BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Berlusconi «Il Milan ha tutto per vincere, se lo facessero giocare bene...». Leonardo al capolinea?

berlusconi_dito%20suR375.jpg (Foto)

Milan, via tutti i brasiliani, Pato compreso?

Il futuro del Milan in caso di mancata qualificazione in Champions League potrebbe essere più nero che rosso. Il patron del Diavolo Berlusconi starebbe pensando ad una seria rivoluzione qualora la stagione attuale finisse in maniera fallimentare. Il primo ad essere messo in discussione sarebbe il tecnico Leonardo, “colpevole” di alcune scelte tecnico-tattiche sbagliate, una sua tutte, l’esclusione di Abbiati in favore di Dida. La fiducia in Leonardo sembra non essere più monolitica tanto che il premier a duna cena ieri sera con alcuni senatori avrebbe dichiarato: "Anche quest'anno il Milan ha tutto per vincere, se lo facessero giocare bene...".

 

Attenzione poi ai molti big che potrebbero fare le valigie e che cederebbero alle avance dei corteggiatori europei. In cima alla lista vi è Pato per cui Chelsea e Real Madrid farebbero follie. Da non dimenticare, poi, il deprezzamento del cartellino del suddetto, sulla falsa riga di quanto accadde alla Juventus nella famosa estate del 2006, costretta a svendere alcuni dei suoi gioielli.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA QUI SOTTO

 


COMMENTI
18/02/2010 - condivido....a metà (daniele maccioni)

Sono d'accordo col presidente nel non capire l'ostinazione di far giocare Dida. Sono anni che Dida ci fa perdere partite incredibili, ed inoltre infonde a tutta la difesa una insicurezza totale. D'altro canto però il milan ha anche bisogno di un vero centravanti, Borriello è bravo ma in due anni ha giocati 15 partite, è sempre in infermeria, e Hunteelar è veramente scarso. Per fare una squadra vincente, non si può prescindere dal portiere e dal centravanti, vi ricordate l'Inter degli scorsi anni poco gioco ma saracinesca in porta e Ibrahimovic davanti.

 
18/02/2010 - Io la vedo così (Antonio Ferri)

Aspettiamo conferma delle dichiarazioni riportate ma se sono vere mi vien da dire quanto segue: Per giocar bene e vincere ci vogliono giocatori veri ed il Milan non ne ha più ormai da alcuni anni, gli ultimi successi ottenuti sono il frutto di prodezze di un calciatore che non c'è più o di calciatori ormai ex. Per fare grandi squadre ci vogliono dirigenti capaci ed il Milan non ne ha e non ne ha mai avuti. Galliani e soci hanno potuto disporre in passato del portafoglio di Berlusconi che ha speso e speso perchè il Milan era funzionale ai suoi interessi e cioè, notorietà, diretta televisiva, calcio a Mediaset, ecc. Il resto sono chiacchere buone solo per offuscare la ragione dei tifosi che da sempre sono gli unici che nel calcio mettono quattrini mentre tutti gli altri con il calcio si arricchiscono. Saluti