BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INTER/ Ecco i 20 convocati per la gara col Parma, mancano Muntari e Stankovic

mourihno_champions_R375x255_10dic08.jpg (Foto)

Goran Pandev è solo l’ultimo grande acquisto a parametro zero dell’era Moratti. Il patron nerazzurro ha infatti investito moltissimo in questi anni di presidenza, quasi un miliardo di euro, alternando però spese esagerate ad acquisti oculati. È il caso di Goran Pandev, Esteban Cambiasso e Julio Cesar, tre giocatori chiave per il gioco della società di corso Vittorio Emanuele. Se Pandev era già noto alle folle per il suo grande trascorso con la maglia della Lazio, Cambiasso e Julio Cesar si possono considerare delle autentiche scommesse. Il metronomo argentino è stato prelevato dal Real Madrid approdando a Milano da “semi-sconosciuto”.

 

Ancora oggi, però, la casa Blanca sta rimpiangendo quella cessione visto che non è ancora riuscita a trovare un giocatore dell’intelligenza tattica dell’albiceleste. Cambiasso rappresenta una pedina chiave del gioco dell’Inter, lo è stato con Roberto Mancini e si sta ripetendo con Mourinho. Molto simile il discorso di Julio Cesar. Il portiere brasiliano è un’autentica scoperta del Mancio e del suo staff. Dopo 6 mesi passati in panchina in quel di Verona, il brasiliano si è saputo mettere in gioco con la maglia dell’Inter diventando, dietro stupore generale, uno dei più forti portieri in circolazione.

 

Infine c’è il caso recente di Goran Pandev che nelle prime 7 gare ufficiali a Milano ha già realizzato 3 reti ma soprattutto dato una vivacità e dinamicità alla squadra che prima sembravano mancare. A questa mini lista possiamo aggiungere anche Maxwell, terzino sinistro prelevato dall’Ajax a costo zero e rivenduto al Barcellona a 4 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata.