BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA CICLISMO/ Bugno: Ballerini perdita incolmabile. Contador sarà leader, Armstrong è ora che si ritiri...

bugno_r375_9feb10(1).jpg (Foto)

 

Il Tour invece?

Il solito Tour che ogni anno ci presentano. Nella tradizione e nella storia di questa grande corsa.

 

Come vede gli italiani invece nelle classiche?

L’anno scorso non ne abbiamo vinto neanche una. Speriamo in Pozzato, un corridore di sicuro valore.


Un giudizio sul campione del mondo 2009, l’australiano Evans?

E’ un corridore molto forte nelle gare di un giorno. Può comunque dire la sua anche nelle corse a tappe.

 

Com’è cambiato il ciclismo dai suoi tempi ad oggi?

E’ molto cambiato. Ha acquistato ancora più importanza. A livello mediatico poi c’è stata un’ulteriore crescita.


Forse nelle corse a tappe si sente l’assenza di personaggi come lei e Chiappucci?

Abbiamo fatto molto bene. Adesso aspettiamo che vengano fuori i giovani.

 

E Pantani. Come giudica la sua storia?

E’ andata così come nessuno desiderava. Un grande campione che ha vissuto un grande dramma.

 

Intanto si è evoluto il ciclismo femminile italiano. Abbiamo conquistato la maglia iridata ai recenti Mondiali di Mendrisio...

Il ciclismo femminile italiano era già di buon livello un tempo. Adesso certamente ci sono ragazze che vanno molto forte. Così abbiamo vinto il Mondiale 2009 con Tatiana Guderzo.

 

Si sente soddisfatto della sua carriera?

Va bene così. Sono contento di quello che ho fatto.


In una speciale classifica del ciclismo di tutti i tempi chi mette prima tra Coppi. Merckx, Hinault e Indurain?

E’ difficile. Non si possono fare confronti con campioni di diverse epoche. Sono stati tutti dei fuoriclasse e hanno dato tantissimo al ciclismo e allo sport...

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.