BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

BLOOPERS/ Il cocktail di Due single a nozze e Lo squalo con la retro, il gatto di Quo vadis, Baby? e la troupe di Heat- La sfida

Ancora una volta, come ogni venerdì, DANA e SPINOZA ci accompagnano alla scoperta degli errori e delle sviste contenuti nei film in programmazione televisiva questa settimana

Una scena di Quo vadis, Baby?Una scena di Quo vadis, Baby?

Le mie amate passeggiate in montagna! Le mie corsette per smaltire i currywürste! Occome farò, come farò? Il mio dottore sconsiglia, dice che le mie ginocchia sono un po’ andate. Dovrò procurarmi una scorta infinita di film per passare il tempo, e ovviamente trovare blooper. Tu che dici Danuccia?

Io non dico, io mi chiedo come piffero hai fatto a massacrartele entrambe cascando dal marciapiede.

Deh, marciapiede. Era alto, sai.

Vabbè tanto vale cominciare subito coi blooper, va’.  “San Valentino di sangue in 3D”, Italia1 23.30. Come facciano a farlo vedere in 3D in TV è un mistero. Comunque, in una scena Irene è seduta sul letto, nuda, coprendosi le parti basse col lenzuolo. In una inquadratura il lenzuolo è tenuto piuttosto basso e lascia scoperto il ventre e l'ombelico, in quella successiva ventre e ombelico sono coperti. 

 

Forse si era fatta le paranoie per una pancia non piatta perfetta.

Scegliamo un film su una delle maggiori piaghe del nostro secolo: i matrimoni altrui. 8 ore, se va bene, in abito da cerimonia, tacco alto, scarpe strette, caldo torrido anche al 20 dicembre, trovandoti davanti un menù del tipo: “Uovo di quaglia su setoso letto di paté di topinambour con aria di limone e profumo di rosmarino”. Che ancora mi chiedo che cosa fosse l'aria di limone, mi credi? Comunque, non divaghiamo: “Due single a nozze”, alle 21.10 su Italia 1. Senza 3D. Notate il cocktail di Jane Seymour mentre sussulta sulla sdraio: prima è rosso, bicchiere quasi pieno. Poi, nel campo lungo, diventa bianco, bicchiere quasi vuoto.

Domani “Lo squalo 3D”, Italia1 22.55. Pare che Italia1 se un film non è in 3D non lo programma. E dire che questo 3D era ben diverso da quello odierno. Mah.

L’errore: il fotografo riesce a rinchiudere lo squalo in un enorme condotto, aperto solo dietro, nella parte posteriore dello squalo. Tuttavia quest'ultimo, muovendo a destra e a sinistra la pinna posteriore riesce magicamente a nuotare in retro, quando per uno squalo è anatomicamente impossibile. Lo stesso errore c'è anche in 'Blu profondo'. 

Mitico, lo squalo con le marce! Chissà se ha anche la ridotta per fare il controcorrente tipo salmone!