Risultati Serie D/ Partite e classifica aggiornata: il Monza frena, il Trastevere se ne va. Gironi A, B, C, D, E, F, G, H, I ( oggi 12 febbraio 2017)

Redazione

Risultati Serie D: partite e classifica aggiornata dei gironi A, B, C, D, E, F, G, H, I del campionato che è giunto alla 23^ giornata (oggi domenica 12 febbraio 2017)

Risultati Serie D/ Partite e classifica aggiornata: il Monza frena, il Trastevere se ne va. Gironi A, B, C, D, E, F, G, H, I ( oggi 12 febbraio 2017) LaPresse

Pubblicazione: domenica 12 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: domenica 12 febbraio 2017, 17.57

Sono terminate le partite in Serie D: come all’andata, nel girone A il Varese perde terreno contro il Bra e si fa così riprendere in vetta dal Chieri (4-0 alla Varesina), a quota 44 c’è anche il Cuneo che resta capolista ma adesso la corsa alla promozione in Lega Pro si fa bellissima con almeno quattro squadre coinvolte (la Caronnese ha un punto in meno). Nel girone B si ferma il Monza: pareggio per 0-0 dei brianzoli sul campo del Pontisola, riescono ad approfittarne Pro Patria (2-0 alla Virtus Bolzano) e Pergolettese (3-2 esterno contro il Levico Terme) che dunque sono adesso a -8, ancora decisamente lontane dalla vetta ma con qualche speranza in più. Il Monza in ogni caso non subisce gol e allunga la sua striscia record; nel girone C colpo della Triestina che supera 3-1 l’Este, ma con identico risultato il Mestre si libera della Carenipievigina e conferma i 10 punti di vantaggio, a -11 dal secondo posto c’è invece il Campodarsego che, perdendo sul campo del Montebelluna, perde altro terreno. Il girone D ci consegna la corsa a cinque: in testa l’Imolese che bate la Rignanese, non mollano però Delta Rovigo e Lentigione che a loro volta vincono in casa, il Ravenna invece batte e supera in classifica una Correggese che in ogni caso resta lì (deve recuperare quattro lunghezze per il primo posto). Nel girone E resta primo il Gavorrano nonostante la sconfitta per 2-1 contro l’Argentina: la Massese pareggia sul campo del Viareggio e non approfitta dello scivolone della capolista. Il girone F invece vede al primo posto la Fermana, che pareggi a a San Marino; alle sue spalle il Matelica recupera due punti (3-1 a Vasto), la Vis Pesaro tiene il passo vincendo in trasferta. Nel girone G la sfida al vertice è vinta dall’Arzachena: 2-1 al Monterosi e sorpasso al secondo posto, il Rieti invece vince e mantiene il primato con L’Aquila che è sempre lì grande al 2-1 sul campo del Lanusei. Nel girone Hè ormai fuga per il Trastevere, che supera anche l’ostacolo Herculaneum (1-0). sette i punti di vantaggio sulla Nocerina che perde contro la Gelbison Cilento e questo potrebbe essere lo strappo utile. Infine il girone I, dove la Sicula Leonzio ha ormai ripreso la marcia e grazie al 2-1 contro la Nerostellati Frattese mantiene i due punti di vantaggio sulla Cavese, oggi roboante (5-0 alla Sancataldese). Terza l’Igea Virtus, che si è bloccata: 1-1 contro il Gela che con questo spareggio rimane in zona per la promozione (anche se si trova a -8 dalla vetta). 

Un altro dei gironi più equilibrati della Serie D 2016-2017 è senza dubbio il gruppo I, nel quale troviamo la Sicula Leonzio capolista solitaria a quota 46 punti ma inseguita da un gruppo di squadre decisamente agguerrite e molto vicine al vertice: si tratta in particolare della ex capolista Igea Virtus e della gloriosa Cavese, seconde pari merito a quota 44 punti. Rende e Gela invece hanno perso e dunque si sono un po’ staccate, ma non sono di certo tagliate fuori dalla lotta. La Sicula Leonzio questo pomeriggio sarà impegnata in trasferta sul campo della Nerostellati Frattese, mentre l’Igea Virtus ospiterà il Gela in quello che sarà il big-match della giornata e la Cavese giocherà in casa contro la Sancataldese. Infine il Rende, che sarà impegnato in trasferta sul campo del Sersale. Una cosa è certa: questo gruppo rimarrà incerto ancora per molte settimane… 

Niente equilibrio nel girone B della Serie D, dove è lanciatissima la fuga del Monza capolista, che ha 57 punti in classifica e di conseguenza ben dieci lunghezze di margine sulle più immediate inseguitrici, che sono la Pro Patria e la Pergolettese appaiate al secondo posto con 47 punti, davanti al Ciliverghe Mazzano e alla Virtus Bergamo, che sono invece quarte pari merito a quota 44. La vicinanza fra tutte queste squadre mostra che per loro realisticamente l’obiettivo più concreto potrebbe essere quello di conquistare il secondo posto, il migliore in vista dei playoff per i ripescaggi. Al Monza naturalmente il compito di marciare forte per non far tornare in discussione il primo posto. Oggi la capolista giocherà in trasferta sul campo del Pontisola, avversario di buona classifica ma pure sempre a ben 22 punti di distacco dal Monza in uno dei gironi più allungati della categoria. La Pro Patria invece giocherà in casa contro il Bolzano, mentre per la Pergolettese impegno in trasferta sul campo del Levico Terme. Da segnalare infine l’importante scontro diretto fra Virtus Bergamo e Ciliverghe Mazzano, che potrebbe scindere la coppia delle quarte. 

Uno dei gironi più equilibrati della Serie D 2016-2017 è senza dubbio il gruppo D, nel quale troviamo al comando della classifica l’Imolese con 42 punti, che ha scavalcato due settimane fa la coppia formata da Delta Rovigo e Correggese, entrambe accreditate di 41 punti e dunque dietro di una sola lunghezza alla capolista così come il Lentigione che completa dunque il terzetto delle seconde. Se tutto questo non bastasse, ecco a quota 40 punti il Ravenna, che è quinto ma a sole due lunghezze di ritardo dalla capolista. Basta dunque pochissimo per passare dal primo al quinto posto oppure viceversa e ciò naturalmente è garanzia di spettacolo ed emozioni: settimana scorsa hanno vinto tutte, stavolta cambierà qualcosa? Oggi l’Imolese giocherà in casa contro la Rignanese, mentre il big-match sarà lo scontro diretto che vedrà il Ravenna ospitare la Correggese, dunque qualche cambiamento nel gruppo inevitabilmente ci sarà. In casa invece le altre due seconde: il Delta Rovigo ospiterà la Pianese e il Lentigione giocherà contro il Fiorenzuola. 

La Serie D 2016-2017 torna in campo per la ventitreesima giornata dei nove gironi, il sesto turno sia dell'anno solare 2017 sia del girone di ritorno, che ha preso il via dopo la pausa per le festività natalizie. Sappiamo che in palio ci sono nove posti per la promozione in Lega Pro; i gironi sono altrettanti, dunque soltanto le vincitrici dei gruppi saliranno di categoria, mentre i playoff servono soltanto a stabilire le graduatorie per eventuali ripescaggi e riammissioni per completare l’organico del campionato superiore, come d’altronde quasi sempre succede nelle turbolenti estati del calcio italiano.

Resta però il fatto che per essere certi di essere promossi bisogna solamente vincere il girone, dunque la lotta ai vertici della classifica di ogni girone è fondamentale. Andiamo allora subito a vedere quale sia la situazione nei vari gruppi, fermo restando che fra rinvii, recuperi e purtroppo anche squadre fallite non sempre è possibile avere un quadro del tutto omogeneo: Cuneo e Varese formano la nuova coppia in testa al girone A ma con margine ridottissimo sulle inseguitrici compresa l'ex capolista Caronnese, mentre il Monza ha già lanciato la fuga nel girone B e nel girone C al primo posto troviamo il Mestre, anche in questo caso con buon margine.

Nel girone D invece regna l'equilibrio e il primato dell'Imolese è dunque sempre in bilico, mentre il Gavorrano ha quattro punti di vantaggio sulla Massese seconda in classifica nel girone E. Ancora: la Fermana ha riposato e dunque è sceso a 4 punti il vantaggio nei confronti del Matelica, secondo nel girone F; nel girone G i cambi al vertice sono continui e ora abbiamo Monterosi e Arzachena appaiate davanti a L'Aquila che ha vinto mercoledì nel recupero, nel girone H comanda il Trastevere che ha + 4 sulla Nocerina seconda e infine nel girone I è tornata la Sicula Leonzio a guardare tutti dall’alto in basso, ma con molte pericolose inseguitrici a breve distanza. L'incertezza dunque è grande in molti gironi, anche oggi di conseguenza le emozioni certamente non mancheranno, pur se spesso fra mille difficoltà...