PROBABILI FORMAZIONI PORTO-JUVENTUS / Diogo Jota al fianco di André Silva? Diretta tv, orario, le ultime notizie live (Champions League 2017 ottavi)

Redazione

Probabili formazioni Porto-Juventus: diretta tv, orario, le ultime notizie live sulla partita che si gioca all'Estadio do Dragao, valida per l'andata degli ottavi di Champions League

Pubblicazione: martedì 21 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: martedì 21 febbraio 2017, 19.01

A parte qualche caso dubbio la panchina per Porto-Juventus, match degli ottavi di finale di Champions League dovrebbe risultare per entrambi i tecnici praticamente al completo. Questo fa si che sia Santo Espirito che Allegri potranno mettere in campo i titolari più in forma, sicuri comunque di avere diversi piani b disponibili dai box. In casa del Poro in panchina dovrebbero rimanere Boly, Miguel Layun, Andrè André e Ruben Neves (in ballottaggio per un posto a centrocampo) oltre che Otavio e Diogo Jota (quest’ultimo papabile in caso di schema offensivo a due punte). In casa bianconero invece la panchina dovrebbe essere formata oltre che dal portiere di riserva Neto, da Dani Alves e Benatia (pronti a partire del primo minuto in caso di forfait di qualche difensore) a cui farà compagnia anche uno tra Barzagli e Chiellini qualora la decisione di mandare in tribuna Bonucci fosse confermata: a loro si aggiungeranno anche Asamoah, Sturaro, Marchisio (in ballottaggio sempre con Khedira) oltre che il giovane Marko Pjaca che comunque non dovrebbe essere arrischiato per questo incontro. 

In vista del grande match di Champions League tra Porto e Juventus, la famosa BBC bianconera simbolo della difesa granitica della squadra di Allegri porrebbe presentarsi in campo domani irrimediabilmente spezzata: oltre alle presenze in bilico di Chiellini e Barzagli per problemi fisici (i giocatori sono stati convocati ma la loro presenza in campo apre quanto meno dubbia), è di poco fa la notizia che Bonucci non sarà presente in campo al Do Dragau, ma vedrà il campo solo dalla tribuna. La decisione maturata poco prima della partenza ufficiale della squadra per la città portoghese dove domani disputerà l’ottavo di finale della Champions League, è stata annunciata solo poco fa e giustificata  sotto un generico “motivi disciplinari che però appaiono a tutti molto chiari. Solo pochi giorni fa infatti erano nate diverse polemiche riguardante un violento battibecco avvenuto nel corso del match tra Juventus  e Palermo tra Allegri e lo stesso Bonucci, dove pare siano volate parole davvero grosse. La dinamica e soprattutto le ragioni della furiosa lite non sono ancor note, ma la decisione della società di mandare in tribuna Bonucci è senza dubbio un segnale molto forte. 

Per la prima agli ottavi di Champions League della Juventus il tecnico bianconero non ha dubbi su chi affidare le redini dell’attacco: Higuain sarà schiarato come prima punta con uno scalpitante Mario Mandzukic (squalificato in campionato) e Cuadrado a completamento del modulo. Maggiori soluzioni invece nel reparto offensivo del Porto dove Espirito Santo potrebbe optare sia per il 4-2-3-1 che per un modulo a due punte. Nel primo caso la punta di diamante dovrebbe essere Andre Silva, come Corona e Brahimi (se non utilizzato al posto di Oliver Torris sulla trequarti) a completamento. Nel caso in cui si opti per una seconda punta, la formazione di casa al Do Dragau può offrire Soares e Diego Joto, entrambi disponibili e tra i migliori marcatori della squadra portoghese: l’ex Atletico Madrid però potrebbe essere preferito, visto il gol già segnato in Champions League contro il Leicester, mentre il brasiliano non ha ancora messo minuti del torneo continentale

In vista del match tra Porto e Juventus il tecnico bianconero Massimiliano Allegri  non dovrebbe rinunciare al modulo ultra offensivo messo a punto nelle ultime giornate di campionato, il che al Do Dragao dovrebbe comportare nel disegnare le probabili formazioni a centrocampo la coppia Khedira e Pjanic di fronte alla difesa, con il solito Paulo Dybala posto sulla trequarti avanzata. Rimane vivo il ballottaggio tra il bosniaco e Marchisio. Il primo in campionato ha giocato solo metà tempo, mentre il Principino ha giocato per 75minuti contro il Palermo. Per quanto riguarda la formazione di casa di Santo Espirito il modulo dovrebbe essere speculare, il che comporterebbe  la solita coppia formata da Hector Herrera e Danilo Pereira (visto che Neve e Andrè hanno preso il loro posto venerdi scorso in campionato contro il Tondela), con Oliver Torres libero sulla trequarti a sostegno del reparto offensivo. Al posto del’ ex atletico però rimane vivo il ballottaggio tra Soares e Brahimi. 

La Juventus di Allegri dopo i successi in campionato torna in Champions League per disputare gli ottavi di finale contro il Porto, ma per la sfida di domai sera il tecnico bianconero potrebbe avere qualche dubbio specialmente nel reparto difensivo della probabile formazione. La condizioni dubbie di Chiellini e Barzagli non lasciano certo tranquilli anche se per la partita al Do Dragao Allegri ha preparto un piano alternativo: davanti al solito e inossidabile Buffon nella riproposizione del 4-2-3-1, vedremo la coppia Bonucci e Rugani (ma Benatia scalpita in panchina in caso di necessità), con Lichsteiner e Alex Sandro pronti ad gire nelle fasce. Per contro Nuno Esprito Santo per il suo Porto, punterà ovviamente sui titolarissimi e con uno modulo di gioco speculare in difesa dovremmo vedere Casillas tra i pali (veterano di coppe e trionfi), assieme alla coppa centrale Felipe e Marcano, con Maxi Pereira e Telles a completamento.  

Si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 22 febbraio; per l’andata degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017 siamo all’Estadio do Dragao, dove i bianconeri cercano di fare strada per avvicinare quella che, se ancora non è un’ossessione, è diventata comunque un punto fermo all’inizio di ogni stagione. Una coppa che la Juventus non vince da 21 anni può adesso diventare realtà, ma bisognerà essere semi-perfetti e mettere insieme tanti fattori. A cominciare da questa doppia sfida contro il Porto, una squadra che non figura tra le big ma ha tanti valori tecnici; una partita dunque da non sottovalutare, soprattutto qui dove bisognerà provare a segnare almeno un gol. Aspettando il calcio d’inizio all’Estadio do Dragao, possiamo andare a studiare i dubbi e le certezze dei due allenatori analizzando le probabili formazioni di Porto-Juventus.

Il Porto di Nuno Espirito Santo non ha grossi problemi di formazione e si affida ad un 4-4-2 classico che può diventare all’occorrenza 4-2-3-1; possibile che i lusitani giochino così mercoledì, con l’ingresso in campo di Oliver Torres al posto di Soares e dunque André Silva lasciato a fare l’unica punta. Con Oliver Torres potrebbe e dovrebbe essere in campo anche l’algerino Brahimi: sarà lui a giocare da esterno sinistro, mentre dall’altra parte Jesus Corona dovrebbe avere la meglio su Otavio che dunque si prepara ad andare in panchina. A questo punto ci sarebbero soltanto due mediani davanti alla difesa: sicuro del posto Hector Herrera che si è riposato in campionato, al suo fianco andrà invece uno tra André André e Danilo Pereira, con ballottaggio che presumibilmente verrà sciolto soltanto all’ultimo e probabilmente a favore del secondo. Espirito Santo ha invece molti meno dubbi nel reparto arretrato: davanti al veterano Casillas, che questa coppa l’ha vinta tre volte con il Real Madrid, agiranno i centrali Felipe e Marcano mentre Maxi Pereira e Andrés Telles (che lo scorso anno era all’Inter) saranno i laterali bassi.

Massimiliano Allegri deve valutare la condizione dei suoi acciaccati: Barzagli e Chiellini saranno difficilmente della partita, potrebbe farcela Pjanic che sarebbe ovviamente impiegato dal primo minuto. Riguardo la posizione, dipenderà dal modulo: il 4-3-3 visto contro il Palermo potrebbe essere una soluzione per recuperare un giocatore a centrocampo in una trasferta, altrimenti spazio al 4-2-3-1 ormai classico con il rientro di Mandzukic e Cuadrado dal primo minuto. Con questo schema Dybala giocherebbe ancora da trequartista centrale muovendosi alle spalle di Higuain; Pjanic invece sarebbe uno dei due mediani al fianco di Khedira (che venerdì sera ha giocato solo un tempo), se il bosniaco dovesse alzare bandiera bianca è pronto Marchisio. In difesa avremo l’esordio di Lichtsteiner nella Champions League di questa stagione; lo svizzero si avvia a essere titolare a destra con Alex Sandro, grande ex qui al Do Dragao, che si muoverà sull’altro versante del campo. Con Bonucci certo del posto al centro, Rugani sembra favorito su Benatia in caso di forfait dei due veterani di cui sopra; Buffon ovviamente occuperà la porta.

, valida per l’andata degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017, sarà trasmessa sui canali della pay tv del digitale terrestre, per la precisione su Premium Sport e Premium Sport HD.

PROBABILI FORMAZIONI PORTO-JUVENTUS / Diogo Jota al fianco di André Silva? Diretta tv, orario, le ultime notizie live (Champions League 2017 ottavi)