BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ Le foto di Superman, le riprese di Spock e lo specchio magico di Liz Taylor

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Superman Returns (Foto Ansa)  Una scena del film Superman Returns (Foto Ansa)

Ciao Dana e bentornata nella gelida Baviera. Mi spiace che ti sia portata solo canottierine e infradito, ma qui oggi ci sono 4 gradi e nevischia pure. E pensare che questo fine settimana ero in Italia coi 30 gradi… sigh sob.

Ho comprato il cappottone in stazione, ma passami almeno una copertina che mi ci avvolgo sul divano. Ho il dubbio di essere salita sull’aereo di Lost e adesso mi sono teletrasportata in un’altra dimensione e quello con cui sto lamentandomi non sei tu. Prepari il tè, magari?

Mentre preparo un bel tè caldo per scacciare i rigori della primavera, comincio a spulciare i bloopers della settimana… direi di iniziare oggi con un bel “La zona morta” di Cronenberg, su Rai4 alle 21.10. Qui il protagonista viene colpito da un proiettile che lo attraversa letteralmente, ma dietro la giacca non si trovano né fori di proiettile, né tracce di sangue.

Perché il film non prevedeva l’arrivo di Grissom, altrimenti sarebbe stato senz’altro spiegato.

Io scelgo “La storia di Ruth”, alle 16.05 su Rete4, che oltre a essere uno dei miei preferiti (io adoro i kolossal dell’epoca, potrei recitarti “Ben Hur” e “Cleopatra” a memoria) ambientato in un luogo caaaaaaaldo. Metti che l’autoipnosi aiuta. Passami un fazzoletto che mi cola pure il naso. *sniff*. Dicevo. Quando i soldati arrivano dalla Grande Sacerdotessa e dal Gran Sacerdote a dire che Ruth sembra svanita nel nulla, la donna li guarda con sufficienza sgranocchiando noccioline, la mano destra vicina alla bocca. Bene, fra uno stacco e l’altro della telecamera la sua mano continua a presentarsi in posizioni diverse e non logicamente conseguenti fra di loro, con cambiamenti troppo veloci perché possano essere giustificati da movimenti spontanei. Un’altra appassionata del mitico gioco dell’un due tre stella!.

Uhuu, su La7 domani alle 15.55 c’è il mitico “Star Trek III - Alla ricerca di Spock”… secondo la leggenda, la morte di Spock nel secondo film fu talmente detestata dai fan che i produttori dovettero farlo “risorgere” nel terzo… e come fare? Bè, ovviamente facendolo precipitare sul pianeta Genesis che ha l’abilità di rigenerare la vita. Comodo. In ogni caso, quando Kirk rivede attraverso le telecamere di bordo la morte di Spock - avvenuta nel film precedente - le riprese sono montate con primi piani, campi medi… piuttosto strano visto che le riprese teoricamente dovevano essere quelle delle telecamere a circuito chiuso!

Sono telecamere evolute, è ovvio che abbiano anche il montaggio incorporato, scusa!

“The company”, 14.15 su Iris: nella scena in cui la protagonista gioca a biliardo in un bar si può notare che non c’è quasi mai corrispondenza nel punto in cui si ferma la palla bianca e dove viene effettuato il nuovo tiro. O magari non sapevano giocare a biliardo...



  PAG. SUCC. >