PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Fiorentina: Paletta vs Astori, sfida in difesa. Quote, le ultime novità live (Serie A 25^ giornata oggi 19 febbraio 2017)

Redazione

Probabili formazioni Milan-Fiorentina: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio Meazza, valida per la venticinquesima giornata del campionato di Serie A

PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Fiorentina: Paletta vs Astori, sfida in difesa. Quote, le ultime novità live (Serie A 25^ giornata oggi 19 febbraio 2017) Foto LaPresse

Pubblicazione: domenica 19 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: domenica 19 febbraio 2017, 18.58

Nonostante le assenze continue in casa Milan, la formazione di Montella affronterà la Fiorentina di Sousa, con una delle poche certezze finora ottenute in questa stagione ovvero il centrale Gabriel Paletta che noi abbiamo messo a duello contro Astori. Il primo, assente per squalifica nel match contro la Lazio, torna a disposizione del tecnico rossonero al centro della difesa: per l’italoargentino la stagione casinista in corso ha portato a 20 presenze in serie a con un solo gol (contro il Sassuolo) e un assist. Di contro abbiamo messo a confronto un altro punto fermo della difesa, questa volta della Fiorentina Davide Astori, grande ex del match: per il bilancio stagionale segna fino a oggi 21 presenze in serie A dove ha messo a segno una sola rete, nella 10^giornata di campionato contro il Crotone.   

Se studiamo i dati relativi ai migliori giocatori di Milan-Fiorentina, possiamo senza dubbio analizzare la partita dal punto di vista dei duelli individuali. C’è il duello tra i goleador: in questo momento in vantaggio c’è Nikola Kalinic, che ha segnato 10 reti contro le 8 di un Carlos Bacca che sembrava essersi ripreso e che invece è tornato a deludere, ed è molto lontano dalle 18 reti della passata stagione. Poi c’è la bella sfida tra due giocatori che sanno passare la palla: i numeri di Suso ci dicono che lo spagnolo è nella Top Ten del nostro campionato per gli assist totali. Sono 14; di questi, 5 sono diventati gol dei suoi compagni di squadra. Federico Bernardeschi ha invece effettuato 13 assist: 4 sono diventati reti. Riguardo il giovane uscito dal vivaio, anche lui si gioca il titolo di capocanonniere della Fiorentina: ha infatti segnato 10 gol, rispetto a Kalinic ha tirato due rigori in più ma fa davvero poca differenza. Nessuno dei calciatori di Milan o Fiorentina occupa le prime 15 posizioni per palle recuperate; troviamo invece Josip Ilcic, a quota 33, all’ottavo posto per il numero di gol totali.

Altro big match per il Milan di Montella, che si presenta contro la Fiorentina, in pieno post Europa League con una formazione completa solo in parte: i rossoneri ritrovano lo squalificato Kucka ma gli ultimi successi conseguiti potrebbero fare virare su altri le scelte del tecnico, mentre in casa viola su opterà per un po’ di necessario turnover dopo la trasferta. Per il Milan Sosa parrebbe tornare a insidiare la regia a Locatelli, vista il periodo di crisi del giovane mediano, mentre anche a San siro si riapre il ballottaggio tra Pasalic e Poli: sempre più in dubbio la maglia da titolare per Bacca, insidiato da vicino sia da Lapadula che da Ocampos. In casa Fiorentina invece le scelte di Sousa, potrebbero esser orientate dalla necessità di concedere un po’ di turnover senza risparmiare in qualità in vista di questo big match. Rodriguez potrebbe restare però in panchina al posto di De Maio, e stessa cosa potrebbe capitare a Borja Valero, per il cui ruolo rimangono in ballottaggio sia Tello (eventualmente impegnato a sostituzione di Chiesa) che Saponara, grande ex del match. 

Il posticipo della venticinquesima giornata di Serie A ci regalerà Milan-Fiorentina, vediamo i protagonisti che scenderanno in campo a San Siro. Partiamo dai padroni di casa, con Vincenzo Montella che si affiderà ancora una volta a Suso, giocatore che sta facendo vedere grandi cose con la maglia rossonera: sei i gol in questo campionato, ventiquattro le partite disputate sintomo che Montella non riesce a fare a meno di lui. Suso ha collezionato anche sette assist, è uno dei più prolifici in casa Milan, grazie anche agli assist in Coppa Italia e Supercoppa italiana. Tra le file della Fiorentina, invece, il protagonista potrebbe essere Josip Ilicic: solo quattro le sue reti in questo campionato, la trasferta di Milano potrebbe essere quella giusta per sbloccarsi definitivamente e portare a casa tre punti importantissimi. Potrebbe essere l'uomo in più della Fiorentina nella delicata trasferta contro i rossoneri? 

La fiorentina di Sousa dopo l’appuntamento di Europa League torna in campionato con il posticipo contro il Milan a San Siro: per questo incontro i rossoneri comincino e recuperare qualche elemento ufficiale, utilissimo nella sfida di domani di importanza capitale. Per esempio nel reparto difensivo, rossonero nel classico modulo a 4 Montella recupera Paletta , che torna così al centro a fare coppia con Gomez (i ballottaggio con Zapata) di fronte al solito Gigio Donnarumma. Sull’esterno invece spazio a Abate e Vangioni, con quest’ultimo in dubbio per la maglia da titolare a seconda dello stato di forma di Calabria. Per quanto riguarda la formazione viola va ponderato se Sousa opterà per fare un po’ di turnover o chiederà ai suoi titolari uno sforzo in più visto l’incontro atteso per domani: Tatarusanu comunque rimane inamovibile tra i pali e nel 3-4-2-1 dovremmo vedere in campo Gonzalo Rodriguez al centro con Sanchez e Astori ai lati: l’argentino però si lotta una maglia con Di Maio.

È la partita che, domenica 19 febbraio alle ore 20:45, chiude la venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017; una bella partita tra due squadre che inseguono un posto in Europa. L’ultima volta in cui rossoneri e viola si sono incrociati per andare al playoff di Champions League (nel 2013) Vincenzo Montella era sulla panchina della Fiorentina; ora c’è Paulo Sousa, che può sfruttare l’entusiasmo per la bella vittoria di Monchengladbach e prendersi la vittoria contro un Milan che ha perso smalto e posizioni in classifica. In attesa di scoprire quale sarà l’esito dell’incontro, e che le due squadre scendano in campo a San Siro, andiamo a studiare in maniera più approfondita quali sono le scelte dei due allenatori e le probabili formazioni di Milan-Fiorentina.

Per Milan-Fiorentina, valida per la venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017, le quote previste dalla Snai ci danno le seguenti informazioni: la vittoria del Milan (segno 1) vale 2,25, il pareggio (segno X) è quotato 3,30 mentre la vittoria della Fiorentina (segno 2) vi permetterà di vincere 3,30 volte la somma che avrete deciso di investire.

Il grosso dubbio per Montella riguarda il tridente offensivo: l’esperimento di Deulofeu da prima punta non ha sortito gli effetti sperati e dunque l’allenatore del Milan potrebbe riproporre l’attacco classico. In questo caso Lapadula sarebbe favorito per iniziare questa partita; Bacca sembra destinato a partire ancora una volta dalla panchina, gli esterni ovviamente sarebbero lo stesso Deulofeu (favorito su Ocampos) e Suso. A centrocampo è prezioso il ritorno di Kucka, che sarà schierato sull’interno al fianco di Manuel Locatelli, dall’altra parte Pasalic resta in grande vantaggio su Bertolacci che comunque ha fatto capire di giocarsi le sue carte anche per una maglia dal primo minuto. In difesa è sempre out Romagnoli; Vangioni sembra poter partire ancora una volta nella formazione titolare al posto di Calabria, dall’altra parte giocherà Abate mentre in mezzo, a fare compagnia a Paletta che rientra dalla squalifica, Gustavo Gomez e Cristian Zapata sono in ballottaggio con Montella che deciderà all’ultimo.

Galvanizzata dalla vittoria in Europa League, la Fiorentina sbarca a San Siro con la ferma intenzione di prendersi i tre punti. Paulo Sousa non ha quindi intenzione di fare turnover: la scelta obbligata è dettata dalla squalifica di Bernardeschi, che dovrebbe essere sostituito da Ilicic che dunque andrà a posizionarsi sulla trequarti insieme a Borja Valero. Sugli esterni Federico Chiesa, che giovedì non ha giocato perchè squalificato, sarà a destra mentre dall’altra parte Milic e Cristian Tello dovrebbero giocarsi il posto con Maxi Olivera che parte leggermente defilato. Spazio in mezzo al campo per Badelj e Matias Vecino come al solito. Anche in difesa Paulo Sousa non dovrebbe cambiare le sue carte: Gonzalo Rodriguez naturalmente guiderà il reparto a protezione di Tatarusanu, alla sua destra dovrebbe essere confermato Carlos Sanchez (in alternativa c’è Tomovic) mentre dall’altra parte il titolare senza discussioni sarà Astori, con Salcedo che nel caso potrebbe tornare utile per giocare uno spezzone nel secondo tempo qualora ci fosse bisogno di blindare un risultato favorevole.