BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Berlusconi «Il Milan ha tutto per vincere, se lo facessero giocare bene...». Leonardo al capolinea?

Pubblicazione:giovedì 18 febbraio 2010

berlusconi_dito%20suR375.jpg (Foto)

Anche Ronaldinho potrebbe fare le valigie, tentato dal ritorno in Brasile o dal Manchester City, qualora il club di Mancini dovesse raggiungere la Champions.

 

Infine lascerebbe Milano anche Inzaghi, voglioso di battere Gerd Muller nella classifica dei bomber europei, nonché Pirlo e Seedorf. Questi ultimi potrebbero riabbracciare il proprio ex tecnico Carlo Ancelotti in quel di Londra. Un’ipotesi, quella dello “smobilitamento”, naturalmente remota, ma comunque da tenere in considerazione. Il Milan è riuscito a trattenere tutti i proprio campioni due anni fa, ma la storia potrebbe non ripetersi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
18/02/2010 - condivido....a metà (daniele maccioni)

Sono d'accordo col presidente nel non capire l'ostinazione di far giocare Dida. Sono anni che Dida ci fa perdere partite incredibili, ed inoltre infonde a tutta la difesa una insicurezza totale. D'altro canto però il milan ha anche bisogno di un vero centravanti, Borriello è bravo ma in due anni ha giocati 15 partite, è sempre in infermeria, e Hunteelar è veramente scarso. Per fare una squadra vincente, non si può prescindere dal portiere e dal centravanti, vi ricordate l'Inter degli scorsi anni poco gioco ma saracinesca in porta e Ibrahimovic davanti.

 
18/02/2010 - Io la vedo così (Antonio Ferri)

Aspettiamo conferma delle dichiarazioni riportate ma se sono vere mi vien da dire quanto segue: Per giocar bene e vincere ci vogliono giocatori veri ed il Milan non ne ha più ormai da alcuni anni, gli ultimi successi ottenuti sono il frutto di prodezze di un calciatore che non c'è più o di calciatori ormai ex. Per fare grandi squadre ci vogliono dirigenti capaci ed il Milan non ne ha e non ne ha mai avuti. Galliani e soci hanno potuto disporre in passato del portafoglio di Berlusconi che ha speso e speso perchè il Milan era funzionale ai suoi interessi e cioè, notorietà, diretta televisiva, calcio a Mediaset, ecc. Il resto sono chiacchere buone solo per offuscare la ragione dei tifosi che da sempre sono gli unici che nel calcio mettono quattrini mentre tutti gli altri con il calcio si arricchiscono. Saluti