimensionare anche il triplice ruolo di Blanc, che come si sapeva aveva costruito un progetto a partire dal ritorno del Ct azzurro. Se non arriva Lippi (Zaccheroni, Benitez o qualsiasi tecnico di peso non accetterebbero di allenare con l’ombra di un tale direttore tecnico), anche Blanc può tornare a fare il semplice amministratore e a curare la costruzione dello stadio.

 

(Luciano Zanardini)

© Riproduzione Riservata.