BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ Gli euro del dopoguerra di Inkheart, l'insegna di Matrix e la zattera di Cast Away

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Keanu Reeves (Foto InfoPhoto)  Keanu Reeves (Foto InfoPhoto)

Eccoci alla settimana di Pasqua, cara Dana, dove l'uovo di cioccolato e i coniglietti la fanno da padrone. Non ho ben capito cosa questi oggetti abbiano a che fare con la Pasqua ma va bene lo stesso. Finché è cioccolata va sempre bene, no?

 

Parole sante, my dear!

 

Cominciamo coi blooper sennò mi metto a scartare io gli ovetti destinati ai miei nipotini.

 

La cosa potrebbe avere serie ripercussioni sulla pace familiare, temo, sìsì.

 

Su Italia1 alle 21.10 "Fast & furious - Solo parti originali", che sarebbe quale? Il terzo? Il quarto? Boh, comunque. Quando Brian e Dom organizzano l'incontro con Braga, il capitano dell'FBI comunica agli agenti "arrestate il sospettato con l'abito grigio". Peccato che il monitor di sorveglianza sia in bianco e nero, quindi TUTTI i vestiti nella scena sono grigi!!!

Comunque non si può dire che la frase del capitano non sia corretta...

 

Sì, in effetti aveva ragione, ma non mi sembra un ottimo modo di riempire le patrie galere, ecco.

“Sciarada”, 15.30, RaiMovie. Mi sento molto affine alla Audrey, oggi, ti dirò. Quando Cary e Audrey cenano sul battello sulla Senna sullo sfondo sono proiettate le rive e i ponti: questi però scorrono non parallelamente al parapetto del battello ma obliquamente (a causa della posizione dela camera che ha filmato gli sfondi). Addirittura la profondità e la distanza dalle rive cambia nel corso della lunga scena.

 

Sabato proviamo con questo "Inkheart - La leggenda di Cuore d'Inchiostro", su Italia1 alle 21.10. Qui addirittura troviamo la zia di Maggie che dona degli euro alla bimba... peccato che il film sia ambientato nel secondo dopoguerra!!

Preveggenza?

 

“Inkheart” è un film che è il sogno di ogni scrittore. *sigh*

Sceglierei “Casanova”, del mai troppo compianto Heath Ledger, un attore davvero bravo. Alle 19.35 su RaiMovie. Papprizio arriva a Venezia con la sua barchetta (dopo aver circumnavigato l'Italia, presumo, che da Genova è la strada più breve che ci sia per arrivare a Venezia... ma vabbè.). Fate caso al fianco della nave, a sinistra: noterete uno scarico di acqua, proprio un ruscelletto: tipico scarico di acqua di raffreddamento di un motore a benzina, un prototipo d'epoca, devo immaginare...

 

Domenica su La7 potremmo vederci "La gabbianella e il gatto". Subito dopo la sigla iniziale si vedono i topi che caricano del cibo verso la loro tana prelevandolo da un camion di spazzatura. Viene inquadrato ad un certo punto della catena il "capo" che, alla prima inquadratura, presenta 4 punti di sutura all'addome, mentre all'inquadratura successiva ne presenta 5 (questo blooper si ripete anche in altri "punti" del film).

 

E se volessimo anche farci del male e guardare “Matrix” in tutta la sua matrixiosità? Alle 23 su Itali1. Tanto è Pasqua, si sarà saturi di cibo e cioccolata, cosa vuoi che sia vedere un film così? Credo sia una pellicola tipo il libro “L'Alchimista”: per alcuni serve solo ad accendere il fuoco d'inverno, per altri è la rivelazione della vita. Mah. Scelgo un blooper “tecnico”, che per le discussioni filosofiche non è proprio il giorno, i neuroni sono in ferie anche loro. Quando Thomas Anderson arriva sul posto di lavoro, l'insegna fuori dal palazzo reca la scritta "Metacortex". Ma in una inquadratura successiva, quando scappa dagli agenti, piegato, per non farsi vedere, si può notare, in fondo alla stanza, un logo che riporta "Meta Cortechs".

 

Lunedì "L'uomo che sussurrava ai cavalli"... tranquilli non è Cesar Millan che ha cambiato quadrupedi. Comunque lo trovate su Rai3 alle 21.05. Parlando di quadrupedi o comunque di molteplici arti, durante la scena del ballo, Redford ha tra le braccia la sua amata e con una mano le accarezza la schiena, con una le porta la sua mano sul cuore, con una la guida nel ballo......ooops!

 

Che cavallo... è un polpo!

Uuuuuh! C'è un film con Alauccio mio! Salto a piè pari “Matrix Reloaded” (non soffrirò) e mi ciuffo a pesce su “Alice in Wonderland”, alle 21.10 su Rai1. No offence, Keanu, ma c'è Rickman. Cioè, non è che proprio si vede lui, ecco, ha dato la voce a uno dei personaggi. Però è proprio la voce che a me intrippa da morire. Però... ecco, sbavare di fronte a un Brucaliffo (detto in amicizia il Vermino Cannaiolo, immaginati perché...) ha un che di malato, lo convengo. Comunque. Ogni volta che Alice si allarga o si restringe, i suoi vestiti non fanno altrettanto, tant'è che ogni volta devono rifarle un abito su misura. La prima volta che lo fa, davanti alla porta in fondo alla tana del coniglio, questo non succede cioè, si restringe, e l'abito si restringono, si allarga, e l'abito si allarga, contrariamente a quanto avverà in tutto il resto del film.

 



  PAG. SUCC. >