QUAGLIARELLA IN LACRIME / Video, condannato il suo stalker: "L'incubo è finito. Ora sapete perché ho lasciato Napoli"

Redazione

Quagliarella in lacrime: il video. Condannato il suo stalker: "L'incubo è finito. Ora sapete perché ho lasciato Napoli". Le ultime notizie di oggi, 19 febbraio 2017, sull'attaccante

Pubblicazione: domenica 19 febbraio 2017

Fabio Quagliarella in lacrime in tv: l'attaccante della Sampdoria al termine della partita contro il Cagliari si è commosso nel raccontare l'incubo che lo ha perseguitato, la vicenda cioè dello stalker che lo ha tormentato. Visibilmente commosso ai microfoni di Sky Calcio Show, Quagliarella ha rivelato che questo è stato il vero motivo per il quale ha lasciato Napoli: «Ora tutti sanno cosa ho passato in questi anni. Sentivo tanta gente parlare e non potevo dire nulla, perché c'erano delle indagini in corso. La verità è venuta finalmente a galla, anche se dopo tempo». L'attaccante blucerchiato ha colto poi l'occasione per ringraziare la giustizia, in cui ha avuto sempre fiducia. La fine dell'incubo venerdì scorso, quando lo stalker che lo aveva perseguitato è stato condannato: 4 anni e 8 mesi di reclusione per un poliziotto di Castellammare, interdetto dai pubblici uffici per 5 anni e tenuto ad un risarcimento danni in separata sede. Raffaele Piccolo lo aveva accusato di pedofilia e di legami con la camorra, poi sono cominciati i ricatti. Quagliarella a Sky ha raccontato la sua sofferenza e quella della sua famiglia, oltre che il dolore per l'addio al Napoli: «Dopo tanti anni ero riuscito a tornare a giocare nella mia città, non sarei mai andato via, per nulla al mondo. Ora tutti sanno perché sono stato costretto a farlo. Sono stato bollato come un traditore per il passaggio alla Juventus, ma le cose stavano così» ha concluso l'attaccante. Clicca qui per il video di Quagliarella in lacrime.

QUAGLIARELLA IN LACRIME / Video, condannato il suo stalker: 'L'incubo è finito. Ora sapete perché ho lasciato Napoli'