DIRETTA / Siracusa-Melfi (risultato finale 3-1) info streaming video Sportube: tanti gol e divertimento (Lega Pro oggi)

Redazione

Diretta Siracusa-Melfi: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone C è in programma sabato 18 febbraio 2017

DIRETTA / Siracusa-Melfi (risultato finale 3-1) info streaming video Sportube: tanti gol e divertimento (Lega Pro oggi) Il difensore del Siracusa, Marco Turati (Lapresse)

Pubblicazione: sabato 18 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: sabato 18 febbraio 2017, 16.38

Il Siracusa archivia la pratica Melfi con un netto tre a uno e conquista tre punti molto preziosi per la classifica. Il primo tempo del match si chiude con i padroni di casa avanti una rete a zero grazie ad una bella giocata di Scardini. Nella ripresa il Melfi parte forte e dopo appena cinque giri di lancetta agguanta il pareggio con Marano, il quale insacca di precisione e rimette il punteggio in equilibrio. Le due squadre si affrontano a viso aperto, il Siracusa sembra crederci maggiormente e nel finale con De Silvestre e De Respinis concretizza il sorpasso sul Melfi. Finisce tre a uno, bella partita e tante emozioni nel match giocato in Sicilia. 

Siamo durante l'intervallo di Siracusa-Melfi, partita valida per la ventiseiesima giornata del campionato di Lega Pro, con il risultato fermo sull'uno a zero per i padroni di casa. Stiamo assistendo ad una partita piuttosto combattuta, con tanti falli fischiati dal direttore di gara in questi primi quarantacinque di gioco e ben tre cartellini gialli estratti. Il match viene sbloccato poco dopo il quarto d'ora, con il Siracusa che trova la via del vantaggio con un bel gol di Scardini. Le due squadre sono negli spogliatoi per rifiatare, ci si aspetta una reazione dal Melfi in questa ripresa. Il Siracusa sta giocando una buona partita ma ha bisogno di raddoppiare per gestire con maggiore tranquillità il vantaggio. 

Siracusa-Melfi, almeno sulla carta, è una sfida piuttosto agevole per i padroni di casa, che cercano di agganciare il treno playoff. Intanto il presidente del Siracusa, Gaetano Cutrufo, ha parlato delle dichiarazioni rilasciate nel post-partita del match contro il Catania. Questa la precisazione di Cutrufo, come riportata dal sito ufficiale del club: “Nel corso di una lunga intervista sulla gara di sabato scorso a Lecce su alcuni errori arbitrali che a mio giudizio ci hanno danneggiato, sull’attuale posizione di classifica del Siracusa, sulla possibilità di raggiungere i play off e sulla mia speranza di avere a Siracusa uno stadio senza barriere, sollecitato, ho anche fatto una battuta sulla gara di andata contro il Catania e su quanto accaduto quel giorno. In premessa ho spiegato che non ho mai litigato con Lo Monaco e mi sono detto dispiaciuto del clima che probabilmente troveremo al Massimino nella gara di ritorno. Mi scuso con quanti si siano sentiti urtati – conclude Cutrufo - ma ribadisco che il mio intento non era quello e che la mia frase è stata interpretata a uso e consumo dell'autore dell'intervista”. 

In Siracusa-Melfi i padroni di casa a -1 dalla zona playoff hanno una buona opportunità contro il fanalino di coda. Sebbene ci sia grande differenza nei gol subiti, trentadue a cinquanta, le due squadre hanno segnato fino a questo momento lo stesso numero di gol e cioè ventisei.  I migliori marcatori sono rispettivamente Catania con nove reti e Foggia con otto. I padroni di casa si schierano con un 4-4-2 dove sicuramente gli esterni di centrocampo sono i migliori giocatori e cioè quelli che possono decidere la partita con una giocata. Sulle corsie troviamo Dentello Azzi e De Silvestro. Il Siracusa se la vedrà sulle fasce in superiorità numerica grazie anche al rinforzo dei difensori Dentice e Malerba rispetto al Melfi che gioca con un 3-5-2 con i soli Foggia e Battaglia sulle corsie esterne. Attenzione anche a Russu che sicuramente è il giocatore di maggior talento della squadra ospite.

Per il Siracusa 1 solo successo nelle ultime 5 giornate di Lega Pro, mentre il Melfi per ormai da 9 turni consecutivi e ha visto la quota salvezza allontanarsi di 7 lunghezze. Per il Siracusa di mister Andrea Sottil l’occasione odierna è quindi ghiotta, anche considerando il rendimento casalingo tenuto sino a questo momento. La squadra siciliana infatti ha raccolto la maggior parte dei suoi punti, 24 su 32, tra le mura amiche: il bilancio allo stadio Nicola De Simone registra 7 vittorie, 3 pareggi e appena 2 sconfitte; queste sono maturate per mano di due tra le prime tre della classe ovvero Foggia, corsaro 1-2 alla seconda giornata (data 5 settembre 2016) e Lecce (0-2 il 25 dello stesso mese, per la sesta giornata). Siracusa che dunque non perde in casa da oltre 4 mesi, anche se in mezzo è trascorsa anche la pausa di tre settimane a cavallo tra 2016 e 2017. Passando al Melfi, la formazione lucana cerca ancora il primo successo in trasferta: nelle 12 gare esterne precedenti ha raccolto solo 3 punti, pareggiando a Catanzaro (1-1 alla nona giornata), Agrigento con l’Akragas (altro 1-1 alla dodicesima giornata) e Vibo Valentia contro la Vibonese (sempre 1-1 nel turno numero 14). Il Melfi risulta quindi la squadra con il peggior rendimento e la peggior differenza reti esterne (7 gol segnati e 30 subiti lontano dalle mura amiche).

Facciamo un quadro del testa a testa fra Siracusa e Melfi, che oggi si affrontano per la partita in programma nella ventiseiesima giornata del girone C del campionato di Lega Pro 2016-2017. Il Siracusa, sconfitto dal Lecce nell'ultimo turno, ha perso contatto con la zona playoff, ma vuole rientrarci battendo fra le mura amiche il pericolante Melfi. I siciliani e i lucani hanno avuto una sola occasione per affrontarsi in tempi recenti, vale a dire nella sfida d'andata, quando avevano impattato con il punteggio di 2-2 dopo una gara molto accesa. I gol del Melfi erano stati realizzati da Alessandro De vena, grande protagonista con una doppietta, mentre per il Siracusa erano andati a segno Emanuele Catania e Angel Tresor Dezal. Non si può dire che Siracusa-Melfi sia una classica, ma certamente non mancheranno gli spunti di grande interesse.

, diretta dall'arbitro Vigile della sezione di Cosenza, sabato 18 febbraio 2017 alle ore 14.30, sarà un match dall'esito apparentemente scontato nel programma della settima giornata di ritorno del campionato di Lega Pro. Nel girone C la formazione di casa è ormai da tempo una realtà in lotta per i play off, pur essendo partita sulla carta per ottenere una difficile salvezza. I siciliani da neopromossi in terza serie hanno saputo mettere progressivamente una distanza sempre più ampia fra loro e la zona pericolosa della classifica, e nell'ultimo turno di campionato, pur subendo una sconfitta esterna, hanno saputo dare filo da torcere al Lecce, che è riuscito ad imporsi (e a riprendere la vetta della classifica del girone) con un sofferto due a uno.

Il Siracusa in questo nuovo turno di campionato si ritroverà di fronte il nuovo fanalino di coda della classifica. Superato anche dalla Vibonese, il sodalizio lucano vede ora tremendamente vicino lo spettro della retrocessione diretta. Sarà difficile invertire la tendenza contro un Siracusa che in casa non sbaglia un colpo dal 25 settembre scorso, e soprattutto sarà difficile farlo dopo una serie di sconfitte consecutive che si è prolungata fino a nove. Per il tecnico gialloverde Bitetto è arrivata però una fiducia nuovamente rinnovata da parte di società e squadra: il patto è lottare per arrivare ai play out e strappare una salvezza che arrivati a questo punto della stagione sarebbe miracolosa.

Queste le probabili formazioni dell'incontro: il Siracusa scenderà in campo con Santurro tra i pali, Dentice sulla corsia laterale di destra e Malerba sulla corsia laterale di sinistra, mentre Turati e Pirrello giocheranno al centro della retroguardia. Anche la linea di centrocampo dei siciliani sarà a quattro con l'argentino Spinelli affiancato da Toscano, mentre il brasiliano Dentello Azzi sarà l'esterno di fascia destra e De Silvestro, in gol nella trasferta di Lecce che come detto non ha portato però punti, giocherà sulla fascia opposta. In attacco ci sarà Catania a far compagnia al centravanti Scardina. Il Melfi affronterà la nuova trasferta siciliana con Gragnaniello tra i pali alle spalle della difesa a tre composta da Grea, Laezza e Romeo. Esposito, Russu e Marano saranno chiamati a muoversi per vie centrali nella zona di centrocampo, mentre Foggia a destra e Battaglia a sinistra saranno gli esterni laterali sulla linea mediana. In attacco ci sarà invece Demontis a fare coppia con Devena.

4-4-2 per il Siracusa di Sottil che nella trasferta di Lecce non ha perduto la sua proverbiale solidità. Ai siciliani è mancato forse un pizzico di esperienza, oltre al tasso tecnico ovviamente favorevole ai salentini. Bitetto insisterà sul 3-5-2 per risollevare un Melfi che anche nell'ultimo match interno contro l'Andria ha lottato fino alla fine, per risultare però poi per l'ennesima volta sconfitto di misura.

Al di là della differenza in classifica tra le due squadre, per il Siracusa c'è il vantaggio dei tanti risultati utili consecutivi inanellati in casa. Un rendimento che convince i bookmaker a considerare gli aretusei nettamente favoriti, con vittoria interna quotata 1.57 da William Hill, mentre Paddy Power propone a 3.70 la quota relativa all'eventuale pareggio e Bet365 moltiplica per 6.00 quanto investito sull'eventuale successo esterno lucano. Per vedere la diretta streaming video di Siracusa-Melfi, sabato 18 febbraio 2017 alle ore 14.30, ci si potrà collegare sul sito sportube.tv per seguire lo streaming via internet dell'evento.