BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA FIORENTINA ROMA/ De Sisti: il mio cuore diviso tra Roma e Firenze

PICCHO DE SISTI,doppio ex, racconta il posticipo tra la lanciatissima Roma e la Fiorentina in crisi di risultati

ranieri_roma_R375x255_27gen10.jpg (Foto)

ROMA FIORENTINA - Per Picchio De Sisti Fiorentina-Roma è la partita del cuore. Lui, nato proprio nella capitale, ha giocato dal 1960 al 1965 alla Roma, per poi andare alla Fiorentina dal 1965 al 1974 dove ha vinto lo scudetto nel 1969. E’ poi tornato nella società giallorossa, dove è rimasto dal 1974 al 1979. Da allenatore poi ha sfiorato lo scudetto con la squadra gigliata, arrivando secondo nella stagione 1981-82. "Picchio" racconta il posticipo in esclusiva per il sussidiario. net.

 

De Sisti c’è Fiorentina – Roma. Per chi tiferà?

E’ la partita del cuore per me. Sono affezionato a tutte e due le squadre. Mi dispiace solo per chi perderà.

 

Un pronostico per questa partita?

E’ una tripla. Può veramente succedere di tutto. La Roma sta giocando molto bene, ma la Fiorentina non può concedersi altri passi falsi se vuole un posto in Champions League.

 

Lei ha vinto l’ultimo scudetto della Fiorentina. L’ha poi sfiorato da allenatore. Cosa manca a questa squadra per vincere il campionato?

Manca ancora qualcosa. Per vincere lo scudetto la Fiorentina deve acquistare giocatori importanti e fare così un salto di qualità decisivo.

 

E alla Roma cosa manca?

La Roma è straordinaria. Certo che con questa Inter non è molto facile…

 

Ci sono speranze per queste due società in futuro?

Perché no? Bisogna colmare il gap che c’è con l’Inter. Ma la stessa Inter non può vincere sempre. Può capitare la stagione in cui vince un altro club, a quel punto Roma e Fiorentina dovranno approfittarne.

 

Un giudizio su questa Fiorentina?

Direi buonissimo. Negli ultimi anni ha conquistato l’accesso in Champions League e ha fatto molto bene in questa competizione europea eliminando il Liverpool.

 

Quindi ci sono speranze per la sfida contro il Bayern?

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA QUI SOTTO