VELTMAN ANTISPORTIVO / Video, l'esterno dell'Ajax finge di fermare il gioco e scatta: "Una furbata". Cosa avrebbe dovuto fare l'arbitro?

Redazione

Veltman antisportivo, video. L'esterno dell'Ajax finge di fermare il gioco e scatta: "Una furbata". Cosa avrebbe dovuto fare l'arbitro? Ecco cosa dice il regolamento sul gesto del giocatore

VELTMAN ANTISPORTIVO / Video, l'esterno dell'Ajax finge di fermare il gioco e scatta: 'Una furbata'. Cosa avrebbe dovuto fare l'arbitro? Joel Veltman

Pubblicazione: martedì 14 febbraio 2017

Montano le polemiche sulla furbata di Joel Veltman, l'esterno dell'Ajax protagonista di un gesto antisportivo. Durante la partita di domenica contro lo Sparta Rotterdam un compagno, Bertrand, resta a terra dopo uno scontro, quindi chiede di arrestare il gioco, poi però scappa sulla fascia sorprendendo così gli avversari. Lo spunto non ha portato ad un'occasione pericolosa, altrimenti il caso avrebbe fatto ancor più discutere.

Le dichiarazioni del furbetto nel post-partita non sono sicuramente servite a stemperare gli animi dei tifosi: «Cosa avrei fatto se avesse portato al gol? Un gol è un gol!». Poi però ha ammesso l'errore: «Ho fatto finta di calciare il pallone fuori e quando l'avversario si è distratto ho ripreso a giocare». Successivamente sono arrivate le scuse ai giocatori dello Sparta Rotterdam: «So che non è forse la cosa più bella da fare, ma è stata una furbata, niente di più. Posso anche riderci su. Anche i miei compagni mi hanno detto che mi avrebbero tirato un calcione se l'avessero fatto a loro. Non è che mi sono trovato uno contro uno col portiere» ha spiegato Veltman, che ha promesso di non rifarlo più. Del resto chi ci cascherebbe d'ora in poi?

Il web comunque si è scatenato sul caso clamoroso di anti-fair play. Sui social, oltre ai commenti negativi rivolti a Veltman, ci si chiede cosa avrebbe dovuto fare l'arbitro in quel caso. Il regolamento non può prevedere tutto quello che può succedere, ma dà gli strumenti all'arbitro per sanzionare certi gesti. Come evidenziato da Lorenzo Fontani di Sky Sport, si tratta di "comportamento antisportivo", contrario cioè allo spirito del gioco. Nel regolamento non c'è un esempio che ricorda il caso Veltman, ma, ad esempio, è vietato ingannare verbalmente un avversario. Veltman andava quindi ammonito. Anche l'arbitro, dunque, è rimasto sorpreso. Clicca qui per vedere la furbata di Veltman.