BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CITTA' METROPOLITANE/ Vitali (Pd): così Roma sarà all'altezza delle capitali europee

Pubblicazione:

Gianni Alemanno, Renata Polverini e Nicola Zingaretti (Foto Ansa)  Gianni Alemanno, Renata Polverini e Nicola Zingaretti (Foto Ansa)


Si tende a estendere le opzioni, quindi con lo statuto la città metropolitana può scegliere se adottare o un sistema a elezione diretta, oppure un sistema di secondo grado. È evidente comunque che laddove viene istituita la città metropolitana la provincia viene soppressa.

Può spiegare meglio questo passaggio?


Già ora la legge prevede che laddove si istituisce la città metropolitana questa a tutti gli effetti assorbe e sostituisce la Provincia stessa e questo riguarda le 14 grandi aree urbane del Paese più Roma, che ha un ordinamento autonomo. Per quanto riguarda tutte le altre province si tratta di un tema diverso e su questo argomento  il Pd e le opposizioni hanno presentato al Senato emendamenti congiunti che tendono ad abolire tutte le province al di sotto dei  500 mila abitanti e, tra le diverse ipotesi c’è anche quella di trasformarle come in Spagna in organismi di secondo grado, ma per operare questa modifica è sicuramente necessaria una riforma costituzionale.

Quali città potrebbero realisticamente diventare città metropolitane?


Sicuramente Bologna è una città in cui se ne sta discutendo molto, ma non sono informato di altre città in cui è stato intrapreso questo percorso. Proprio oggi ho incontrato il sindaco di Bari Michele Emiliano che mi sembrava interessato all’ipotesi del secondo grado, che quindi è un’opzione che potrebbe rilanciare la costituzione delle città metropolitane.

Che dimensioni avranno queste città?


Ogni città metropolitana deciderà da sé, ma è chiaro che, se non coincide col territorio della Provincia, le porzioni di territorio che non entrano a far parte della città metropolitana dovranno entrare nelle province limitrofe.

Come mai il tema delle città metropolitane viene affrontato concretamente solo ora?


In tutta Europa il tema del governo delle grandi aree urbane è molto complesso ed è stato caratterizzato da continui successi e fallimenti. In Italia non si è finora provveduto perché mancava il quadro legislativo e in particolare la norma finanziaria, ma con i decreti legislativi del federalismo fiscale ora abbiamo anche questa, quindi mi pare che ci siano tutte le condizioni per realizzare le città metropolitane.

E per quanto riguarda Roma?



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >