BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE PAGELLE/ Livorno - Juventus (1-1): le pagelle dei bianconeri

Pubblicazione:domenica 7 febbraio 2010

zaccheroni_juve_R375x255_31gen10.jpg (Foto)

 

Candreva 6 ritorna a Livorno da ex, intraprendente e volenteroso, ma soffre la crisi dell’intero reparto, stretto nella morsa dei “cani” sguinzagliati dal buon Cosmi, vedi Pulzetti e Filippini sempre pronti al sacrificio e a disturbare la manovra avversaria.

 

Melo 5,5 un primo tempo niente male per il brasiliano, rinvigorito dalla cura Zac, ma ancora troppo lontano dal giocatore che si era messo in mostra a Firenze guadagnandosi la nazionale con una facilita disarmante. Ci pensa da solo a complicarsi la vita espulso al 37 minuto della ripresa, per il resto non è un regista ed è inutile pure redarguirlo per compiti non suoi.

 

Diego 6 non lo si vede quasi mai tra le linee, in costante ricerca di una collocazione tattica che ancora non ha. Svaria un po' a sinistra un po' a destra a raccattare palloni da fornire alle punte. Grande volontà e senso di sacrifico almeno su questo non gli si può rimproverare nulla.

 

Del Piero 5 lo si vede solo su un paio di punizioni, per il resto nulla o quasi. Assolutamente inconsistente, figlio anche di una preparazione fisica non ottimale, e di schemi e trame di gioco che ancora faticano ad entrare nei meccanismi Juve. Non è l’unico problema ma è uno dei problemi.

 

Amauri 5,5 Abbandonato al suo destino, è sempre avulso dal gioco, non riesce a dare una sua impronta al match, paga la totale assenza di una trama di gioco e gli scarsi inserimenti dei centrocampisti, destinato sempre al lavoro sporco.

 

Zebina 6 entra al 5 minuto della ripresa e sostituisce uno scialbo Cannavaro.

 

De Ceglie SV sostituisce Grosso al 30 della ripresa

 

Giandonato SV subentra a Del Piero al 38 minuto della ripresa

 

(Mario Lorenzo Passiatore)


CLICCA E GUARDA LA SINTESI E I GOL DI LIVORNO JUVENTUS



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.