BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ A Natale scopri tutti gli errori in tv in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, Piccole Donne, Il buono, il brutto, il cattivo

Pubblicazione:

willy_wonka_e_la_fabbrica_di_cioccolato_1971R400.jpg

Ciao Spino! Buon Natale!
Oggi è la Vigilia, è la parte più divertente delle cose secondo me.

Quali cose? Dove? Che accade? AAAAhhhh, tu ti riferisci al Natale, vero. Io, sarà che è una settimana che giro per i Christkindlmarkt in varie città tedescofone, ne ho fatto il pieno. Ma non vedo l’ora di tornare da mammà a mangiare dei fantastici vincisgrassi marchigiani…

Partiamo subito? Dai, sì, perché no.
“Piccole Donne”, classico film dell'infanzia femminile e non solo dell'infanzia, stavolta in edizione rinnovata con Winona Ryder nei panni di Jo e una piccinissima Kirsten Dunst nei panni di Amy bambina. Io preferisco quello del 1949 con Liz Taylor, Janet Leigh e June Allyson, ma anche questa versione mi piace tanto. Alle 14.15 su Canale 5, by the way. Quando Meg e Hannah stanno preparando quei paninetti americani strani, che sembrano tanti panini di sfoglia, Meg ha accanto a sé una teglia infarinata. Guardando bene, però, nella teglia c'è già un bel cerchiolotto pallido, come se qualcuno avesse appoggiato e poi tolto un cerchio di pasta. Evidentemente avranno rifatto un paio di volte la scena e dopo aver tolto i cerchi di pasta crudi si sono scordati di infarinare nuovamente la teglia. Ehhhhhh... nessuno cucina, là dentro, evidentemente!

Non ci sono più le massaie di una volta che si svegliavano prima dell’alba per tirare la sfoglia…
E a proposito di roba di una volta, Retequattro alle 21.10 dà un film che non mi aspettavo assolutamente sotto Natale: “Il piccolo Lord”, uno di quei film che per mia sorella non era Natale se non lo guardava. A parte la sintassi approssimata della scorsa frase, anche la continuità del film è approssimata: quando Cedric vede il nonno per la prima volta, nel momento in cui entra la servitù il nonno ha il bastone nella mano sinistra, ma poi passa istantaneamente nella destra nell’inquadratura successiva… magie di Natale!


E LO SAPEVO CHE LO DAVANO! Natale senza “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” (10.10 Canale5) NON è Natale (tua sorella mi capisce, lo so. Anche se a me il Piccolo Lord fa venire l'orticaria). Beninteso, la VECCHIA versione, quella con Gene Wilder che fa un Willy Wonka molto schizzato, non quella perfetta ciofeca in CG con Johnny Depp che sembra appena fuggito dal manicomio criminale insieme ai simpatici bambini che lo circondano. Guardate bene appena Wonka aggancia col bastone il cappello del fungo nel Sogno di Cioccolato. Vedrete chiaramente che il cappello presenta almeno altri cinque buchi fatti dal bastone, durante scene che ovviamente "non erano buone". E anche i presunti palloncini di zucchero che Wonka prende a calci rivelano essere dei normali palloncini con tanto di codino annodato.
In ogni caso, però... GNAM!

“‘Cause I’ve got a golden ticket”… ho sempre immaginato cosa sarebbe successo se Charlie avesse aperto quell’ultima tavoletta Wonka e non ci avesse trovato niente…
Oggi mi sa che a mia sorella pruderanno le orecchie, visto che ora andremo a vedere “FBI operazione gatto”, un altro dei suoi film dell’infanzia (18.15 RaiDue). Strano che non si fosse mai accorta che il gatto miagola per tutto il film con la bocca chiusa, o che durante la sua prima spedizione notturna come "informatore", si vede benissimo che Gigi non indossa il collare. Nella scena dopo il gatto si avvicina al banco del pesce e il collare misteriosamente compare al suo collo.

 



  PAG. SUCC. >