BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

NAPOLI INTER/ Bigon ammette «Nessun complotto contro di noi», Lavezzi intanto…

L’attaccante argentino potrebbe tornare a giocare contro i nerazzurri

delaurentiis_bigon_mazzarri_R375x255_13ott.jpg(Foto)

NAPOLI – Il direttore sportivo Riccardo Bigon fa un passo indietro e dopo le dichiarazioni nei confronti dell’arbitro Damato in seguito ai fattacci di Udine, tende la mano ai direttori di gara: «Non ci sono piani per impedire la nostra crescita – ha spiegato ieri il ds, inibito per la sfida con l’Inter - Conosco Collina e Nicchi, sono professionisti e lavorano in maniera ineccepibile. Restano gli episodi negativi, che ci hanno condizionato. Non so quanti punti ci abbiamo rimesso: tre, cinque, sei, ma sono figli di un appannamento di forma del direttore di gara di quella circostanza. Chiedo scusa a Damato, ma non sono un maleducato. Ho letto che la panchina dell’Inter è la più squalificata d’Italia, io sono alla prima volta. Ho sbagliato i toni: Mourinho, che ha autorevolezza e prestigio guadagnati sul campo, merita una considerazione maggiore».

Questione definitivamente chiusa, forse, intanto 14 parlamentari divisi fra maggioranza e opposizione hanno sollecitato i vertici di Figc, Lega Calcio, Collina, e pure l’Osservatorio «a tutelare il Napoli, perché, visto le ripetute decisioni, arbitrali, non ci si può aggrappare solo alla casualità».