BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ I tagli di X-men, il cavo di Psycho e lo sparo di Thelma & Louise

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Thelma & Louise  Una scena del film Thelma & Louise

Spino, ciau... guarda che teneressssse, ho trovato un libro con i cartoni animati che andavano di moda quando io ero piccola... Sniff... Quanti ricordi...

 

Bello! Ti ho mai raccontato di quella volta in cui mi sono ritrovato a piangere come un bimbo quando trovai su youtube la sigla dei cartoni del libro Cuore?

 

Pensa che sono fra le fortunatissime ad aver visto la serie di “Georgie” senza tutti i tagli che hanno fatto poi anni dopo... Certo, non si capiva lo stesso una cippa della fine, eh, hanno esagerato un pochetto, ma coi tagli successivi ancora un po’ e lasciavano solo la sigla iniziale e quella finale.

 

Non si capiva una cippa perché te la guardavi in giapponese?

 

No, purtroppo, ma ce la posso fare, a imparare anche il giapponese... È solo che non so disegnare, ecco... Cosa dici, si comincia? Massì, dai, e per stare in tema di cartoni telenovellari, sceglierei “Lo scapolo d’oro”, alle 21.05 su La5. Quando Jimmie e Anne sono al ristorante, la schiuma dello champagne di lui sparisce e riappare a seconda delle scene. In effetti, lo champagne sgasato fa schifo, vorrai mica farlo bere davvero qualcuno, dai...

 

“Lontano dal paradiso”, Rai 3 21.05. Uno di quei film di cui si dice sempre “girato alla maniera di Douglas Sirk” quando magari nessuno ha neanche idea di chi sia Douglas Sirk. Comunque, quando Cathy va da Frank per sapere come sta la bambina colpita dal sasso, la porta della casa cambia da un’inquadratura all’altra. Inizialmente la porta ha in alto una finestra lunga e due più corte, poi l’inquadratura si allarga e - voilà - la porta ha tra finestre piccole sistemate a scalare. Di questo errore, se lo andate a cercare su www.bloopers.it, il nostro sito di riferimento, c’è anche una prova fotografica!

 

Uhm... sabato c’è un film tratto da “Dragon Ball”... io sono un precursore delle mode perché quando io guardavo la prima serie su un’emittente semisconosciuta avevo 10 anni e datava il 1990, molto prima del botto che ha fatto su Italia1 almeno 5 anni più tardi! Noi però facciamo le pulci a “We were soldiers” (21.10, Iris): possibile che, durante un attacco così massiccio, tra spari, mitragliate e cannonate, i grilli (o cicale...) continuino imperterriti allegramente a far i loro soliti canti come in una romantica serata estiva?

Me li immagino a tirar moccoli perché con le granate poi non si sentono i variati, poveri grilli...

 

Forse le granate li hanno sterminati tutti. ‘A guera è guera.

Un grande film del grande Francesco Rosi, “Cadaveri eccellenti”, con un Lino Ventura da urlo. Su La7 22.30, e se non l’avete visto ve lo consiglio. Lino Ventura è talmente fico che può parlare senza aprire la bocca: quando sta parlando, mi sembra col capo della polizia, e dice questa battuta: “Per me Amar è come gli altri”, si vede benissimo che Ventura non muove la bocca.



  PAG. SUCC. >