BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA FIORENTINA JUVENTUS/ Torricelli, Juve, serve pazienza intanto hai Del Piero, Viola bravi su tutti i fronti

MORENO TORRICELLI attuale tecnico del Figline analizza l'anticipo della 27esima giornata. Una partita molto sentita dalla tifoseria viola

DelPieroEsultaR375_15dic08.JPG (Foto)

ESCLUSIVA FIORENTINA JUVENTUS - Fiorentina –Juventus è una sfida molto sentita tra due tifoserie che vivono una rivalità fortissima. Per parlare di questo incontro abbiamo intervistato, in esclusiva per ilsussidiario.net, Moreno Torricelli. Scoperto da Trapattoni nella Caratese, ha poi giocato in entrambi questi club. Nella Juventus dal 1992 al 1998 e nella Fiorentina dal 1998 al 2002. Ora è allenatore del Figline in prima divisione.

Torricelli, c’ è Fiorentina – Juventus. Un pronostico…

E’ partita da tripla, un incontro che sfugge a qualsiasi pronostico.

C’è rivalita tra le due squadre. Per i tifosi è una partita molto importante…

C’è molta rivalità, anche quando giocavo io era molto sentita. E’ una delle grandi classiche del campionato.

La Juventus di questa stagione sta facendo molta fatica...

Non è facile riuscire a essere sempre competitivi e la Juventus non riesce a tornare a vincere come vorrebbe, come è nel suo dna. Anche se non mi sento di accusare nessuno in particolare...

Le cause di questa situazione?

Ci sono anche stati tanti infortuni. Giocatori come Camoranesi, Sissoko, Iaquinta sono stati fuori per lungo tempo. E purtroppo alcuni acquisti non si sono rivelati del tutto azzeccati. Anche se bisogna dire che la società ha speso molto sul mercato.

Quindi cosa si sente di dire ai tifosi?

Di avere pazienza. Nel calcio come nella vita non si improvvisa niente. La Juventus poi è dovuta ripartire da zero dopo la retrocessione. Ha perso dei campioni, come Ibrahimovic. Adesso per lei è anche difficile comprare i fuoriclasse, nessuna società li vende facilmente. Per costruire una squadra di vertice com’era la Juventus dei miei tempi bisogna avere pazienza e fare passo dopo passo...

Un giudizio su Alessandro De Piero?