DIRETTA/ Cosenza-Reggina (risultato finale 2-2): doppiette di Coralli e d'Orazio (oggi 13 febbraio Lega Pro 2017)

Redazione

Diretta Cosenza-Reggina: risultato finale 2-2. La partita del San Vito per il girone C di Lega Pro termina con un pareggio, derby calabrese deciso dalle doppiette di Coralli e D'Orazio

Pubblicazione: lunedì 13 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: lunedì 13 febbraio 2017, 22.52

Cosenza-Reggina 2-2: il posticipo della 25^ giornata di Lega Pro per il girone C termina in parità grazie a una doppietta per parte. Al 70’ minuto la Reggina sogna e vola sulle ali del suo capitano: Claudio Coralli svetta di testa sulla punizione di De Francesco e fa 1-2. Il Cosenza messo alle strette ha bisogno di riversarsi in avanti: all’80’ Calamai sfiora un gol pazzesco con una botta da fuori che sfila a lato della porta difesa da Sala, un minuto più tardi succede quello che non ti aspetti, ovvero la doppietta di Tommaso D’Orazio che questa volta si incunea tra Cane e Tripicchio che si prendono un giro di pausa e consentono al difensore rossoblu di segnare il pareggio. Al San Vito finisce così: la Reggina si mangia le mani ma prende comunque un punto utile per la salvezza, il Cosenza stacca la Fidelis Andria e torna a-4 dalla Virtus Francavilla che occupa il quinto posto. 

Il secondo tempo di Cosenza-Reggina si apre con gli ospiti arrembanti alla ricerca del gol del vantaggio: al primo minuto contatto sospetto in area tra Leonetti e D’Orazio, ma non sembrano esserci gli estremi per il calcio di rigore e l’arbitro lascia proseguire. La Reggina comunque si fa preferire: dopo una conclusione di Statella che non crea problemi a Sala, gli amaranto tornano in attacco e De Francesco manca di un soffio l’imbucata vincente per Coralli, anticipato all’ultimo da Blondett. Appena dopo azione ariosa da parte degli ospiti che arrivano al cross con Possenti, il quale sbaglia tutto vanificando una buona possibilità. Al 53’ e 54’ le due azioni più pericolose: Coralli gira di prima intenzione trovando la deviazione in calcio d’angolo, dagli sviluppi del corner Tedeschi respinge di testa ma il pallone arriva sul piatto di Knudsen che calcia a lato di un soffio con Perina che non avrebbe potuto alcunchè. Il Cosenza prende paura e prova ad affidarsi ai suoi esterni ma il gioco dei Lupi appare fin troppo prevedibile e leggibile da parte della difesa della Reggina; al 57’ però bella azione di Cavallaro che entra in area dalla destra e costringe Sala a dirgli di no.

Siamo arrivati all'intervallo della gara Cosenza-Reggina e il risultato è di 1-1. Dopo la rete di Coralli in apertura di gara è arrivato il pareggio di D'Orazio al minuto trentasei, in mezzo ci sono state le due ammonizioni di Leonetti e Possenti entrambi della Reggina. E' stato un primo tempo denso di occasioni e di emozioni, tra due squadre che vogliono fare risultato per migliorare la loro posizione in classifica. Ci sono ancora quarantacinque minuti da giocare e vedremo quali saranno le scelte dei due allenatori che potrebbero prima del ritorno in campo cambiare qualcosa nei loro schieramenti. Al momento non ci sono state sostituzioni e sono usciti dal rettangolo verde di gioco prendendo gli spogliatoi gli stessi ventidue effettivi che erano entrati in campo all'inzio della gara. Ricordiamo che il match è valido per la venticinquesima giornata della Lega Pro Girone C.

Siamo arrivati al minuto numero venti della gara Cosenza-Reggina e il risultato è di 0-1. La gara è valida per la venticinquesima giornata di Premier League e mette di fronte due squadre che vivono una situazione diversa di classifica. La gara è stata sbloccata da una rete dopo quattro minuti di Coralli. L'arbitro ha poi dovuto tirare fuori un cartellino giallo per Leonetti al minuto tredici. Andiamo a vedere le formazioni ufficiali della gara: 4-2-3-1 - 1 Perina; 30 D'Orazio, 6 Blondett, 5 Tedeschi, 2 Corsi; 27 Calamai, 8 Caccetta; 11 Statella, 9 Letizia, 10 Cavallaro; 14 Mendicino. 22 Saracco, 16 Baclet, 15 Bilotta, 4 Capece, 18 Collocolo, 7 Criaco, 26 Madrigali, 13 Meroni, 21 Ranieri. 4-3-3 - 1 Sala; 18 Cane, 5 Gianola, 15 Kosnic, 24 Possenti; 8 Knudsen, 14 Botta, 6 De Francesco; 29 Leonetti, 9 Coralli, 17 Porcino. A disposizione: 12 Licastro, 7 Carpentieri, 16 Cucinotti, 30 De Vito, 25 Lancia, 13 Lo, 2 Maesano, 26 Mazzone, 23 Romano, 27 Tommasone, 11 Tripicchio. 

E’ atteso fra pochissimi minuti il derby calabrese tra Cosenza e Reggina che molti aspettavano e che sicuramente catalizzerà l'attenzione degli appassionati della vecchia serie C: i precedenti tra le due formazioni sono davvero tantissimi e datati, basti pensare che dal 1998 a oggi Cosenza e Reggina si sono incontrati 10 volte con un bilancio di 7 vittorie amaranto e 1 sola dei bruzi. Il match di andata di questa stagione di Lega Pro aveva visto uno scialbo pareggio a reti bianche ma oggi la musica potrebbe essere diversa. Quella di questa sera è senza dubbio un’occasione d'oro anche per mettere in mostra i talenti delle due squadre: sarà la gara di cartello del girone C per via delle motivazioni in campo. La classifica vede il Cosenza sesto con 37 punti, mentre la Reggina rimane a un passo dalla zona rossa dei playoff per la salvezza, con appena 22 punti.

Facendo una panoramica dei possibili protagonisti di Cosenza-Reggina, posticipo e partita valida per la venticinquesima giornata del girone C di Lega Pro, fra i padroni di casa possiamo citare ben due nomi, cioè quelli di Giuseppe Statella e del francese Alain Baclet, autori fino a questo momento rispettivamente di nove e sette gol e di conseguenza coppia di attaccanti con pochi paragoni nel girone meridionale della Lega Pro. Un punto di forza certamente notevole, che il Cosenza proverà a mettere a frutto anche oggi al cospetto di una Reggina che in classifica naviga decisamente più in basso dei cugini calabresi ai quali proverà a dare fastidio in questo derby. Reggina che comunque non se la passa benissimo in attacco, grazie soprattutto ai sette gol segnati in questo campionato da Claudio Coralli, mentre il secondo miglior marcatore della squadra di Reggio Calabria è Antonio Porcino che invece è a quota quattro gol.

Cosenza-Reggina è una delle sfide più interessanti della venticinquesima giornata del campionato di Lega Pro , girone C. Tra le fila dei padroni di casa si è presentato il nuovo acquisto Tommaso D'Orazio. Queste le sue parole a cosenzachannel.it: “Sono riuscito ad inserirmi abbastanza bene, così come gli altri ragazzi arrivati negli ultimi giorni. Io sono un laterale di difesa, anche se in carriera ho giostrato anche da terzo in una retroguardia a tre. Questo è un girone molto fisico ed io che punto tanto su corsa e agonismo sono pronto alla battaglia. Non si tratta di una piazza qualunque, in più gli obiettivi sono altri e più ambiziosi: possiamo giocarcela con tutti. Da bambino ricordo i Lupi in B sulle figurine, in più sul web il calore del pubblico è di dominio pubblico. Il mio impatto è stato molto positivo. Il gruppo mi ha accolto davvero bene. Mi aspettavano Mungo e Corsi. Con il primo abbiamo giocato insieme a Pistoia, con il secondo eravamo compagni nelle giovanili del Pescara". 

Vediamo alcune statistiche relative all’andamento di Cosenza e Reggina in questo campionato. I padroni di casa hanno ottenuto 6 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte in 11 partite casalinghe, con uno score di 16 reti segnate e 11 subite. L’ultimo successo casalingo del Cosenza risale al 10 dicembre 2016, quando i rossoblù piegarono di misura il Messina (1-0): poi sono arrivati il pareggio con il Catanzaro (1-1), il ko per mano del Matera (2-3) e l’ultimo 1-1 con la Vibonese. Cosenza che quindi cerca il ritorno al successo davanti al proprio pubblico, mentre la Reggina insegue ancora la prima affermazione estera in questo campionato. Infatti, dalle precedenti 12 trasferte, la squadra allenata da Karel Zeman ha cavato solo 4 punti pareggiando con Akragas (2-2 alla 2^giornata), Monopoli (1-1 alla 5^), Casertana (2-2, 14^), e Catanzaro (1-1, 15^). Reggina che quindi arriva da 4 consecutivi fuori casa, e che in generale viaggia col secondo peggior rendimento esterno del girone C: peggio ha fatto solo il Melfi che lontano dal proprio stadio ha racimolato solamente 3 lunghezze. 

, diretta dall'arbitro Armando Ranaldi della sezione di Tivoli, lunedì 13 febbraio 2017 alle ore 20.30, sarà il posticipo che chiuderà ufficialmente il lungo programma della sesta giornata di ritorno del campionato di Lega Pro. Un derby calabrese molto sentito dai tifosi, seconda sfida interna regionale per i silani che sono reduci dal pari esterno contro il fanalino di coda Vibonese. 

Un pareggio che ha costretto i rossoblu a vedersi di nuovo staccati al quinto posto dalla matricola Virtus Francavilla: per il Cosenza la continuità delle formazioni di alta classifica è ancora un miraggio, ma l'impressione è che i silani riusciranno comunque a piazzarsi nella griglia utile per partecipare ai play off a fine stagione. Ben diversa è la situazione della Reggina che si trova sempre più in difficoltà, nel pieno della zona play out, a quota ventuno punti appaiata al Taranto e all'Akragas e a tre punti di distanza dalla salvezza diretta. 

Nell'ultimo match interno gli amaranto non sono andati oltre il pari interno contro il Monopoli, decimo punto nelle ultime sei sfide interne contraddistinte da due vittorie e quattro pareggi, mentre in trasferta la Reggina ha ottenuto solo quattro punti nelle ultime dieci partite disputate in campionato, perdendo le ultime quattro sfide di fila giocate lontano dallo stadio Granillo, contro Virtus Francavilla, Paganese, Messina e Catania.

Allo stadio San Vito saranno queste le probabili formazioni che daranno vita al derby calabrese. Cosenza in campo con Perina tra i pali, Blondett e Tedeschi difensori centrali in una difesa a quattro con Corsi impiegato come terzino destro e D'Orazio come terzino sinistro. Calamai, Ranieri e Caccetta saranno i tre titolari del centrocampo rossoblu, mentre Statella, Cavallaro e il francese Baclet partiranno dal primo minuto nel tridente offensivo.

La Reggina giocherà con Sala in porta, Gianola e il serbo Kosnic impiegati come centrali di difesa, mentre l'esterno laterale destro sarà Cane e l'easterno laterale sinistro sarà Possenti. A centrocampo terzetto composto dallo svizzero Botta, dal danese Knudsen e da De Francesco, mentre nel tridente offensivo ci sarà spazio per Coralli, Porcino e Leonetti.

Modulo 4-3-3 da una parte e dall'altra nel confronto tattico tra le due squadre, con il Cosenza che nelle ultime settimane ha fatto registrare un passo abbastanza continuo, con una sola sconfitta in casa contro il Matera, anche se la trasferta a Vibo Valentia ha confermato alcune lacune, anche caratteriali, della squadra rossoblu. La Reggina di Karel Zeman continua a soffrire di una coperta troppo corta, con un attacco che non riesce a funzionare a dovere quando la difesa resta coperta e viceversa. Servirebbe un acuto in trasferta per dimostrare di poter puntare davvero alla salvezza.

Un derby è sempre di difficile lettura, ma le agenzie di scommesse sembrano essere concordi nel vedere il Cosenza avere qualcosa in più a livello tecnico, con successo interno calabrese quotato 1.67 da William Hill, mentre Betclic propone a 3.60 la quota per il pareggio e Paddy Power a 5.60 la quota per l'affermazione esterna amaranto. Per tutti gli abbonati al sito sportube.tv ci sarà la possibilità di seguire in diretta streaming video la sfida Cosenza-Reggina, lunedì 13 febbraio 2017 alle ore 20.30, che sarà trasmessa però anche in chiaro in diretta tv sul digitale terrestre di RaiSport (canale 57, numero 557 in HD), e in streaming via internet sul sito rai.tv. 

DIRETTA/ Cosenza-Reggina (risultato finale 2-2): doppiette di Coralli e d'Orazio (oggi 13 febbraio Lega Pro 2017)