BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA TORINO/ Camolese e l’addio di Cairo: «Il futuro? Tanti soldi o investire sui giovani»

L’ex tecnico del Torino commenta la decisione di Urbano Cairo di vendere la società granata

cairo_R375x255_23mar09.jpg (Foto)

ESCLUSIVA TORINO – Il presidente del Torino Urbano Cairo ha deciso di mettere in vendita la società granata. Troppa la delusione derivante dai mancati traguardi sportivi e nel contempo troppo alti i costi del calcio moderno. Una scelta che arriva come un fulmine a ciel sereno e che viene commentata in esclusiva per Ilsussidiario.net dall’ex allenatore dei granata Giancarlo Camolese.

Camolese, cosa ne pensa dell’annuncio del presidente Cairo di voler vendere il Torino?

Sono sicuramente delle scelte personali che il presidente Cairo avrà ponderato. Solo lui conosce le motivazioni e il perché di questa scelta.

Urbano Cairo ha detto di aver sbagliato approccio all’inizio puntando su giocatori affermati, secondo lei dove ha sbagliato?

È molto difficile dire dove una persona sbaglia o meno perché costruire una squadra di calcio è molto complicato. Cairo aveva varie possibilità da prendere in considerazione e ha deciso di optare per quella strada ma è chiaro che siamo degli umani e non delle macchine, e quindi è possibile sbagliare. Capita di fare delle scelte che poi, in futuro, potrebbero rivelarsi sbagliate.

Sembra che nell’addio abbia pesato molto l’atteggiamento dei tifosi…

Ci sono dei momenti nel calcio in cui le cose girano tutte per il verso sbagliato e la gente manifesta il proprio dissenso. In questi momenti però a volte bisogna tenere duro, anche se le cose non vanno come ci si poteva aspettare.