BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA/ Inter - Cagliari, Matteoli: da giocatore sfornavo assist ora talenti

cordoba_jeda_R375x255_5feb10.jpg (Foto)

Anche qui ho passato anni importanti della mia carriera di giocatore. E ho raggiunto traguardi molto prestigiosi.

 

Lei è stato un grande regista. Chi è il suo erede?

Forse Pizarro della Roma. E’ quello che mi assomiglia di più.

Chi è il migliore in Italia?

Sicuramente Pirlo, è quello che interpreta meglio questo ruolo.

 

Un ruolo quello di regista che si sta rivalutando…

Ha avuto sempre grande importanza. Non ha mai smesso di essere decisivo nella creazione di una squadra.

 

All’estero chi le piace?

Xavi del Barcellona è molto forte, straordinario direi.

 

Intanto lei è responsabile del settore giovanile del Cagliari...

Sì, sono contento di questo lavoro che mi sta dando tante soddisfazioni. Ho imparato molto dal mio talent scout Mino Favini che mi scoprì al Como. E’ anche merito suo se sono arrivato a questi livelli.

 

Il segreto del vivaio del Cagliari?

Scegliere ragazzi che provengono solo dalla Sardegna e puntare quindi su elementi di questa regione.

 

E a livello tecnico?

Non guardiamo mai se un ragazzo ha un fisico eccezionale. Quello che conta è che abbia delle buone doti tecniche. Per questo il lavoro che facciamo è quasi tutto sul pallone. Non a caso il miglior giocatore del momento al mondo è Messi. E Maradona è stato il migliore di sempre. Due giocatori non dotati certo di una statura eccezionale!

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.