Risultati Liga/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (23^ giornata, 17-18-19 febbraio 2017)

Redazione

Risultati Liga: la classifica aggiornata, le partite e tutti i marcatori protagonisti nella 23^giornata del massimo campionato spagnolo, in scena il 17, 18 e 19 febbraio 2017.

Risultati Liga/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (23^ giornata, 17-18-19 febbraio 2017) (LaPresse)

Pubblicazione: lunedì 20 febbraio 2017

24 reti, due espulsi e due rigori su due realizzati nella 23^giornata di Liga, il massimo campionato spagnolo, dove il Real Madrid si conferma primo, seguito a ruota da Barca e Siviglia. Crolla la Real Socieadad, mentre fa un colpo salvezza il Granada. Gameiro (tripletta per l'Atletico Madrid) è l'uomo copertina di questo turno, mentre dietro la lavagna finisce Vela, che ha sbagliato davvero troppe occasioni nel match contro il Villarreal. La 23^giornata di Liga è iniziata con il botto del Granada, che ha battuto 4 a 1 il Betis, agganciando a 16 punti lo Sporting Gijon e che ora vede il Leganes e la salvezza lontana solo due punti. Partita decisa già dopo 33 minuti con le reti di Carcela-Gonzelz (18’), Adrian Ramos (28’) e Pereria (33’). Nella ripresa Adrian Ramos ha provato a riportare sotto il Betis al 64’, ma dieci minuti dopo Petros ha ristabilito le distanze.

Come detto, il Granada ha agganciato lo Sporting Gjion, che è crollato in casa contro l'Atletico Madrid di Simeone: e dire che fino a 10' dalla fine il match era sull'1 a 1 grazie ad Alvarez, che al 49’ aveva risposto al goal dell'ex Monaco Carrasco, arrivato al 46’. Ma poi è entrato Gameiro, che tra l'80’ e l'85’ ha realizzato le tre reti che hanno permesso all'Atletico Madrid di prendersi i tre punti, salire a 45 punti consolidando il quarto posto a +4 sulla Real Sociead. Quest'ultima è infatti incappata nella classica giornata storta, perdendo in casa contro il Villareal: dopo aver dominato per sessanta minuti e aver fallito diverse occasioni da goal, la squadra è calata e il Sottomarino Giallo, reduce dalla batosta di Europa League contro la Roma, ha trovato la vittoria con il giovane Castillejo, bravo a segnare in pieno recupero. Il Villareal con questo colpo esterno è salito a 39 punti, avvicinando proprio la Real Sociedad. A proposito di colpi esterni è pesantissimo quello dell'Alaves in casa del Deportivo La Coruna, con la neo-promossa che grazie al rigore di Garcia al 23’ della ripresa sale a 30 punti ed è praticamente salva. I galiziani invece rimangono a 19 punti e dovranno ancora sudare le proverbiali sette camicie per ottenere l'obiettivo, che è invece più vicino per il Valencia, che con la pesante vittoria casalinga contro il Bilbao ha staccato (23 punti) proprio il Deportivo. Protagonista della vittoria contro i baschi, apparsi lenti e fuori condizione, Zaza: suo il goal del 2 a 0 che dopo un minuto della ripresa ha tagliato le gambe al Bilbao, che era andato sotto dopo tredici minuti per un gran goal di Nani. Unica nota positiva per Valverde e i suoi ragazzi, rimasti a 35 punti, è il fatto che l'Eibar non li abbia staccati, visto che il Siviglia ha fatto quello che doveva fare, ovvero vincere per confermare il terzo posto (ora a 49 punti) e preparare nel migliore dei modi l'ottavo di finale di Champions League contro il Leicester. La squadra di Sanpaoli è andata in vantaggio con l'ex Roma Sarabia alla mezz'ora e poi sempre su suo assist ha raddoppiato in pieno recupero di secondo tempo con Vitolo. Il Siviglia è apparso decisamente tonico dal punto di vista fisico, riuscendo a reggere 90 minuti di grande intensità contro una delle formazioni più in palla di tutto il campionato e portando a casa tre punti pesanti nella corsa alla Champions League.

Prima di parlare del Real Madrid e del Barcellona, bisogna dire del Celta Vigo, che reduce dalla delusione di Europa League, si è però scrollato di dosso i malumori: maltrattato un Osasuna sempre più ultimo e rassegnato alla retrocessione. Il match è stato dominato, ma fino all'87’ il risultato è stato in bilico. Dopo il goal di Sisto al 23’ il Celta Vigo non è riuscito a chiuderla, rischiando anche in un paio di occasioni di subire un goal del pareggio che sarebbe stata una beffa. Negli ultimi minuti di gara però l'Osasuna si è scoperto e il Celta ha potuto finalmente trovare i goal della sicurezza: all'87’ ha segnato Jozabed, centrocampista arrivato in prestito dagli inglesi del Fulham, mentre due minuti dopo, ancora su azione di contropiede, è stato Iago Aspas, la bandiera della squadra, a trovare il sigillo del terzo goal. Con questo successo il Celta Vigo è salito a 33 punti e continua la sua corsa per l'Europa League, godendosi il sorpasso sull'Espanyol, battuto dal Real Madrid. I blancos, reduci dalla vittoria in Champions League contro il Napoli, hanno faticato abbastanza per avere ragione di una squadra sempre ostica da affrontare, ma alla fine possono sorridere perchè il 2 a 0 che li conferma primi con 52 punti a +1 sul Barca (e con due gare in meno) porta la firma dello scontento Morata (30°) e del rientrante Bale, che all'83’ ha chiuso i conti. Il Barca era reduce dallo shock del 4 a 0 al Parco dei Principi e ha faticato contro il Leganes: alla fine ci è voluto un rigore di Messi all'89’per dare ai blaugrana i tre punti e tenerli davanti al Siviglia e poter pensare che la Liga sia ancora aperta. In precedenza lo stesso Messi aveva aperto le marcature dopo 4' e Lopez aveva illuso gli ospiti al 71’. Il turno si chiude con il posticipo del lunedì tra il Malaga e il Las Palmas.