Probabili formazioni Fiorentina-Monchengladbach: ecco i migliori delle squadre. Quote e ultime novità live (Europa League, oggi 23 febbraio)

Redazione

Probabili formazioni Fiorentina-Borussia Monchengladbach: le quote e le ultime novità iive sulla partita dello stadio Artemio Franchi, valida per il ritorno dei sedicesimi di Europa League

Probabili formazioni Fiorentina-Monchengladbach: ecco i migliori delle squadre. Quote e ultime novità live (Europa League, oggi 23 febbraio) Foto LaPresse

Pubblicazione: giovedì 23 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: giovedì 23 febbraio 2017, 18.58

La Fiorentina questa sera si gioca tra le mura di casa il passaggio del turno in Europa League contro il Borussia Monchengladbach: l’attesa è chiaramente tanta al Franchi ma entrambi i tecnici potranno fare contro su alcuni dei loro migliori giocatori, premiati dalle statistiche ufficiali del sito UEFA. Secondo il ranking sulle prestazioni realizzate da entrambe le rose in questa fase finale del secondo torneo continentali premiano per la compagine viola Milan Badelj al 37^ posto del ranking, con il compagno di squadra Bernardeschi subito vicino alla 41^ gradino, mentre per i puledri il miglior giocatore rimane Christoph Kramer, al 56^ posto del ranking. Andiamo vedere i due sotto al microscopio: Badelj in questa fase finale dell’Europa League ha messo a tabella in 5 partite giocate (450 minuti nelle gambe), 1 cross andato a buon fine, il 90% di efficacia nei passaggi (323 perfetti su 360 effettuati), vinto3 contrasti e recupero 31 palloni. A confronto le statistiche mettono il già citato Kramer, centrocampista del Borussia Monchengladbach, che invece porta nelle sue statistiche su 1 partita giocata da titolare, 1 contrasto vinto, 6 palloni recuperati e il 90% di perfezione nei passaggi (73 precisi su 81 effettuati). 

È una sfida tra due formazioni reduci da altrettante sconfitte nei rispettivi campionati. La Fiorentina ha perso al Meazza contro il Milan: il ko di domenica ha scatenato un vespaio di polemiche nei confronti del tecnico Paulo Sousa e delle sue opinabili scelte tattiche. Nonostante i viola abbiano vinto il match d'andata, pesano le due disfatte consecutive con Milan e Roma, inframezzate dalla vittoria interna con l'Udinese: lo stato di forma non è dunque dei migliori. Il Borussia Monchengladbach si presenta al Franchi dopo l'1-0 interno subito dal RB Lipsia, che ha interrotto un filotto di 3 successi consecutivi in Bundesliga. Vista la necessità di dover ribaltare il risultato del turno d'andata, i tedeschi non possono dormire sogni tranquilli. Ma tra le due avversarie, i più sereni sono sicuramente gli ospiti.

In vista di Fiorentina-Borussia Monchengladbach, partita di ritorno dei sedicesimi di Europa League, parlando delle probabili formazioni delle due squadre ci sembra doveroso fare il punto sui giocatori diffidati, coloro che saranno fermati per una giornata di squalifica se riceveranno un cartellino giallo. In casa Fiorentina ci sono a rischio Tomovic e Bernardeschi, assenze che potrebbero essere molto pesanti (soprattutto il numero 10) nell’eventuale andata degli ottavi di finale, anche se naturalmente per ora l’attenzione è tutta concentrata a raggiungerli, questi ottavi, senza dunque poter fare troppi calcoli. Bernardeschi dunque sarà certamente titolare, mentre Tomovic potrebbe effettivamente partire dalla panchina. Sono due i diffidati anche per quanto riguarda il Borussia Monchengladbach, i centrocampisti Kramer e Dahoud, ma anche in questo caso ciò non inciderà sulle scelte dell’allenatore Hecking. L’obiettivo dei tedeschi è la rimonta, per ottenerla non potranno fare molti calcoli sul futuro.

Federico Bernardeschi sarà sicuramente uno dei protagonisti più attesi di Fiorentina-Borussia Monchengladbach, partita di ritorno dei sedicesimi di Europa League. Innanzitutto perché il numero 10 viola ha deciso la partita d’andata in Germania con una splendida punizione tra l’altro a due soli giorni dal cinquantesimo compleanno di uno dei più gloriosi numeri 10 della storia della Fiorentina, cioè Roberto Baggio. Bernardeschi sarà dunque anche oggi uno dei punti di forza dei gigliati e uno degli uomini più temuti per il Borussia Monchengladbach, anche perché domenica ha dovuto saltare la partita di campionato della Fiorentina contro il Milan, assenza per squalifica che è risultata molto pesante per i viola, sconfitti a San Siro. L’unica consolazione è che adesso Bernardeschi sarà più fresco per il match di questa sera, nel quale ancora una volta sarà chiamato a lasciare il segno nella competizione che per la Fiorentina è ormai il primo obiettivo stagionale.

Andiamo subito a dare un'occhiata agli assenti di Fiorentina-Borussia Monchengladbach, partendo dai padroni di casa. Paulo Sousa non ha problemi di formazione, visto che l'unico indisponibile è il lungodegente Bartolomiej Dragowski. Il portiere polacco, terza riserva dietro a Tatarusanu e Sportiello, è alle prese con una distorsione al ginocchio e dovrebbe rientrare tra fine mese e inizio marzo. La Fiorentina non può inoltre contare sul baby Ianis Hagi, giocatore non iscritto nella lista Uefa. Da monitorare la situazione relativa a Federico Chiesa, uscito domenica scorsa contro il Milan per un problema muscolare. Fronte Borussia Monchengladbach. La situazione dei tedeschi è ben più complicata rispetto al borsino delle assenze viola. Il tecnico Dieter Hecking deve ancora fare a meno dell'attaccante Raffael, vittima di un problema muscolare. Come se non bastasse, gli ospiti non possono contare neppure su Joel Mero (frattura alla gamba), Alvaro Dominguez (problemi alla schiena) e Nico Moritz (frattura al braccio). Dovrebbero invece partire dalla panchina Ibrahima Traoré, Mamadou Doucoure e Marvin Schulz.

La partita tra Fiorentina e Borussia Monchengladbach attesa al franchi ci permetterà di mettere a confronto due tra i difensori più fidati a cui sia Sousa che Hecking faranno senza dubbio affidamento in questo match di ritorno dei sedicesimi di Europa League: abbiamo infatti messo a confronto il viola Astori con il bianconeroverde Vestergaard, di cui vedremo subito i dettagli. Il primo è Davide Astori, classe 1987, in maglia della Fiorentina solo dal 2016:in questa stagione il difensore ha messo a bilancio 22 presenze in campionato con un gol e 5 partecipazioni in Europa League dove ha messo a tabella 2 assist. Per contro abbiamo messo a confronto in duello il danese Jannik Vestergaard, centrale classe 1992,al Monchengladbach dal 2016,con il quale in questa stagione  ha messo a bilancio 21 presenze in Bundesliga e un solo gol, oltre a 4 partecipazioni in Champions  League e  sola da titolare nel secondo torneo continentale.

Si gioca alle ore 21:05 di giovedì 23 febbraio, per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League 2016-2017. Una partita fondamentale per i viola: non soltanto per superare il turno del torneo e volare agli ottavi, ma anche e soprattutto per provare a salvare una stagione al di sotto delle attese, visto che in campionato la distanza dal quinto posto rende sempre più difficile una qualificazione alle coppe del prossimo anno. Il risultato dell’andata è positivo: 1-0 in trasferta, che questa sera andrà difeso con le unghie e con i denti. Ad arbitrare la partita dell’Artemio Franchi sarà il portoghese Artur Dias; aspettando il calcio d’inizio della sfida, andiamo a vedere quali sono i dubbi e i ballottaggi ancora aperti per i due allenatori analizzando nel dettaglio le probabili formazioni di Fiorentina-Borussia Monchengladbach.

Per Fiorentina-Borussia Monchengladbach, valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League 2016-2017, le quote previste dalla Snai ci danno le seguenti informazioni: la vittoria della Fiorentina (segno 1) vale 2,40, il pareggio (segno X) è quotato 3,40, mentre la vittoria del Borussia Monchengladbach (segno 2) vi permetterà di vincere 2,95 volte la somma che avrete deciso di investire.

Paulo Sousa non dovrebbe cambiare di molto la squadra vista una settimana fa; ritrova Federico Chiesa che dovrebbe andare a giocare come esterno destro a centrocampo, ma per il resto le sue scelte saranno confermate. Davanti a Tatarusanu perciò rivedremo il terzetto guidato da Gonzalo Rodriguez, con Carlos Sanchez nel suo nuovo ruolo di difensore e Astori che come sempre giocherà sul centrosinistra; dubbio sulla corsia mancina, con Maxi Olivera che sembra essere in vantaggio su un Cristian Tello che potrà invece essere utile nel secondo tempo, quando eventualmente il Borussia lascerà spazi da attaccare in velocità. In mezzo dovrebbe esserci la coppia composta da Matias Vecino e Badelj, di fatto i due titolari; questo spinge ancora una volta il versatile Borja Valero sulla trequarti, dove sarà affiancato da Bernardeschi che per adesso rimane il matchwinner di questo sedicesimo di Europa League. Davanti a tutti Kalinic, vista l’importanza della partita, dovrebbe ancora avere la meglio su Babacar.

Anche Dieter Hecking cambia poco; di fatto il Gladbach non avrebbe meritato di perdere all’andata ed è giusto continuare su questa linea. Certo questa sera i tedeschi avranno bisogno di fare gol; per questo motivo il tecnico medita di mandare in campo una prima punta di ruolo in appoggio a capitan Stindl. Ballottaggio tra Hahn e Drmic, ma il primo è nettamente favorito; a rimanere fuori sarebbe Fabian Johnson, che nel caso fosse mandato in campo andrebbe a occupare come all’andata il ruolo di esterno sinistro. Ruolo al quale invece Hecking dovrebbe invece destinare Thorgan Hazard; dall’altra parte del campo conferma per Herrmann, mentre in mezzo agirà come al solito la coppia formata da Kramer, che due anni e mezzo fa era titolare nella finale del Mondiale, e il giovane Dahoud. Difesa confermata: Jantschke e Wendt occuperanno le fasce, Vestergaard e Christensen giocheranno invece davanti a Sommer. Panchina per il nuovo arrivato Kolodziejczak, ex del Siviglia.