BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BLOOPERS/ I telegatti de Il Divo, il polistirolo di 007 e l'auto di Mission Impossible

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Il divo  Una scena del film Il divo

Ciao Danuz… Scusami se non ti ho invitato da me sto giro ma ho avuto la bella pensata di migrare a sud per questa settimana… proprio ora che arriva Minosse-45-gradi-all’-ombra al sud e al nord pioverà. Non devo avere tutte le rotelle a posto, io. Che si dice lassù, piove davvero? Avvicini il pc alla finestra, che con skype magari riesco a vedere qualcosa?

 

Ci sono gocce grosse come pesche noci, cosa vuoi vedere esattamente dietro a 'sto muro d'acqua?

 

Uhm. Vabbè va’, meglio dedicarci ai blooper. Oggi proporrei “Premonition”, su Rai4 alle 21.10. Quando la ragazzina si spacca la faccia il padre è ancora vivo e vegeto; ma quando la madre comunica alle bambine la morte del padre la maggiore ha ancora la faccia intatta. La Bullock scopre che la figlia si è ferita solo durante la veglia funebre.

Avrà pure le premonizioni la protagonista, ma per le cose che invece sono già accadute non è un granché.

 

Premonizione, mica memoria a breve termine, scusa...

Alle 21.10 su La7, invece, troviamo un giallone con nientemeno che Marlene Dietrich. Sì, è un po' datato, ma è lo stesso interessante. Fra l'altro, poi, è una vergogna che oggi sia venerdì 13 e nessuna emittente abbia pensato di proporre la maratona “Venerdì 13”, ecco. Ci sarebbe stato benissimo. Quando la Pubblica Accusa interroga l'imputato (Power) a un certo punto fa riferimento a un episodio avvenuto l'8 ottobre. Poco dopo dice che l'omicidio è avvenuto 8 giorni dopo, cioè il 16. In realtà l'omicidio è avvenuto il 14, come ci viene detto in più di un'occasione.
Fare i conti bene evidentemente dispiaceva.

 

Domani un film tratto da uno dei miei libri preferiti dell’infanzia, “Congo”, su Italia1 alle 22.45. Il libro me lo ricordo molto particolareggiato e plausibile, il film un po’ meno: infatti quando tutti si nascondono nella grotta per evitare i sassi, si può notare che, fuori dalla cava, i sassi galleggiano!

 

I famosi sassi galleggianti congolesi! Chi non li conosce? Del resto non sono soli, ci sono un sacco di film coi muri/sassi di polistirolo che galleggiano dolcemente cullati dall'onde...

Uh, oggi danno il mio 007 preferito! “L'uomo dalla pistola d'oro”, alle 21.05 su Rai3. Forse mi piace perché Christopher Lee come attore per me ha sempre avuto il suo perché e un certo fascino vampiro. Ecco, guarda c'è anche uno degli errori che dicevamo prima: quando Goodnight fa cadere il sorvegliante nella bobina piena di refrigerante liquido, vediamo come il suo corpo spezzi di netto i pannelli di metallo che coprono la bobina stessa. Il tutto potrebbe anche passare (il freddo, in fondo, li rende così deboli da essere spezzati con lieve pressione), ma quello che non torna sono i briciolini di polistirolo che si vedono galleggiare nel refrigerante dopo la caduta, e anche la sezione bianca e sbriciolina dei pannelli di metallo che si rompono. In sostanza: pannelli di normalissimo polistirolo verniciato.

Parenti dei tuoi sassi congolesi senza dubbio.

 

Senza dubbio.

Domenica uno dei film più noiosi della storia, “Babylon A.D.”, su Raimovie alle 21. Sono sicuro di averlo visto perché è segnato sulla mia lista di film visti - sì, ho una lista di film visti, embè? - ma non mi è rimasto assolutamente nulla. Non ricordo nemmeno quando Vin Diesel è nella macchina con le griglie di protezione con la suora e la ragazza; prima di entrare in una galleria (nella discesa in una strada in mezzo alla natura) le griglie sul parabrezza "magicamente" spariscono per poi ricomparire in una seconda visuale.

 

Io sono sicura di averlo visto, “Babylon AD”, ma solo perché c'era Vin Diesel e perché ne ho vaghissimi sprazzi di memoria. Pessimo film, davvero.

Facciamo che io prendo “Mission: Impossible” alle 21.30 su Rete4. Giuro che non voglio infierire sul buon Tom, davvero, che ha già i suoi pasticci coniugali, povero ciccio, ma oggi gli tocca. Scena in cui Tom Cruise contratta in auto "...facciamo 10 milioni in buoni al portatore...", lo sfondo nel lunotto e nei finestrini è fintissimo. E gli attori sobbalzano (abbastanza comicamente aggiungerei) x mimare gli scossoni. Negli anni '60 rendevano meglio l'effetto auto in movimento...



  PAG. SUCC. >