BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ Da La tunica ad Angeli e Demoni le "sorprese" pasquali nei film in tv

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Angeli e Demoni (Foto Ansa)  Una scena del film Angeli e Demoni (Foto Ansa)

Spino, ti piace il mio ovetto alla Pollock? Non è che non son buona a disegnare, è che la mia strada è l’astrattismo. Ne convieni?

Sessè, dicono tutti così.

“La bussola d’oro”, a Pasqua, alle 21.10 su Rai3: Asriel scivola su uno strapiombo ghiacciato e atterra con una vistosa ferita alla guancia sinistra. Subito dopo, quando viene preso e catturato, vediamo come la ferita si sia magicamente risanata e non ne sia rimasta alcuna traccia.

Evidentemente a Daniel/Asriel era rimasto un po’ dell’allenamento da BondJamesBond di “Casino Royale”...

Per Pasqua, dicevo prima, ci sono un sacco di film biblici. Quindi scelgo… “Lo squalo” (Italia1 23.25), che dall’alto dei suoi 53 blooper ha parecchio da dire. Ad esempio, l’attacco del bestione alla barchetta: l’occupante cade in mare, scalzo. Ma quando poi ripescano la sua gamba (bleah!) si vede benissimo indossare una scarpa! Squalo ben educato, direi.

Per Pasquetta non so bene quanti saranno... sta attento coi pennelli, che se metti prima il colore chiaro e poi lo scuro non viene bene... dicevo, non so quanti saranno i gradi effettivi, che qui la mia vicina di casa, detta “Bernacca” per gli amici, ha dato uno scenario apocalittico con minime a 1° e massime a 11°. Mi premuro con un bel film comico “Il 7 e l’8”, di Ficarra e Picone, alle 21.10 su Canale 5. Daniele mi fa tenerezza, anch’io ho una laurea in Legge e ho sudato sullo stesso libro. Anzi, pignoliamo qui, vah. Daniele è un laureando in Giurisprudenza e in camera da letto si è addormentato con il libro “Diritto Costituzionale” di Temistocle Martines. L’argomento del volume si studia al primo anno di giurisprudenza, per preparare Istituzioni di diritto pubblico oppure Diritto Costituzionale, quindi non adatto a un laureando. Nel caso invece che, essendo Daniele un fuori corso incallito, lo voglia usare per ripasso è inutile, essendo un testo ormai superato anche nei suoi aggiornamenti, avvenuti dopo la morte di Martines (1996). La Costituzione è cambiata nel frattempo varie volte. In entrambi i casi, il volume non è adatto a uno studente laureando nel 2006/2007. Per la sua noiosa prosa, nemmeno a uno del mio anno. Sigh.

Io ho sudato a profusione su “An introduction to modern astrophysics” di Carroll e Ostlie, ma non è altrettanto cinematografabile, presumo.

Restando (più o meno) in tema astronomico, però, c’è “Totò nella Luna” (La7 7.50): Pasquale Belafronte, sentendo la sostanziosa offerta economica avanzata dagli americani ad Achille, sviene. È allora portato di peso nel suo ufficio: al momento di varcare la porta, Sandra Milo, che sorreggeva un braccio di Totò all’altezza del gomito, toglie la mano facendola scendere al livello del fianco. Cambio inquadratura e rieccola a supportare il gomito del Principe.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >