BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Roma Panathinaikos/ Video, l'onda dei 7000 greci e la Sud che non si arrende

La serata dell'olimpico ha riservato grande spettacolo sugli spalti, da entrambe le parti. Ecco la cronaca dei momenti più avvincenti

tifosi_roma_curvasud_R375x255_26feb10.jpg (Foto)

EUROPA LEAGUE - ROMA PANATHINAIKOS - La partita, si sa, è andata come è andata. E uno dei dispiaceri per il triste epilogo è sicuramente nei confronti degli oltre 50 mila tifosi che hanno superato parecchi ostacoli tra un orario improbabile (ore 19),  il traffico cittadino e la comodità di tv e divano. Il tutto per sostenere la Roma nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale.

 

Il vero spettacolo della serata si è infatti consumato sugli spalti. Già da alcune ore prima del match, le strade intorno allo stadio erano gremite di tifosi: tante le facce e le sciarpe greche che, senza problemi, circolavano nei dintorni dell'Olimpico in un'atmosfera di cordialità e allegria. Dentro l'Olimpico l'atmosfera era da Champions: tribune, curve, distinti e settore ospiti,un colpo d'occhio impressionante accompagnato da un entusiasmo pronto a dilagare. 

 

I greci, accorsi in oltre 7000, sono stati sistemati nei Distinti e in una parte di Curva Nord. Tanti, colorati ma soprattutto "sincronizzati", da subito hanno cominciato a farsi sentire con cori, battiti di mani e tanto colore. Dall'altra parte c'era una Sud vestita a festa, piena e pronta a sostenere i giallorossi. Tra le due tifoserie nessun rancore, anzi un tacito gemellaggio che ha riservato momenti di sportività e goliardia durante la serata. Pensiamo, ad esempio, ad alcuni cori anti-laziali partiti dal settore ospiti del Panathinaikos e cantati (all'unisono) in italiano. Lo stadio non ci ha pensato due volte e ha applaudito con grande calore la "galanteria" dei greci.

 

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA