Risultati Ligue 1/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (26^ giornata, 17-18-19 febbraio 2017)

Redazione

Risultati Ligue 1: la classifica aggiornata, le partite e tutti i principali marcatori protagonisti nella 26^giornata del massimo campionato francese, in scena il 17-18-19 febbraio 2017.

Pubblicazione: lunedì 20 febbraio 2017

Il bilancio della 26^giornata di Ligue 1 ci riporta i dati di  21 reti e 4 espulsi in questo turno del campionato francese, dove c'è da registrare il mezzo passo falso del Monaco, la vittoria del Nizza e il crollo del Saint Etienne, sconfitto a Montpellier. Protagonista di giornata è sicuramente Tolisso, che con la sua doppietta ha trascinato il Lione contro il Digione, mentre dietro la lavagna finisce purtroppo Mario Balotelli: mai in grado di giocare con i compagni nel match contro il Lorient, si è fatto espellere per un insulto rivolto all'arbitro dopo un fallo fischiatogli contro: risultato, uno zero in pagella da parte dei maggiori quotidiani sportivi francesi. Probabilmente la vigilia del match di Champions League contro il Manchester City di Guardiola ha tolto energie nervose agli uomini di Jardim: non si spiega altrimenti l'1 a 1 sul campo del Bastia penultimo in classifica (23 punti). I corsi erano anche andati in vantaggio con Diallo dopo 20 minuti. Al 7’ della ripresa il giovane Bernardo Silva ha pareggiato i conti, ma chi si aspettava un Monaco dilagante è rimasto deluso, anche se la prima posizione (59 punti) è salva.

La giornata è proseguita con la vittoria del Marsiglia di Garcia sul Rennes, diretta concorrente per l'Europa: con questo successo Garcia è salito a 39 punti, agganciando il Saint Etienne al quinto posto e salvando la propria panchina. Occasione persa per il Rennes, che vede allontanarsi l'Europa League e rimane fermo a 33 punti. Match bloccato nella prima frazione e risolto dal Marsiglia in quattro minuti nella ripresa: al 59’ N'Jie ha sbloccato e poi Thauvin ha chiuso i conti quattro minuti dopo, regalando un po'di tranquillità all'ex tecnico della Roma. Abbiamo detto del Saint Etienne e senza dubbio la sconfitta subita sul campo del Montpellier (che con 32 punti e 8 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione vede la salvezza) è di quelle pesanti, perchè la squadra ha perso una buona occasione per consolidare il quinto posto. Il match era iniziato anche bene, con la rete di Monnet Paquet dopo dodici minuti, ma nella ripresa il Montpellier ha alzato il ritmo e prima con Lasne e poi con Mounie (49’ e 68’) ha ribaltato il punteggio e portato a casa una vittoria meritata. A 39 punti, in una vera e propria bagarre per l'Europa, sale anche il Bordeaux, che batte nettamente un Guingamp che a 34 punti sta perdendo quota giornata dopo giornata: partita sbloccata al 13° da Kamano e virtualmente chiusa nel primo tempo da Pallois, bravo a raddoppiare a due minuti dal riposo. Nella ripresa i girondini hanno amministrato il vantaggio e dopo aver sfiorato in due/tre occasioni il 3 a 0, lo hanno trovato con Laborde, che a 20'dalla fine ha fatto definitivamente calare il sipario su un match mai davvero in discussione.

Rimanendo nelle zone alte, ma che non danno modo di lottare per il titolo, il Lione conferma un andamento altalenante e una difesa ballerina: tuttavia Tolisso e compagni portano a casa la vittoria contro il Digione (che resta a 25 punti, a +2 sulla zona retrocessione) e consolidano il quarto posto, riportandosi (43 punti) a +4 sul Saint Etienne, che ha alla fine azzerato la vittoria nello scontro diretto. Lione subito in vantaggio con Tolisso all'11’ e poi ancora nel baratro con le due reti di Tavares (sempre lui, al 30’) e di Dioni al 48’. La partita sembrava segnata, ma negli ultimi dieci minuti di gara il Lione ha trovato la forza per ribaltarla: all'80° ancora una grande incursione ha permesso a Tolisso di trovare il 2 a 2. A quel punto il Lione ha continuato a spingere e all'84’ Lacazette ha realizzato un rigore dubbio, che ha portato il Lione avanti. Il Digione ha provato a reagire, ma si è esposto ai contropiedi dei padroni di casa, che al 90’ hanno trovato il 4 a 2 con Fekir e hanno chiuso un match che dieci minuti prima sembrava irrimediabilmente perduto. I fondo alla classifica, pesantissimo successo dell'Angers nello scontro diretto con il Nancy, che sta calando e che ora ha solo due punti di vantaggio sul Caen, che di punti ne ha 25. L'Angers ha confermato il proprio gioco poco spettacolare, ma ha capitalizzato al meglio il goal di Bamba dopo 5'di gioco. A proposito del Caen, brutta la sconfitta casalinga contro il Lilla, che è salito così a 29 punti e vede la salvezza sempre più vicina. In attesa dell'arrivo di Bielsa, che secondo le ultime indiscrezioni avrebbe trovato l'accordo con la società, i tifosi fanno festa con il primo centro dell'ex Ajax El-Ghazi (70’). Metz (28 punti) e Nantes (30 punti) si dividono la posta, anche se il Nantes si mangia le mani perchè fino al 91’ era avanti grazie al goal di Rongier (68’). Ma Diabate allo scadere ha fatto esplodere i tifosi del Metz.

Infine veniamo al e al Nizza: i parigini, forse ancora inebriati dal 4 a 0 rifilato al Barcellona, non sono andati oltre lo 0 a 0 contro il Tolosa, sprecando l'occasione di salire a -1 dal Monaco, mentre il Nizza di Favre ha approfittato in pieno del mezzo passo falso dei monegaschi, vincendo sul campo del Lorient grazie ad un goal di Cyprien al quarto d'ora e raggiungendo il PSG a -3 dal Monaco. Da segnalare la brutta partita di Balotelli, espulso per un insulto all'arbitro a 25 minuti dalla fine. L'ex Milan non è mai stato in partita, confermando come, dopo un ottimo avvio, anche questa avventura in terra francese sta confermando le sue difficoltà a mantenere una continuità di rendimento e a giocare per la squadra.

Risultati Ligue 1/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (26^ giornata, 17-18-19 febbraio 2017)