Diretta / Juventus-Palermo (risultato finale 4-1) info streaming video e tv: goleada Juve! (Serie A 2017)

Redazione

Diretta Juventus-Palermo: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live e cronaca. E' in programma venerdì 17 febbraio 2017 alle ore 20.45

Diretta / Juventus-Palermo (risultato finale 4-1) info streaming video e tv: goleada Juve! (Serie A 2017) Il centrocampista della Juventus, Sami Khedira (Lapresse)

Pubblicazione: venerdì 17 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: venerdì 17 febbraio 2017, 22.39

Juventus-Palermo termina 4-1, decima vittoria consecutiva negli ultimi 6 anni per i bianconeri sui siciliani, che almeno spezzano il digiuno a livello di gol segnati... Secondo tempo senza storia allo Stadium, chiuso dal poker bianconero: contropiede di Higuain, fallo evidente di Goldaniga su di lui ma volontà di ferro di segnare, anzi di far segnare Dybala. Perfetto l'assist per il compagno e altrettanto il mancino angolato della Joya, alla doppietta personale. Poi nel recupero gol della bandiera per Chochev, con perfetto colpo di testa su cross che proveniva dalla bandierina del corner e addirittura rischio di 4-2 per gli ospiti, con salvataggio di Bonucci sulla linea. Poco da aggiungere però a livello generale: la Juve c'è ed è prontissima per il Porto, con un +10 in classifica - in attesa della Roma e del Napoli - sulla seconda che fa riflettere sugli equilibri di questa Serie A. Sempre più bianconera, anche per la stagione 2016/17.

Juventus-Palermo 3-0 e fine dei giochi, quando siamo entrati nel finale della sfida tra bianconeri e rosanero! 19° centro in campionato per il Pipita Higuain, con classico tocco sotto sull'uscita del portiere, su assist di Dybala. Minuto 63, sipario sul match. Ancora cambi da una parte e dall'altra, con Embalo e Diamanti in campo per Diego Lopez, Cuadrado e Rincon per Allegri; il brivido più freddo è arrivato al 77°, quando uno scontro tra Goldaniga e Posavec, in uscita, ha fatto temere il peggio per qualche istante. Caduta orribile, senza sensi, dell'estremo difensore, con primi cenni dei compagni a dir poco allarmati. Poi però ripresa pronta per lui, con cambio addirittura evitato e rientro tra i pali. Agonisticamente comunque la partita è già in archivio, continuano a combinare Higuain e Dybala a caccia di nuovi gol, il Palermo cerca di contenere il passivo...

È ripartita con il primo cambio della serata: Allegri toglie subito dal campo Khedira, preservando il tedesco in vista del Porto. Dentro Lemina. 4-4-2 del tecnico livornese, con Pjaca a sinistra e Sturaro a destra. Proprio un'accelerazione del croato ha creato problemi al Palermo, al 50°: azione insistita al limite e tocco finale di Posavec, dopo un tiro cross di Sturaro, a mettere la palla in corner. E' arrivata quindi anche la risposta di Diego Lopez, quanto a sostituzioni: in campo Sunjic tra le fila siciliane, fuori Jajalo. In generale la sfida resta simile al primo tempo, con la Juve costantemente proiettata verso la porta palermitana, anche se finora senza la necessaria lucidità; tante difficoltà invece per gli ospiti nelle ripartenze, rispetto ai primi 45' di gioco. E si scaldano in panchina anche Rincon e Pjanic, possibili prossimi cambi bianconeri. Si resta sul 2-0 Juve allo Stadium.

Juventus-Palermo 2-0 a fine primo tempo, vantaggio bianconero a metà match ma con una seconda porzione di match - dopo il vantaggio juventino - che ha fatto spazientire Allegri! Gioco piuttosto lento per i campioni d'Italia: giocata individuale con tiro di sinistro per Dybala, al minuto 33, apprezzabile per fantasia e tecnica ma poco pericolosa. Poco dopo giallo per Marchisio, per un fallo molto vistoso e duro su Bruno Henrique. Ma soprattutto, al 37°, enorme occasione potenziale per Balogh: errore in difesa di Dani Alves, palla servita all'avversario e anticipo provvidenziale in scivolata di Asamoah sull'ungherese, che salva un gol quasi sicuro, in acrobazia! A scacciare ogni pensiero è arrivato il colpo letale per gli ospiti a firma Dybala: gol dell'ex trovato stavolta dalla Joya, con una punizione perfetta al 40°, all'incrocio dei pali, da fuoriclasse. Difficile pensare che nel secondo tempo il copione possare riservare sorprese a vantaggio di Diego Lopez, la sfida sembra già più che segnata, allo Stadium...

Juventus-Palermo 1-0 alla mezzora del primo tempo e gli ospiti hanno cercato, dopo il sigillo di Marchisio, di riaprire subito il discorso-punteggio: palla gol nitida per Nestorovski al minuto 17, con tiro da posizione decentrata e parata affannosa di Buffon, a salvare la propria porta! Dall'altra parte primi segnali di talento lanciati da Pjaca, che quando parte palla al piede dalla fascia sinistra (Allegri ha cambiato la disposizione offensiva, retrocedendo Sturaro) è imprendibile: grande assist per Khedira al 21° per il croato con tocco troppo timido del centrocampista tedesco e salvataggio di Posavec e Aleesami. Poi ancora Palermo, al tiro con Balogh dopo una leggerezza in chiusura di Bonucci: parata in due tempi per Buffon ma i rosanero ora sono certamente più "in partita" rispetto all'avvio e cercano la zampata a sorpresa, con discreta personalità...

È partita con i padroni di casa - come di consueto - padroni della situazione, allo Stadium. Ritmi non eccezionali quanto ad intensità di gioco ma prima occasione a referto già dopo 5 minuti: punizione per la Juve da 25 metri (ammonito Goldaniga per il brutto fallo su Sturaro), mancino a girare di Dybala e gol dell'ex evitato solo dal palo della porta di Posavec! Subito pericolosa quindi la Vecchia Signora, impensierita poi da un paio di ripartenze rosanero, senza però la giusta efficacia di Balogh e Sallai, nelle scelte per aprirsi lo spazio e concludere. Al minuto 10 spunto di Pjaca con ingresso in area e contatto ai limiti del fallo con Andelkovic: qualche protesta (in particolare dei tifosi juventini) ma è sembrata corretta la decisione di Di Bello di lasciare giocare. Il punteggio l'ha poi sbloccato Marchisio, al rientro tra i titolari con gol, al 13°: punizione di Dani Alves, primo tiro di Higuain respinto da Posavec e quindi tap in facile per Marchisio, che mette in discesa la serata per Allegri!

Juventus-Palermo avrà inizio fra pochi minuti allo Stadium bianconero, dove le formazioni ufficiali delle due squadre sono già state comunicate. La Juventus deve innanzitutto evitare il rischio di avere già la testa al Porto: Massimiliano Allegri fa turnover rilanciando Benatia in difesa e proponendo un centrocampo decisamente inedito, con Pjaca e Sturaro titolari. Da capire se sarà un 4-2-3-1 con Higuain punta avanzata oppure un 4-3-3, con Sturaro sulla linea dei centrocampisti e Pjaca e Dybala al fianco dell’argentino. Qualche novità anche nel Palermo, dove Diego Lopez presenta un tridente d’attacco con Sallai e Balogh ai fianchi di Nestorovski per provare una sorpresa che sarebbe davvero clamorosa. Adesso però la parola deve passare al campo, perché Juventus-Palermo sta per cominciare! JUVENTUS (4-2-3-1): 1 Buffon (cap.); 23 D. Alves, 4 Benatia, 19 Bonucci, 22 Asamoah; 6 Khedira, 8 Marchisio; 20 Pjaca, 21 Dybala, 27 Sturaro; 9 Higuain. A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 5 Pjanic, 7 Cuadrado, 12 A. Sandro, 18 Lemina, 24 Rugani, 26 Lichtsteiner, 28 Rincon, 34 Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri. PALERMO (4-3-3): 1 Posavec; 3 Rispoli (cap.), 6 Goldaniga, 4 Andelkovic, 19 Aleesami; 28 Jajalo, 25 B. Henrique, 18 Chochev; 20 Sallai, 30 Nestorovski, 22 Balogh. A disposizione: 55 Marson, 58 Breza, 2 Vitiello, 8 Trajkovski, 11 Embalo, 12 Gonzalez, 14 Gazzi, 15 Cionek, 23 Diamanti, 44 Sunjic, 89 Morganella. Allenatore: Diego Lopez.

Attacchi a confronto in Juventus-Palermo: andiamo a vedere quando le due squadre segnano i loro gol in campionato. Naturalmente i numeri sono ben diversi; la Juventus ha 49 reti, e la percentuale più alta di questi arriva tra il 60’ e il 75’: ben 13 di questi gol arrivano in questo quarto d’ora, 10 invece sono segnati nei primi 15 minuti di partita. Dunque una cosa si può dire dei bianconeri: attenzione ai loro inizi arrembanti, ma la squadra di Massimiliano Allegri sa anche cambiare marcia quando gli avversari iniziano a perdere colpi dal punto di vista fisico. Per quanto riguarda i gol subiti, 9 arrivano nel secondo tempo e quattro di questi proprio tra il 60’ e il 75’. Il Palermo non ha una striscia più prolifica rispetto ad altre, ma una cosa dobbiamo dirla: 10 gol dei rosanero arrivano tra 1’ e 15’ e 75’ e 90’, 5 per ogni spicchio. Il Palermo insomma sarà anche terzultimo in classifica, ma non è usuale che nel finale sia arrembante. Il problema è il secondo tempo: dopo l’ora di gioco arriva un quarto d’ora in cui la squadra siciliana ha subito la bellezza di 11 gol, mentre sono 20 nell’ultima mezz’ora e 27 nella ripresa. Bella differenza rispetto al primo tempo (17 gol subiti, 7 nel quarto d’ora finale).

Per la 25^ giornata di serie A la Juventus ospita il Palermo e quello tra bianconeri e rosanero sarà il match numero 57 nella storia dei loro testa a testa. Nel bilancio più recente, ricordiamo che negli ultimi nove confronti in campionato il Palermo ha sempre perso e non ha mai segnato un goal. La sfida di Diego Lopez oggi sarà quindi riuscire a mettere a segno almeno un marcatura contro i padroni di casa, davvero insuperabili in questa stagione 2016-2017. Il precedente più recente tra Juventus e Palermo risale ovviamente alla sfida di andata delle stagione di serie A in corso: all’epoca al Barbera la compagine di Mister Allegri si era affermata con il risultato di 1-0, possibile grazie un autogoal di Goldaniga. Nello scorso campionato sono arrivate due vittorie, sempre per i bianconeri: un 3 a 0 a Palermo firmato Mandzukic (oggi assente per squlalifica), Sturaro e Zaza, e un 4 a 0 casalingo "griffato" da Khedira, Pogba, Cuadrado e Padoin. Probabile che stavolta sia Higuain a timbrare il cartellino, visto che il Pipita cerca la fuga nella classifica dei migliori marcatori del campionato. 

È l'anticipo del venerdì sera della 25esima giornata di Serie A: favorita d'obbligo? Ovviamente la Vecchia Signora come confermato dalle statistiche della Lega Calcio, oltre che dalla posizione in classifica. La formazione di Massimiliano Allegri si fa preferire a quella rosanero su tutti i piani, a partire dalla media gol: 2,04 a partita per la Juve contro 0,83 del Palermo. I bianconeri cercano molto la conclusione: per il momento hanno realizzato 299 tiri totali, di cui 163 nello specchio della porta e 136 fuori; in questa particolare classifica il Palermo è la penultima squadra del campionato con 175 tiri, di cui 90 in porta e 85 fuori. La formazione di casa allo Juventus Stadium cercherà di tenere la propria porta inviolata: un compito facilitato dal fatto che la squadra bianconera è quella che subisce meno tiri nello specchio (51); ben di più sono quelli subiti dal Palermo (98) e se pensiamo che la Juventus potrà schierare l'attuale capocannoniere della Serie A, Gonzalo Higuain, già a quota 18 reti, il pubblico siciliano farebbe bene a prepararsi ad una serata di sofferenze...

Vediamo quali saranno i bomber che si sfideranno nell'anticipo tra Juventus e Palermo, allo Stadium di Torino. Partiamo dai bianconeri, con Massimiliano Allegri che si affiderà in attacco come sempre a Gonzalo Higuain: l'attaccante ex Napoli ha segnato la bellezza di diciotto reti in campionato, al primo posto insieme ad Edin Dzeko nella classifica marcatori. La Juventus ha segnato in totale quarantanove gol in ventiquattro partite, la percentuale di realizzazione di Higuain è pari al 40.8% considerando che l'attaccante ha collezionato anche due assist vincenti in Serie A. Passiamo al Palermo, il bomber non potrà che essere Ilija Nestorovski: l'attaccante macedone è il più prolifico del Palermo con i suoi nove gol segnati in campionato, il tecnico punterà su di lui in questa delicata trasferta dello Juventus Stadium. Il Palermo ha segnato in totale venti gol in stagione, la percentuale reti di Nestorovski è pari al 60% visto che ha collezionato anche tre assist.

Sarà diretta dall’arbitro Marco Di Bello, della sezione Aia di Brindisi. Il fischietto pugliese allo Juventus Stadium sarà assistito dai guardalinee Gianluca Cariolato e Mauro Vivenzi, dal quarto uomo Omar Gava e dagli arbitri addizionali d’area Domenico Celi e Riccardo Pinzani, tutti designati per l’anticipo che apre la venticinquesima giornata di Serie A. Di Bello nel corso di questo campionato ha già arbitrato 10 partite, nelle quali ha comminato 56 ammonizioni e tre espulsioni, delle quali una per rosso diretto, mentre sono stati cinque i calci d’angolo assegnati. Sempre limitandoci a questo campionato, non ci sono precedenti incroci fra Di Bello e il Palermo, invece ha già diretto un incontro della Juventus anche se dobbiamo tornare al 10 settembre scorso, quando i bianconeri vinsero per 3-1 contro il Sassuolo sempre allo Stadium. In totale Di Bello ha arbitrato la Juventus in quattro occasioni, con tre vittorie e un pareggio, mentre con il Palermo i precedenti sono ben otto e il bilancio dei rosanero con questo arbitro è di tre vittorie, un pareggio e quattro sconfitte.

diretta dall'arbitro Di Bello, è la partita che inaugura il programma della venticinquesima giornata di Serie A 2016-2017, l'incontro è previsto per venerdì 17 febbraio 2017 con il calcio d'inizio fissato per le ore 20.45 presso lo Juventus Stadium. L'anticipo è dovuto all'imminente impegno in Champions League dei bianconeri che voleranno in Portogallo per disputare l'andata degli ottavi di finale in casa del Porto, in programma il mercoledì successivo, e dunque era fondamentale per gli uomini di Allegri avere più tempo possibile per preparare questa gara che potrebbe fare da spartiacque nella stagione della Vecchia Signora. In campionato la Juventus sta viaggiando ad ali spiegate verso il sesto titolo consecutivo (sarebbe un record assoluto nella storia del calcio italiano), dopo il successo esterno al Sant'Elia di Cagliari le vittorie sono diventate venti in ventiquattro giornate, un ruolino di marcia pressoché perfetto se non fosse per le isolate battute d'arresto contro Inter, Milan, Genoa e Fiorentina, sconfitte che sono comunque servite a dare ulteriore benzina ai bianconeri che dopo ogni ko hanno ripreso puntualmente a correre. 

Da sottolineare che la squadra di Allegri, inoltre, non ha mai pareggiato e dunque non conosce mezze misure: o vince o perde. In casa è ancora a punteggio pieno (così come la Roma) perciò contro il Palermo la Juventus ha la ghiotta possibilità di mantenere a sette (se non incrementare) i punti di vantaggio nei confronti dei giallorossi che attualmente occupano la seconda posizione in classifica.

Per i rosanero, impegnati in una corsa disperata per non retrocedere, si tratta di una missione ai limiti dell'impossibile, quella di fare punti allo Juventus Stadium: gli uomini di Diego Lopez, reduci dalla sconfitta interna contro l'Atalanta (1-3) devono assolutamente ridurre il gap di otto punti che li separa dal quartultimo posto, ma a meno di clamorosi black-out da parte degli avversari sembra un'impresa al di fuori della portata di Nestorovski e compagni, nonostante ad Allegri verranno a mancare gli infortunati Barzagli e Chiellini e lo squalificato Mandzukic, il tecnico di Livorno potrà contare su delle validissime alternative che in altre squadre sarebbero sicuramente titolari inamovibili.

Sebbene è molto probabile che Allegri faccia ampio ricorso al turnover per far riposare i titolarissimi in vista della gara di Champions League contro il Porto, la Juventus rimane nettamente favorita per la vittoria secondo i bookmaker. Infatti l'1 dei padroni di casa su Unibet viene dato a una cifra irrisoria di 1,15; quote significativamente più alte per l'X (9,00 su Betclic) e per il 2 degli ospiti (addirittura 21,00 su WilliamHill). La difesa del Palermo, che nel corso di questa stagione ha dimostrato di essere piuttosto carente, contro l'attacco della Juventus soffrirà in maniera particolare, a tal punto che le agenzie di scommesse on-line hanno fissato per l'Over (1,48 su Bet365) una quota molto più bassa rispetto all'Under (2,67). Basti inoltre pensare che su Tipico.it giocando il risultato esatto di 4 a 0 per la Juventus si vince una somma pari a 9,50 volte quella puntata.

Juventus e Palermo si sono già incontrate una volta nel corso di questo campionato: il match d'andata, che si è disputato lo scorso 24 settembre allo stadio Renzo Barbera sito nel capoluogo siciliano, ha visto i bianconeri prevalere di misura per 1 a 0 grazie all'autogol di Goldaniga che condannò i padroni di casa alla sconfitta e regalò i tre punti agli ospiti. Nei ventisette precedenti a Torino il bilancio è di venti vittorie per la Juventus, quattro successi per il Palermo e tre pareggi.

Juventus-Palermo sarà visibile sulle reti delle due pay-tv che operano nel mercato televisivo italiano, Sky Sport e Mediaset Premium. Sul satellite l'incontro andrà in onda sui canali 201, 206 e 251 (in alta definizione) con la diretta tv a partire dalle ore 20.45, mentre sul digitale terrestre i canali designati saranno il 370 (in SD) e il 380 (in HD). Per quanto riguarda la diretta streaming video su internet, i clienti Sky possono accedere al sito skygo.sky.it oppure scaricare l'app di Sky Go per smartphone e tablet; gli abbonati a Mediaset Premium dovranno invece collegarsi a play.mediasetpremium.it o in alternativa utilizzare l'app di Premium Play.