Diretta / Atalanta-Crotone (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: nerazzurri quarti in classifica! (Serie A 2017)

Redazione

Diretta Atalanta-Crotone info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Serie A valida per la 25^ giornata (oggi 18 febbraio 2017)

Pubblicazione: sabato 18 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: sabato 18 febbraio 2017, 19.59

Atalanta-Crotone termina 1-0 e l'anticipo di questa 25^ di Serie A conferma quanto i bergamaschi siano convinti, nella loro caccia all'impresa, ovvero la qualificazione in Europa League! Finale in crescendo, dopo un secondo tempo dominato, per i padroni di casa: vicinissimi al gol prima Petagna (doppio dribbling e tiro potente, respinto da Cordaz) e poi Gomez (incrocio dei pali fantastico) nel giro di un minuto... Grande brivido però a tre minuti dal 90°, con un gol annullato a Rosi, per giusto fuorigioco. Punizione di Barberis respinta corta da Berisha e tap in di testa del terzino ex Roma, fermato dal fischio di Banti. In ogni caso vittoria meritata per la banda-Gasp, con quarto posto in solitaria riconquistato, a +3 sull'Inter e a -3 dal Napoli, che ovviamente dovranno giocare il loro match domani!

Atalanta-Crotone 1-0 quando siamo entrati negli ultimi minuti della sfida all'Atleti Azzurri d'Italia, con i padroni di casa più volte vicini al colpo del KO! Bravissimo Petagna, tra i migliori in assoluto della serata: serpentina funambolica per lui al 60°, con fallo al limite dell'area di Ferrari, ammonito nell'occasione. Poi tiro alto sulla traversa del Papu Gomez, sul calcio piazzato. Prestazione al di sotto dell'altissima media tenuta finora nel 2017 per l'argentino, che è rimbalzato poi sulla barriera del Crotone al 68°, su punizione guadagnata da Kessie (ammonito anche Crisetig). Nicola ha deciso ad un quarto d'ora dalla fine di sbilanciare i suoi in avanti, a caccia del pari: fuori Claiton, dentro Simy per i calabresi. Non sembra però patire il cambio tattico l'Atalanta: unico tiro in porta, quello di Acosty al minuto 74, una conclusione deviata dalla difesa e facile da bloccare per Berisha. Sfida in ogni caso ancora aperta in questo finale, il Crotone non vuole arrendersi!

È ripartita senza cambi e con i padroni di casa subito al forcing, dopo una prima frazione che come detto è risultata abbastanza deludente. Cambio di ritmo negli attacchi di Kessie & co, con primo cross dopo meno di un minuto di Spinazzola a cercare Petagna, fermato dalla difesa calabrese. Ma la spinta impetuosa dei bergamaschi ha prodotto un frutto, prezioso per Gasperini, già al minuto 49: assist proprio di Petagna, molto bravo nel movimento a liberarsi della marcatura e nel cross, con tocco sottoporta di Conti, abile nel taglio offensivo! Vantaggio atalantino in avvio di ripresa e difficoltà ora per gli ospiti, nel contenere le offensive di Gomez e compagni, svegliatisi in ritardo - dopo 45' di gioco lento e bloccato a centrocampo - ma in questo momento convinti e "affamati" di gol! Ammonito poco fa Freuler, per un fallo su Acosty, molto veloce nelle ripartenze palla al piede. Ma lo scoglio più difficile, quello della rete dell'1-0, ormai è superato per l'Atalanta!

Atalanta-Crotone 0-0 a fine primo tempo allo stadio Atleti Azzurri d'Italia, prima metà di match decisamente deludente, con zero tiri in porta e pochissime azioni d'attacco, in particolare per i padroni di casa. Disoccupati i due portieri, Berisha e Cordaz, che non hanno toccato mezzo pallone in 45' di gioco. Unica vera possibilità per segnare, per l'Atalanta, al minuto 37: calcio d'angolo battuto da Gomez, inserimento di Toloi e colpo di testa alto di poco oltre la traversa. Si è giocato poco tra l'altro nel finale per due infortuni, occorsi a Falcinelli e Rosi (ammonito inoltre in precedenza). Per entrambi nessun problema nel proseguire, rientrando dopo le cure dello staff di Nicola. Ci aspettiamo sicuramente una ripresa differente, con i nerazzurri più determinati alla ricerca del vantaggio, mentre il Crotone cercherà di reggere, prolungando una prestazione di squadra molto solida e quasi perfetta, per ora!

Atalanta-Crotone 0-0 alla mezzora del primo tempo, in una partita che sta sorprendendo per l'equilibrio complessivo: calabresi aggressivi, abili nel pressing e mai in difficoltà contro l'attacco nerazzurro, ancora lontanissimo dal creare grattacapi alla difesa di Nicola. Nessuna possibilità di ragionare palla al piede per Freuler e Kessie, in enorme difficoltà nella fase di impostazione. Le ripartenze del Crotone, per fortuna di Gasperini, restano solo nelle intenzioni, anche causa imprecisione di Acosty & co ma l'Atalanta ha bisogno di un cambio radicale di prestazione, per prendere in mano un match finora molto complicato. Tabellino ancora vuoto, si attendono con ansia le prime occasioni da gol e i primi tiri in porta; poco fa ottimo intervento in scivolata di Conti su Stoian, che stava per entrare minacciosamente in area. Niente di fatto sul successivo tiro dalla bandierina. Si resta sul pari a reti inviolate a Bergamo, con la prima ammonizione della serata ai danni di Masiello, per fallo su Acosty. Il difensore era diffidato e salterà la prossima giornata di campionato.

È iniziata con gli ospiti ben calati nel clima "caldo" a livello di tifo dell'Atleti Azzurri d'Italia, tanto da riuscire a mettere sotto con le prime azioni offensive l'Atalanta e conquistare il primo corner della serata. Senza esito però. Nerazzurri pazienti nel possesso palla, da fascia a fascia, con pochissima produzione comunque per quanto concerne i tiri verso la porta di Cordaz. Match ancora bloccato dunque ma ben impressiona l'approccio del Crotone, che promette di rendere dura la vita ai bergamaschi, a caccia di un'altra vittoria per restare nelle zone altissime della classifica. Perchè se Gasp vuole puntare davvero all'Europa League non ha scelto: in questa sfida, deve conquistare i 3 punti!

Atalanta-Crotone avrà inizio fra pochi minuti allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, dove le formazioni ufficiali delle due squadre che daranno vita a questo anticipo della 25^ giornata di Serie A sono già state comunicate. L’Atalanta è la grande rivelazione del campionato, il Crotone invece annaspa al penultimo posto: sulla carta dunque compito non molto difficile per i nerazzurri di Gian Piero Gasperini, che schiera la sua squadra con il modulo 3-4-1-2 nel quale Kurtic agisce da trequartista alle spalle della coppia Petagna-Gomez, esplosivi in campo e fuori. Il Crotone di Davide Nicola affronta invece questa difficile trasferta proponendo un 3-4-3 molto aggressivo, almeno sulla carta, incentrato sul tridente d’attacco formato da Acosty, Falcinelli e Stoian. Adesso però la parola deve passare al campo, perché Atalanta-Crotone sta per cominciare! ATALANTA: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. A disposizione: Gollini, Zukanovic, Hateboer, Dramé, Raimondi, Migliaccio, Cristante, Grassi, D'Alessandro, Mounier, Pešic, Paloschi. Allenatore: Gian Piero Gasperini. CROTONE: Cordaz; Ceccherini, Dos Santos, Ferrari; Rosi, Barberis, Crisetig, Sampirisi; Acosty, Falcinelli, Stoian. A disposizione: Festa, Viscovo, Dussenne, Mesbah, Martella, Capezzi, Kotnik, Tonev, Nwankwo, Sulic, Trotta, Nalini. Allenatore: Davide Nicola.

Uno sguardo ai numeri realizzativi di Atalanta-Crotone, per capire quando le due squadre potrebbero andare a rete. L’Atalanta divide molto bene i suoi gol: 20 nel primo tempo e 19 nel secondo, le fasce migliori (8 reti) sono quella tra 15’ e 30’ e quella del quarto d’ora finale. Per contro i gol incassati, che sono comunque 13 per tempo, arrivano prevalentemente nel quarto d’ora conclusivo del primo tempo, dove la Dea fino a qui ha subito 7 reti. Non sono tantissimi i gol segnati dal Crotone; soltanto uno nei primi 15 minuti di partita, mentre sono 7 quelli che la formazione calabrese mette a segno nel quarto d’ora finale (spesso però quando la gara è ormai chiusa). Quarto d’ora conclusivo che si rivela spesso e volentieri disastroso per la squadra di Davide Nicola: ben 13 reti subite, e per di più sono 27 quelle che i rossoblu hanno subito nei secondi tempi delle partite. In particolare gli ultimi 15 minuti sono deleteri, perché anche nel primo tempo il Crotone incassa 11 gol tra il 30’ e il 45’ (su un totale di 25 reti nella prima frazione).

La lanciatissima Atalanta di Gasperini riceve oggi in casa il Crotone in quello che sarà il sesto match tra le due compagini: il bilancio ci racconta di 3 successi dei bergamaschi e uno solo a favore della compagine calabrese, con appena un solo incontro disputati nella massima serie italiana, che chiaramente risale alla sfida di andata della stagione di serie A in corso. Al epoca allo Scida il tabellone dei risultati si attestò sul 3 a 1 per i nerazzurri di Gasperini, con reti di Petagna, Kurtic e Gomez, mentre in due dei confronti precedenti, giocati in Serie B nel campionato datato 2010-2011 si è registrata una vittoria bergamasca in casa (2 a 0 firmato Tiribocchi e Pettinari) e un 2 a 2 allo Scida con timbri di Cutolo per il Crotone e ancora di Tiribocchi e Doni per la Dea. L’ultimo e unico successo da parte della compagine calabrese risale alla partita andata della stagione 2005-2006 del campionato cadetto, dove il Crotone si impose tra le mura di casa con l’1-0. Inutile dire che i protagonisti più attesi sono gli atalantini Gomez e Petagna, che puntano a ripetere il grande match disputato nel match d'andata in Calabria.

Si sfidano nell'anticipo del sabato alle ore 18 valido per la 25esima giornata di Serie A: ma le statistiche della Lega Calcio cosa ci dicono di questa partita? Basta forse un dato, quello sulle parate, per capire che i pitagorici sono una delle squadre del campionato che subisce di più il gioco avversario: il primato di 114 interventi del portiere, infatti, non è certo lusinghiero a fronte dei soli 67 effettuati dagli estremi difensori nerazzurri. Di certo c'è che la formazione di Davide Nicola non si risparmia se è vero che la distanza percorsa dai rossoblu in queste prime 24 giornate è di 107,454 km percorsi, a fronte dei 105,881 percorsi dagli orobici. Impietoso il confronto tra Atalanta e Crotone per quanto riguarda i gol fatti in questo campionato: la formazione di Gasperini ne ha già realizzati 39, quasi il doppio del Crotone (fermo a 20). E di certo questo dato non avrebbe potuto sorridere ai calabresi, terzultima squadra di Serie A in quanto a tiri effettuati (184): l'Atalanta è invece ottava in questa particolare classifica con 266 tentativi.

Vediamo quali saranno i bomber che scenderanno in campo per Atalanta-Crotone all'Atleti Azzurri d'Italia. Partiamo dai padroni di casa con Gasperini che si affiderà al solito Papu Gomez, giocatore che in attacco sta dando davvero molte soddisfazioni al tecnico: nove i gol segnati da Gomez in questo campionato, contando anche i sette assist è sicuramente il più prolifico dell'Atalanta anche se di natura non è una punta centrale. La sua percentuale di realizzazione è pari al 41% (contando gli assist) visto che la squadra di Gasperini ha segnato trentanove gol finora. Per il Crotone invece il bomber in questa trasferta è sicuramente Diego Falcinelli: otto gol in attivo in Serie A per l'attaccante della squadra allenata da Davide Nicola, con un assist collezionato che fa salire la percentuale di partecipazione ai gol fino al 45%, considerando che il Crotone in questa stagione ha siglato venti gol.

La partita tra Atalanta e Crotone, valida per la venticinquesima giornata del campionato di Serie A, sarà diretta dal signor Banti, che sarà coadiuvato dagli assistenti Costanzo-Mondin, dal quarto uomo Schenone e dagli addizionali Damato e Minelli. Sono otto i gettoni collezionati del direttore di gara in questo campionato (4 vittorie per la squadra di casa, 1 pareggio e 3 vittorie per la squadra in trasferta). Ammontano a 184, invece, i gettoni accumulati in Serie A; si tratta dunque di una designazione esperta per una partita molto importante soprattutto per la truppa allenata da Gianpiero Gasperini, in lotta per un piazzamento in Europa League. I calabresi, dal canto loro, non possono più sbagliare se vogliono continuare a sperare nella salvezza e hanno assoluto bisogno di una vittoria per muovere la classifica.

Dall’arbitro Banti presso lo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo oggi sabato 18 febbraio alle ore 18,00, è una partita valida per la 25^ giornata del campionato di Serie A 2016/17, sesta di ritorno. Una gara importantissima per entrambe le formazioni che però lottano per obiettivi completamente differenti. L'Atalanta vincendo potrebbe seriamente pensare di staccare il pass per l'Europa League, un po' come avvenuto col Sassuolo nella scorsa stagione. In casa Crotone invece c'è grande attesa per questa sfida che potrebbe essere l'occasione giusta per un colpaccio fuori casa in chiave salvezza. Missione difficile comunque per i calabresi che di fronte avranno una squadra che riesce a giocare un grande calcio e ad essere pericolosa come poche. Ci sarà bisogno solamente della gara perfetta per uscire dall'Atleti Azzurri d'Italia con punti. 

L'Atalanta non vuole sbagliare quella che sulla carta appare comunque come una gara alla portata degli uomini di Gasperini. Dunque ci sarà grande attenzione intorno alla sfida tra orobici e calabresi anche perché ci saranno motivazioni differenti ad animare l'incontro. Attesa anche una buona cornice di pubblico per la gara di Bergamo tra l'Atalanta e il Crotone.

Atalanta che per battere il Crotone punterà sempre sugli stessi uomini. I nerazzurri vorranno vincere così da poter vivere con tranquillità le prossime gare e credere maggiormente nella possibilità di raggiungere l'Europa League. Il modulo sarà il 3-5-2 che vedrà Berisha in porta con Masiello, Caldara e Toloi a comporre la linea difensiva. In mezzo al campo spazio per Kurtic, Freuler e Kessie, mentre sugli esterni agiranno Spinazzola e Conti, spine nel fianco per qualsiasi avversario. In avanti agiranno invece Gomez e Petagna, la coppia social del momento.

In casa Crotone si guarda solo alla vittoria in terra bergamasca per sperare realmente nella salvezza. Nicola opterà per il 5-4-1 con Cordaz tra i pali e Rosi, Ceccherini, Ferrari, Dussenne e Mesbah in difesa. Centrocampo solido e di qualità con Crisetig e Barbersi all'interno mentre sugli esterni agiranno Tonev e Stoian. In avanti l'unica punta sarà Falcinelli, pronto a darsi il cambio nella ripresa con l'ex centravanti dell'Avellino, Marcello Trotta.

Atalanta che ha un modo di giocare basato fondamentalmente sulla qualità sulle fasce. Elementi come Conti e Spinazzola in questa stagione stanno trovando la definitiva consacrazione. I due sono tra i principali gioielli dell'Atalanta anche se non è da dimenticare l'importanza di uno come El Papu Gomez che sta trascinando i suoi compagni verso l'Europa. La coppia Gomez-Petagna finora sta regalando grandi soddisfazioni e non è da escludere che proprio contro il Crotone possa vivere un'altra giornata di grazia. Solida la difesa dell'Atalanta che di solito soffre molto poco.

Crotone che invece punterà molto sulla resistenza in difesa. Una difesa a 5 che in fase offensiva diventa a 3. Fondamentale il lavoro degli esterni con Mesbah e Rosi chiamati agli straordinari anche per via della loro grande esperienza in serie A. Dunque sarà una gara molto ostica e che dovrà vedere il miglior Falcinelli. Proprio l'ex ariete del Sassuolo in una gara come quella con l'Atalanta può diventare fondamentale in fase di appoggio e soprattutto di ripartenza. Servirà un'ottima gara dei calabresi per uscire con punti dallo stadio di Bergamo.

L'allenatore dell'Atalanta, Gasperini, si è detto ottimista per il futuro della sua squadra. L'Europa non è un sogno secondo l'ex mister del Genoa e dunque continuando così potrebbe seriamente diventare realtà. D'altronde il rendimento di questa stagione meriterebbe qualcosa di importante alla fine del campionato. In casa Crotone, mister Nicola ha chiesto ai suoi la giusta concentrazione per non sbagliare niente nella partita contro l'Atalanta. Sarà una gara troppo delicata: un risultato negativo potrebbe quasi definitivamente spegnere le speranze di salvezza del Crotone. Situazione dunque estremamente tesa e sospesa in casa Crotone ma Nicola ha voluto tranquillizzare tutti ammettendo di credere comunque nella salvezza.

Per ciò che riguarda le scommesse, Bwin quota l'1 dell'Atalanta a 1.26, dunque nettamente favorita la squadra di casa. Il pareggio viene quotato a 5.00, mentre a 12.50 una vittoria degli ospiti in Lombardia. Atalanta-Crotone, sabato 18 febbraio 2017 alle ore 18.00, sarà una sfida trasmessa in diretta tv in esclusiva per gli abbonati Sky sul canale 206 (Sky Supercalcio HD) e sul 251 (Sky Calcio 1 HD) del satellite. Il sito skygo.sky.it si occuperà invece della diretta streaming video via internet per gli abbonati alla piattaforma satellitare.

Diretta / Atalanta-Crotone (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: nerazzurri quarti in classifica! (Serie A 2017)