BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CHAMPIONS LEAGUE/ Milan-Manchester, è la notte dei diavoli: Leo vs Ferguson, rivincita senza Kakà e Ronaldo

Questa sera la sfida di Champions League tra la formazione italiana e quella inglese

milan_gruppo_gioia_R375_20nov09.jpg(Foto)

CHAMPIONS LEAGUE - L'attesa è ormai finita, dopo tante (troppe) parole, questa sera Milan e Manchester United si sfideranno nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. Lo stadio San Siro sarà stracolmo, i tifosi rossoneri hanno risposto alla grande a questa serata di grande calcio, daltronde i rossoneri in Europa non hanno quasi mai fallito i grandi match. E' la notte dei diavoli dicevamo, quello italiano guidato da Leonardo, primo anno in Champions League da tecnico del Milan. Il brasiliano vuole la consacrazione a livello europeo, dopo aver battuto il Real al Bernabeu, cerca un'altra grande vittoria europea.

Ha già caricato i vari Ronaldinho e Pato, sa che da loro dovrà attendersi la grande serata, ha responsabilizzato Huntelaar, attaccante olandese rinato dopo la doppietta contro l'Udinese. Dall'altra parte troverà Sir Alex Ferguson che in questi giorni è sembrato essere molto sicuro, pungente, con il dente avvelenato, forse con il pensiero, o meglio  con l'ossessione di poter vendicare quel famoso tre a zero del 2007, nella gara di ritorno della semifinale di Champions League. Allora c'era un grande Kakà a trascinare il Milan, proprio quel giocatore invocato in questi giorni dal manager scozzese, convinto nel ritrovarsi una squadra, quella rossonera, sicuramente indebolita per la perdita dell'attuale giocatore del Real Madrid.