Probabili formazioni / Lazio-Milan: sfida balcanica in mediana. Quote, le ultime novità live (oggi 13 febbraio 2017 Serie A 24^ giornata)

Redazione

Probabili formazioni Lazio-Milan: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio Olimpico ed è valida per la ventiquattresima giortnata del campionato di Serie A

Pubblicazione: lunedì 13 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: lunedì 13 febbraio 2017, 19.04

, il Monday Night che chiude la giornata di Serie A, sarà molto interessante anche per i duelli che vedremo in campo; tra questi ovviamente anche quello tra Sergej Milinkovic-Savic e Mario Pasalic. Un derby serbo-croato tra due giocatori che sono coetanei e che insieme fanno 43 anni (Pasalic ne ha compiuti 22 lo scorso giovedì); due centrocampisti che sono anche piuttosto simili per come stanno in campo e interpretano il ruolo. Hanno segnato 7 gol in totale in questo campionato (sono quattro per Milinkovic-Savic); mezzali di inserimento che si rendono davvero molto utili nella costruzione della manovra e anche nell’interdizione (qui Pasalic può ancora crescere). Il fisico di Milinkovic-Savic (191 centimetri di altezza) lo rende un fattore anche sulle palle da fermo, Pasalic invece ha maggiormente gli inserimenti senza palla in area di rigore (come ha dimostrato mercoledì a Bologna); questa sera graviteranno spesso e volentieri nella stessa zona di campo e dunque entreranno in contrasto. Va detto che il serbo della Lazio pur avendo 21 anni sembra già un veterano per come sta in campo e per il ruolo che Simone Inzaghi gli ha ritagliato addosso - ma è stato Pioli a lanciarlo; Pasalic sembrava essere un oggetto misterioso nella prima parte di stagione, ma quando Vincenzo Montella lo ha messo in campo lui ha risposto presente e da quel momento non è quasi mai più uscito, diventando uno dei giocatori più importanti di questo Milan che continua la sua corsa verso il ritorno in Europa. 

La situazione indisponibili è diametralmente opposta per Lazio e Milan. In casa biancoceleste non ci sono problemi di formazioni, mister Simone Inzaghi può contare su tutta la rosa e quindi su un’ampia possibilità di scelta. Unico giocatore in dubbio è il terzino spagnolo Patric, vittima di un attacco influenzale in settimana. Al contrario il Milan di Vincenzo Montella deve fare a meno di 7 giocatori: le assieme si concentrano in particolare in difesa. Il recupero infrasettimanale in casa del Bologna ha portato altre brutte notizie: Gabriel Paletta è stato espulso per somma d’ammonizioni e quindi squalificato per un turno, mentre Alessio Romagnoli si è procurato una lesione muscolare alla coscia destra e tornerà a marzo. Problemi che vanno a sommarsi a quelli con cui Montella doveva già fare i conti: gli infortuni dei terzini De Sciglio e Antonelli, alle prese rispettivamente con una distorsione ad una caviglia ed un problema muscolare. A centrocampo manca Riccardo Montolivo, ancora in fase di recupero dopo l’infortunio al crociato sinistro subito in ottobre. Infine manca all’appello Giacomo Bonaventura, che ha terminato anzitempo la sua stagione per una lesione al tendine lungo della gamba sinistra.

Con la formazione ufficiale decimata da infortuni e squalifiche il protagonista più atteso del Milan impegnato oggi contro la Lazio nel posticipo della 24^gironata di campionato rimane il nuovo acquisto di Montella, Gerard Deulofeu. Lo spagnolo, giunto in rossonero solo poche settimane fa nella finestra invernale di calciomercato, in prestito fino a fine stagione dall’Everton è riuscito subito a mettersi in lue sia agli occhi di Montella che dei tifosi, offrendo a destra quella qualità di gioco che è mancata in questi ultimi turni appuntamenti del Milan, che soffre della crisi dei suoi attaccanti. Per Deulofeu il bilancio stagionale offre appena un assist, offerto a Pasalic, autore del gol contro il Bologna nella scorsa giornata di campionato. A confronto tra i protagonisti abbiamo scelto per la formazione della Lazio Keita Baldè, appena tornato a disposizione del tecnico Inzaghi dopo l’esperienza con la nazionale della Guinea Bissau in Coppa d’Africa. La pausa nazionale ha non ha minimamente abbassato il livello prestazionale dell’ala sinistra biancoceleste, che ha già messo a segno un gol al Pescara appena sbarcato nella capitale.

Per il posticipo della 24^ giornata di Serie a tra Lazio e Milan, sia Inzaghi che Montella, assenti a parte non possono che mettere in campo la formazione il più possibile titolare, data l’importanza capitale di questo incontro e il valore tecnico dell’avversario. Nell’osservare le probabili formazioni attese domani all’Olimpico, non posiamo non notare come a centrocampo le statistiche ufficiali della serie A premino il biancoceleste Parolo e il rossonero Suso, di cui ore vedremo tutti i dettagli. Il primo citato è Marco Parolo, centrocampista biancoceleste dal 2014, eroe dei tifosi laziali dopo il poker di gol segnato nella precedente giornata di campionato contro il Pescara: i suoi numeri per la stagione corrente di serie A ci ricordano 5 gol (4 contro i delfini e uno segnato contro la Sampdoria) oltre a 22 presenze, 2064 minuti e 11.7 km di media nelle gambe a cui vanno aggiunti sei assist, 28 occasioni gol e 37 tiri. A confronto nello stesso ruolo naturale le statistiche premiano come migliore tra i giocatori del Milan Suso, esterno spagnolo in maglia rossonera dal 2016 dopo un passato al genoa e al Liverpool. Per lui i numeri della stagione 2016-2017 di serie A ci ricordano  che in 23 presenze e quasi 2000 minuti di gioco nelle gambe Suso ha realizzato 5 gol (contro Napoli, Palermo, Inter in doppietta e Empoli), 30 occasioni da gol create, 14 assist e 47 tiri. 

Nel posticipo della 24^ giornata di campionato, ovvero Lazio-Milan sono davvero pochi i ballottaggi in corso per le probabili formazioni che vedremo in campo all’Olimpico ma per ragioni diverse: in casa biancoceleste Inzaghi non vuole sbagliare nulla e avendo tutti i titolari a disposizione non dovrebbero esserci particolari sorprese; nel Milan assenti per infortuni e squalifiche lasciano ben poche scelte in mano a Montella. Nella Lazio l’unico dubbio tra i titolari rimane tra Keita e Lulic, ma se il primo appare in rande forma, il secondo potrebbe riciclarsi al posto di Hoedt in difesa, di fianco all’inossidabile De Vrij. Per la formazione rossonera invece altri problemi in difesa per il tecnico Vincenzo Montella,  con Calabria che vittima di un problema alla caviglia rimane in ballottaggio con Vangioni sulla sinistra del classici schieramento a quattro. Bertolacci dovrebbe prendere il posto dello squalificato Kucka a destra di Locatelli, ma per lo stesso ruolo rimane in ballottaggio anche Poli che tanto ha fatto bene contro il Bologna. Sempre in auge infine il dubbio tra Bacca e Lapadula come punta centrale, con il colombiano dato ancora una volta per favorito.  

Chiude la ventiquattresima giornata di Serie A 2016-2017: squadre in campo lunedì 13 febbraio allo stadio Olimpico per una partita entusiasmante (almeno sulla carta) con in palio punti importanti per la qualificazione alle prossime coppe europee. Impegnato nel recupero della diciottesima giornata, il Milan potrebbe aver trovato la svolta della stagione vincendo a Bologna, con un gol a ridosso del novantesimo e due uomini in meno; la Lazio però è un osso duro, non tanto per i sei gol segnati al Pescara ma per il modo in cui è sempre riuscita ad esprimersi nel corso di questa stagione. Per questo aspettiamo con grande trepidazione che le due squadre scendano in campo allo stadio Olimpico; nel frattempo possiamo analizzare le scelte dei due allenatori e studiare nel dettaglio le probabili formazioni di Lazio-Milan.

Per Lazio-Milan partita valida per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie A 2016-2017, le quote Snai ci danno le seguenti informazioni: il segno 1 (vittoria Lazio) vale 1,83; il segno X (pareggio) vale 3,65 mentre il segno 2 (vittoria Milan) porta in dote 4,25 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

Formazione sostanzialmente fatta per Simone Inzaghi, che deve rinunciare al solo Lombardi; il tecnico della Lazio ha cambiato poco nel corso della stagione e ragionevolmente non lo fa ora in una partita così delicata. Wallace si prepara ad affiancare De Vrij al centro della difesa, mentre Basta e Radu saranno i terzini; il centrocampo è il reparto che ha subito meno variazioni e che Inzaghi ha modificato soltanto quando vi è stato costretto. Lucas Biglia il playmaker, Parolo e Milinkovic-Savic le mezzali di assalto; al netto del poker che Parolo ha centrato a Pescara, sia lui che il giovane serbo hanno dimostrato di vedere molto bene la porta e dunque di essere piuttosto pericolosi in zona gol, aumentando dunque il peso specifico offensivo nel quale ovviamente Ciro Immobile dovrà giocare una parte importante. A completare il tridente saranno invece Felipe Anderson e Keita Balde Diao, due giocatori veloci e di qualità che possono essere vitali in questa partita, puntando continuamente i terzini del Milan per creare superiorità numerica.

Anche Vincenzo Montella ha deciso, ma per lui le cose sono ben diverse: il Milan infatti arriva a questa partita con due squalificati e una difesa tutta da inventare. Gustavo Gomez e Cristian Zapata hanno giocato insieme praticamente solo il secondo tempo di Bologna, Calabria - se ce la farà - rientra da un infortunio e dunque Abate, che giocherà come sempre a destra, dovrà provare a essere leader di questo reparto con la sua esperienza. A centrocampo invece mancherà Kucka, che mercoledì a Bologna si è beccato due ammonizioni nel giro di sei minuti; Montella lo sostituirà con Bertolacci, che è in netto vantaggio rispetto a José Sosa (il Principito torna dalla squalifica). Locatelli sarà schierato come regista e per lui si prospetta una partita complicata contro Biglia, dall’altra parte del campo sta diventando sempre più importante Pasalic, che ha già segnato un paio di gol pesanti. Nel tridente offensivo Suso e Deulofeu sono chiamati ancora una volta a essere decisivi con la loro qualità; in mezzo potrebbe giocare ancora Bacca, ma Lapadula scalpita per una maglia da titolare.

Probabili formazioni / Lazio-Milan: sfida balcanica in mediana. Quote, le ultime novità live (oggi 13 febbraio 2017 Serie A 24^ giornata)