Diretta / Combinata maschile Mondiali sci St Moritz 2017: oro Aerni su Hirscher, quarto Paris! Risultato, streaming video e tv (oggi 13 febbraio)

Redazione

Diretta combinata maschile Mondiali sci St Moritz 2017 streaming video e tv, risultato live della gara iridata: orario, favoriti e azzurri (oggi lunedì 13 febbraio)

Diretta / Combinata maschile Mondiali sci St Moritz 2017: oro Aerni su Hirscher, quarto Paris! Risultato, streaming video e tv (oggi 13 febbraio) Marcel Hirscher (LaPresse)

Pubblicazione: lunedì 13 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: lunedì 13 febbraio 2017, 13.58

Ha vinto la medaglia d’oro della combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017: ennesima soddisfazione per i padroni di casa svizzeri al termine di una gara in cui lo slalom ha completamente ribaltato i valori della discesa. Aerni bravissimo ma pure fortunato, perché grazie al trentesimo posto in discesa si è ritrovato a partire per primo in slalom: il suo principale merito è stato quello di scavalcare - per un solo centesimo - Marcel Hirscher che è partito per terzo, poi nessuno è riuscito a fare tempi simili ai loro, neppure l’altro svizzero Mauro Caviezel che ha chiuso al terzo posto con soli 6/100 di ritardo, completando così un podio con distacchi davvero minimi, ma che al termine della discesa aveva oltre un secondo e mezzo di vantaggio su Aerni. Dunque medaglia d’oro per Aerni, argento Hirscher e bronzo Caviezel per un podio tutto fra Svizzera e Austria, come era già stato in combinata anche in campo femminile. Per l’Italia da sottolineare il quarto posto di Dominik Paris a 40/100 dal vincitore ed ex-aequo con Aleksander Aamodt Kilde: per Dominik un’ottima manche di slalom con la quale ha addirittura guadagnato posizioni rispetto all’ottavo posto con il quale ha chiuso la discesa e che a questo punto ci lascia qualche rimpianto, perché con un tempo migliore nella sua disciplina preferita Paris avrebbe potuto davvero firmare una grandissima impresa. (Mauro Mantegazza)

Seconda manche della combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017 decisamente interessante, perché lo slalom sta sconvolgendo le gerarchie in modo imprevedibile. Lo svizzero Luca Aerni è sceso per primo ed è ancora al comando con il tempo 2’26”33, precedendo di un solo centesimo Marcel Hirscher, che è sceso per terzo e ha sprecato dunque i 31 centesimi di vantaggio che aveva su Aerni dopo la discesa. Sembrava una grossa delusione, ma in realtà gli altri slalomisti scesi dopo di lui - e che quindi in discesa erano davanti - hanno fatto ancora peggio: già fuori dal podio infatti Justin Murisier e Alexis Pinturault, mentre il terzo posto parziale è per il norvegese Aleksander Aamodt Kilde, che in discesa aveva deluso e invece in slalom si è difeso meglio del previsto. Il podio parziale è dunque composto da Aerni, Hirscher e Kilde: devono ancora scendere i migliori 14 della discesa, ma tutto è possibile e la lotta per le medaglie si annuncia a dir poco interessante.

Sta per cominciare la seconda manche della combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017, cioè lo slalom che fa seguito alla discesa che abbiamo vissuto questa mattina. Al comando c’è l’austriaco Romed Baumann davanti al francese Adrien Theaux e alla imprevedibile coppia al terzo posto, formata dal tedesco Thomas Dressen e dallo sloveno Martin Cater. Tuttavia, come è tipico nella combinata, tutto può ancora succedere, perché adesso i discesisti dovranno difendersi dall’assalto di chi ha nello slalom il proprio pezzo forte, come ad esempio naturalmente Alexis pinturault e Marcel Hirscher, ma anche il padrone di casa Justin Murisier, il cui attuale distacco di 1”18 dalla vetta lo rende uno dei protagonisti più attesi. Per l’Italia abbiamo attualmente Dominik Paris ottavo e Mattia Casse tredicesimo, ma per i due velocisti non sarà facile migliorare in slalom; chi potrà farlo è Riccardo Tonetti, che però parte dal trentacinquesimo posto in discesa e dunque prenderà il via dopo i primi 30. Parola comunque alla pista e al cronometro, perché la seconda manche della combinata sta per cominciare!

In attesa della seconda manche della combinata maschile valida per i Mondiali di sci St Moritz 2017 andiamo a vedere qual è la situazione in Coppa del Mondo in questa specialità. Situazione già definitiva, dal momento che erano in programma solo due combinate, entrambe già disputate. Il vincitore della Coppa di combinata è dunque il francese Alexis Pinturault con 111 punti, quasi tutti dovuti alla vittoria di Santa Caterina Valfurva, mentre a Wengen fu una delle tante vittime del drastico peggioramento delle condizioni durante la discesa che consegnarono la vittoria a sorpresa allo svizzero Niels Hintermann, che così può vantare 100 punti in classifica. A quota 92 punti ecco il norvegese Aleksander Aamodt Kilde e con 86 punti un altro svizzero, Justin Murisier, mentre a quota 80 ecco la strana coppia formata da Marcel Hirscher e dal francese Maxence Muzaton, secondi rispettivamente a Santa Caterina Valfurva e a Wengen, ma è chiaro che le classifiche non sono così importanti quando sono state disputate in tutto due gare, di cui una in condizioni estreme.

Praticamente finita la prima manche della combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017, per la precisione la discesa che costituisce il primo atto di questa gara “ibrida” che assegnerà il titolo nel pomeriggio dopo una manche di slalom. Si gareggia sotto uno splendido sole sullo stesso identico tracciato di ieri (ridotto rispetto a quello che avrebbe dovuto essere per la discesa) e al comando c’è sempre un ottimo Romed Baumann. L’austriaco ha ottenuto il miglior tempo in 1’39”25, precedendo di 12/100 il francese Adrien Theaux. Non sono mancati alcuni inserimenti di atleti meno attesi: al terzo posto pari merito troviamo infatti il tedesco Thomas Dressen e lo sloveno Martin Cater staccati di 32/100 da Baumann, quinto l’altro tedesco Andreas Sander che ha preceduto una coppia molto prestigiosa, quella formata da Kjetil Jansrud e Carlo Janka che troviamo ex-aequo al sesto posto davanti per un solo centesimo al miglior italiano, che è Dominik Paris ottavo a 69/100 da Baumann. Completando il quadro degli italiani, ricordiamo innanzitutto che Peter Fill è uscito, mentre Mattia Casse è tredicesimo a 95/100 e molto lontano è Riccardo Tonetti che accusa 3”16 di ritardo da Baumann, anche se il suo punto di forza è lo slalom. Citiamo dunque la situazione di tre sciatori che fra i pali stretti potrebbero migliore moltissimo la loro posizione, dando l’assalto al podio: lo svizzero Justin Murisier è staccato di 1”18 da Baumann, per Alexis Pinturault 1”46 da recuperare, mentre più lontano è Marcel Hirscher, il cui ritardo è di 2”30. Devono ancora scendere alcuni atleti di secondo piano (per non dire peggio), ma sostanzialmente l’appuntamento è per le 13.00, quando avrà inizio la seconda manche, quella appunto di slalom.

Siamo ormai entrati nel vivo dei questa prova del Mondiale di Sci 2017 a Sankt Moritz, dove oggi tronano protagonisti gli uomini con la combinata. Sono passati oltre al cancelletto di partenza circa una ventina di atleti che hanno dato un primo quadro della classifica della prima manche che andremo subito a vedere: il testa al momento troviamo l’austriaco Romed Baumann che ha fermato il cronometro sul 1.39.25. Secondo posto per il francese Adrien Theaux, seguito dal norvegese Jansrud e dallo svizzero Carlo Janka, entrambi con il tempo di 1.39.93, a un solo centesimo dii ritardo ma alquanto posto l’azzurro Dominik Paris seguito dal duo austriaco Mayer e Kriechmayr, mentre chiudono la ton ten provvisoria gli svizzeri Caviezel e Murisei e il francese Muzaton.  Segnaliamo invece che l’altro azzurro già passato oltre il cancelletto, ovvero Peter Fill non ha realizzato un tempo valido visto che lo sciatore ha saltato una porta invalidando così di fatto la sua prova alla combinata dei Mondiali di sci 2017.

Sta per cominciare la combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017: appuntamento dunque fra pochi minuti per la prima manche della gara che unisce i due estremi opposti dello sci alpino, la discesa libera e lo slalom speciale. Una gara spesso imprevedibile appunto perché nelle due manche gli sciatori saranno obbligati ad affrontare due esercizi ben diversi - raramente in stagione chi affronta uno affronta pure l’altro - e per avere un quadro completo della situazione bisognerà aspettare, perché grandi rimonte o notevoli scivoloni sono praticamente normali, a seconda di quale specialità costituisce il punto di forza di ogni singolo atleta. La logica conseguenza è che sono favoriti gli sciatori polivalenti o chi sa unire una manche portentosa a una dignitosa: fra gli azzurri ad esempio Peter Fill e Dominik Paris devono puntare sulla discesa, Riccardo Tonetti invece sullo slalom. Parola dunque alla pista e al cronometro, perché la combinata maschile ai Mondiali di sci St Moritz 2017 sta per avere inizio. 

Si avvicina la combinata maschile valida per i Mondiali di sci St Moritz 2017, nell’attesa andiamo a citare due illustri precedenti. Il primo è quello del 2003, cioè quando i Mondiali furono ospitati come quest’anno proprio a Sankt Moritz. Il podio della combinata fu di grandissimo prestigio, dal momento che vinse lo statunitense Bode Miller davanti ai due norvegesi Lasse Kjus e Kjetil Andre Aamodt. Per i due scandinavi a dire il vero ci fu un po’ di delusione, dal momento che cedettero a Miller per distacchi assai ridotti, rispettivamente 7 e 13 centesimi di secondo. Passato molto più recente sono gli ultimi Mondiali, quelli di Vail/Beaver Creek 2015: in questo caso la vittoria andò a Marcel Hirscher, che seppe unire fortuna (in discesa si classificò trentesimo partendo così per primo in slalom) e bravura, perché comunque la rimonta da trentesimo a primo fu sensazionale anche per l’austriaco. Secondo posto per Kjetil Jansrud con un ritardo di 19/100, completò il podio il padrone di casa Ted Ligety, staccato di 30/100 da Hirscher.

Anche oggi continuano a spron battuto i Mondiali di sci Sankt Moritz 2017, appuntamento centrale della stagione dello sci alpino. Il titolo in palio è quello della combinata maschile, che apre la seconda settimana della rassegna iridata che ha luogo quest'anno nella celeberrima località delle Alpi svizzere, canton Grigioni. Forse meno attesa delle gare del weekend, ma pur sempre assegna un titolo e tre medaglie. Eccovi dunque subito tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi questa combinata di St Moritz, che come sempre sarà caratterizzata da una manche di discesa e una di slalom.

La partenza del primo atleta che si presenterà al cancelletto è in programma per le ore 10.00 nella prima manche, mentre la seconda avrà inizio alle ore 13.00. Diciamo subito che l'appuntamento per tutti gli appassionati che non potranno seguire dal vivo la gara di Sankt Moritz sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose ai Mondiali di St Moritz (www.fis-ski.com).

La combinata, come abbiamo già accennato, è una gara ibrida che unisce la specialità più veloce e quella più tecnica dello sci alpino: ai Mondiali e alle Olimpiadi ha il suo fascino, perché premia lo sciatore più completo e può regalare duelli emozionanti per le medaglie fra chi ha nella discesa il suo punto di forza e chi invece fa affidamento in particolare sullo slalom. Agli albori dello sci era anzi considerata la gara per eccellenza, vedi i ricordi delle prime Olimpiadi oppure delle prime gare a Wengen o Kitzbuhel, quando contava la classifica complessiva di discesa e slalom, oggi invece il discorso è un po' diverso, anche perché il livello tecnico spesso non è all'altezza delle altre gare, in particolare quando gli atleti scendono nella disciplina meno favorita, soprattutto se si tratta di nomi di secondo piano che abbondano in particolare a Mondiali ed Olimpiadi, quando le Nazioni più forti non possono andare oltre i quattro concorrenti. Come però dicevamo in precedenza, c'è il pathos della lotta fra i migliori per le tre posizioni sul podio che rende comunque interessante la combinata nei grandi eventi.

Ulteriore difficoltà nel presentare questa gara è il fatto che in questa stagione in Coppa del Mondo si sono disputate solo due combinate - e non ce ne saranno più nella parte finale del Circo Bianco. Inoltre quella di Wengen ci ha regalato risultati ben poco significativi a causa delle condizioni in cui si gareggiò in discesa. Più attendibile quella di Santa Caterina Valfurva, che fu molto favorevole agli slalomisti e vide la vittoria di Alexis Pinturault davanti a Marcel Hirscher, due autorevoli candidati al successo se limiteranno i danni in discesa. In casa Italia invece puntano naturalmente sulla prova veloce sia Dominik Paris sia Peter Fill, entrambi già capaci di salire sul podio in combinata - Fill anche ai Mondiali - mentre Riccardo Tonetti dovrà limitare i danni in discesa e provare poi a scatenarsi in slalom.