BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EUROPA LEAGUE/ Panathinaikos - Roma: beffa nel finale. Ranieri: «Poca concentrazione»

Pubblicazione:

vucinic_gioia_R375x255_18feb10.jpg

EUROPA LEAGUE PANATHINAIKOS ROMA - La notte ateniese della truppa romana si è conclusa con una battaglia sfortunata e avara di gloria per i soldati di mister Ranieri, rimontati da Cissè e compagni, nonostante un bel primo tempo e il momentaneo vantaggio. Il Panathinikos è riuscito a interrompere la striscia positiva giallorossa che durava da ottobre, infrangendo anche l'imbattibilità dei capitolini in terra greca. Tutto in un colpo solo e nel clima rovente dell'Oaka Stadium dove 60mila voci (tra cui un migliaio romaniste) hanno ribadito che il fattore campo non è cosa da poco.

 

Non è bastato il gol da cineteca di Mirko Vucinic che, a metà del primo tempo, ha confezionato un tiro dalla distanza scagliato sotto l'incrocio dei pali. Il montenegrino, un vero cecchino di qualità, ha realizzato l'ennesima rete pesantissima che, per tanti minuti, ha tenuto alte le speranze e l'ottimismo romano.Poi il pareggio greco, minuti di sofferenza e frangiflutti fino ad arrivare al blackout. Sì, un concitato scampolo di gara che ha ricordato la clamorosa rimonta subita a Cagliari qualche settimana fa. Altro calcio d'angolo del Panathinaikos, altro gol, poi il pareggio di Pizarro su rigore e, dulcis in fundo, lo stacco di testa di Cissè, fino a quel momento mai visto né sentito.


CONTINUA LA LETTURA CLICCANDO QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >