BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA FIORENTINA ROMA/ De Sisti: il mio cuore diviso tra Roma e Firenze

ranieri_roma_R375x255_27gen10.jpg(Foto)

E' un match molto difficile. Il Bayern è compagine storicamente molto ostica, ma la Fiorentina ha tutte le carte da giocarsi per la qualificazione. Forse l’unico problema sarà l’assenza di Mutu.

 

Jovetic può diventare grande?

Jovetic ha dei numeri incredibili. Se saprà mantenere le promesse e acquistare continuità, potrebbe anche diventare un fuoriclasse del calcio mondiale.

 

E Montolivo?

Montolivo è molto migliorato. Sa dare personalità alla squadra. Speriamo che ripeta le imprese che io e Antognoni abbiamo fatto con la Fiorentina.

 

La Roma invece può vincere l’Europa League?

Non mi meraviglierei. Se mantiene la forma attuale può arrivare certamente a vincere questo trofeo

 

C’è sempre Totti…

Totti ha avuto numerosi infortuni, ma è sempre eccezionale.

 

Il suo erede chi è?

Il mio erede era Eraldo Pecci. Non ho visto ultimamente tanti registi simili al gioco che facevo io un tempo.

 

Neanche Xavi?

Xavi è molto più forte quanto non lo fossi io. E poi gioca in una squadra, il Barcellona, dove tutti sanno fare un football meraviglioso.

Lei con la Nazionale ha un ottimo palmares. Campionato europeo nel 1968 e secondo posto nel 1970. Come vede gli azzurri per Sudafrica 2010?

Ripetersi è difficile. Però credo che possiamo arrivare tra le prime quattro. Siamo sempre campioni del mondo in carica.

Parliamo ora di Firenze e Roma, le città dove lei è stato da giocatore. Qual è la più bella?

Tutte e due fantastiche. Firenze è la città del rinascimento. Roma si commenta da sola. Viverci e conoscerle è una cosa che ho avuto la fortuna di fare e che auguro a tutti...

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.