Pagelle / Porto-Juventus (0-2): i voti della partita. Dybala il migliore: ispira il primo gol ed è ovunque (Champions League 2016-2017, andata ottavi)

Redazione

Le pagelle di Porto-Juventus: i voti a tutti i giocatori scesi in campo all'Estadio do Dragao per la partita valida per l'andata degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017

Pubblicazione: mercoledì 22 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: mercoledì 22 febbraio 2017, 23.23

Eccoci qui per dare i voti ai protagonisti di Porto-Juventus, match valido per l'andata degli ottavi di Champions League 2016-2017 che ha visto la formazione di Allegri espugnare l'Estadio do Dragao imponendosi per 2 a 0 e mettendo una serie ipoteca sul passaggio del turno. Dopo un primo terzo di gara molto equilibrata in cui nessuna delle due squadre si è voluta prendere la responsabilità di scoprirsi in avanti, a stravolgere la partita ci ha pensato l'espulsione di Telles che si è fatto cacciare via dal campo dopo aver rimediato in maniera assurda due cartellini gialli in rapida successione. Con l'uomo in più la Juventus prende decisamente in mano l'iniziativa e già prima dell'intervallo sfiora il gol con Dybala che colpisce il palo dopo aver fatto tutto alla perfezione. Nella ripresa gli uomini di Allegri fanno più fatica del previsto, la porta di Casillas sembra stregata con Khedira e Higuain che non prendono la mira, a questo punto arrivano le mosse decisive di Allegri che fa entrare Pjaca e Dani Alves: saranno proprio loro gli autori dei due gol che regalano un successo importantissimo alla Juventus che potrà affrontare il match di ritorno in programma il prossimo 14 marzo a Torino tenendo il coltello dalla parte del manico. Nel finale Khedira sfiora il tris in scivolata, palla che sfiora il secondo palo ed esce di pochissimo, vittoria meritatissima per la Juventuc che ha letteralmente dominato sul piano della gestione del pallone, per il Porto il cammino in Europa sembra ormai compromesso.

Le due squadre partono piano senza scoprirsi e lo spettacolo ne risente, gara che diventa quasi a senso unico con l'espulsione di Telles, tuttavia nonostante la superiorità numerica la Juve non la sblocca prima del 72' ma a parte questo dettaglio i bianconeri sono stati nettamente superiori e avrebbero meritato di vincere anche con uno scarto più ampio.

L'espulsione di Telles poco prima della mezz'ora ha pesantemente condizionato il rendimento dei padroni di casa che non hanno avuto altra scelta di chiudersi in difesa e limitare i danni, senza riuscire però a evitare un KO interno molto pesante, allo Juventus Stadium sarà durissima per i lusitani. 

Giocare per oltre un'ora con l'uomo in più ha dato sicuramente una grossa mano agli uomini di Allegri che sul campo hanno comunque dimostrato di essere più forti degli avversari, a fare la differenza (oltre ai cambi) è stata la calma olimpica che i bianconeri hanno mantenuto anche quando il gol non arrivava. Prova indubbia di grande forza e carattere. 

Nulla da aggiungere sull'espulsione di Telles, autore nel giro di 60 secondi di due falli che meritavano assolutamente il giallo, le sue decisioni hanno fatto arrabbiare i padroni di casa ma erano assolutamente ineccepibili.

Aspettando le pagelle complete e finali di Porto-Juventus 0-2, chi è l'MVP della partita al Do Dragao? Difficile dirlo, perchè i bianconeri hanno giocato una partita globale nella quale hanno dominato sul piano del possesso palla. Tutti hanno contribuito a portare il loro mattone, ma c'è un giocatore che si eleva sugli altri: Paulo Dybala. La Joya stasera non  segna, ma ispira: è dappertutto e da una sua azione nasce il primo gol (fortunoso) grazie ad un rimpallo. La posizione che Allegri ha cucito addosso al numero 21 della Juventus è fondamentale: in questo modo Dybala si può incuneare tra le linee avversarie, sgusciare alle spalle dei centrocampisti e andare a puntare i difensori partendo da una situazione di vantaggio. Il palo colpito nel primo tempo era stato un'avvisaglia: nella ripresa l'attaccante è cresciuto di colpi e ancora una volta si è dimostrato l'arma in più di una Juventus che vede sempre più vicini i quarti di finale di Champions League.

Ecco i voti relativi al primo tempo di Porto-Juventus, partita valida per l'andata degli ottavi di Champions League 2016-2017. Dal 27' i bianconeri sono avanti di un uomo per l'espulsione di Telles (4) che nel giro di un minuto e mezzo commette due falli da ammonizione assolutamente senza senso con i quali lascia la squadra di Nuno Espirito Santo in dieci, agli uomini di Allegri non sembra vero di poter giocare per oltre un'ora con l'uomo in più e provano subito ad approfittarne, Cuadrado (6) e Khedira (6) non inquadrano la porta da relativamente poca distanza, tuttavia ad avere la più grossa chance nei primi quarantacinque di gioco è sicuramente Dybala (6,5) che poco prima dell'intervallo colpisce il palo con Casillas (6) graziato dal legno. I padroni di casa si sono resi pericolosi (o almeno ci hanno provato) solamente a inizio gara con Brahimi e Neves senza però creare grossi complessi a Buffon (6), dopo l'espulsione di Telles i giocatori di Porto hanno pensato solamente a difendersi e a rintuzzare gli assalti dei bianconeri.

L'espulsione di Telles ha sicuramente mandato a farsi benedire i piani della squadra lusitana che voleva giocarsela alla pari e invece ora deve pensare solamente a limitare i danni. Era quello che aveva creato le maggiori preoccupazione nella retroguardia bianconera, poi per una scelta discutibile del mister viene sacrificato per ripristinare la difesa a quattro. Complica la gara dei suoi con due falli insensati che nel giro di 60 secondi gli costano il doppio giallo e l'espulsione.

Grazie alla superiorità numerica i bianconeri prendono l'iniziativa e fanno la partita con tanto possesso palla, ma in Champions League non bastano le buone intenzioni per segnare, ci vuole anche un po' di fortuna, quella che non ha avuto Dybala che ha colpito il palo. Tra i ventidue in campo è quello che ha andato più vicino di tutti al gol con il palo e un altro tentativo in cui ha spaventato Casillas. Qualche imperfezione nel servire i compagni, rivedibile anche la gestione della sfera. (Stefano Belli)

Pagelle / Porto-Juventus (0-2): i voti della partita. Dybala il migliore: ispira il primo gol ed è ovunque (Champions League 2016-2017, andata ottavi)