Articoli 2008 di Cultura

COMUNISMO/ Visti da vicino, i testimoni del crudele regime sovietico

GIOVANNA PARRAVICINI racconta in un’intervista il suo personale incontro con numerosi dissidenti durante la dittatura dell’URSS. Una serie di ritratti, raccolti nel suo ultimo libro, Liberi, che racconta la storia di coloro che ebbero il coraggio di opporsi a una delle più crudeli tirannie liberticide che la storia umana abbia mai conosciuto

NATALE/ Ma il 25 dicembre è solo una data simbolica?

Non che la versione ufficiale sia fonte di turbamento per alcuno, ma la notizia sembra comunque affascinante. Il Natale non avrebbe semplicemente sostituito l’antica e pagana festa del sole, ma il giorno in cui cade potrebbe avere anche un significato storico. Secondo Tommaso Federici, storico e teologo recentemente scomparso, occorre fare un paio di conti per prenderne atto

Giannino: il mio Natale laico

Il Natale è la grandezza di Chi si è fatto carne per aprirci al nostro compito d’amore. Una forza d’amore che sarebbe insegnamento obbligatorio da riservare ai banchieri e finanzieri, nel mondo d’oggi, per riflettere sul disastro che hanno creato dimenticando l’uomo. Ai malati, è molto più facile capirlo. È questo, il mio Natale laico, di chi si cerca nell’altro per non perdere ciò che Lui ci ha dato

VANGELI/ Socci: ecco la mia indagine, svolta al lume della ragione

In un periodo in cui sembra essere tornata di “moda” la figura di Cristo, oggetto di speculazioni storiche, filosofiche e addirittura giornalistiche che ultimamente sembrano, a vedere le numerose pubblicazioni in commercio, appannaggio dei maîtres à penser del laicismo, c’è chi, con indubbia onestà, propone la sua personale e rigorosa “indagine”

DIALOGO/ Conoscere l’Islam, incontrare i musulmani

Il Corso organizzato da Diesse Lombardia “Conoscere l’Islam, incontrare i Musulmani“, che si è da poco concluso a Milano, si proponeva come un percorso di approfondimento della realtà del mondo islamico in tutta la sua complessità. Andrea Caspani spiega in questa intervista il senso dell’intero corso

RECENSIONE/ Esiste una coscienza? Essere dualisti nell’era del naturalismo

Un’accurata disanima, quella compiuta da Andrea Lavazza nel suo ultimo libro, sul tema del riduzionismo scientifico ancora imperante nella nostra società. Con un unico appello ai collaboratori dell’opera: quello di correre il rischio di ridurre la questione a una mera “partita a scacchi”, bensì coinvolgersi in una vera rifondazione dell’approccio al concetto di coscienza

REVISIONISMO/ Napolitano: da Fini parole sorprendenti, sul razzismo nazista la Chiesa si schierò pubblicamente

A seguito delle discusse parole del presidente della Camera Gianfranco Fini a proposito del ruolo della Chiesa Cattolica nei confronti delle leggi razziali MATTEO LUIGI NAPOLITANO spiega l’esistenza di una vasta documentazione storica che scagiona completamente qualsivoglia accusa di colpevole silenzio da parte della Santa Sede

DIBATTITO/ Dagli Usa una proposta per salvare i cristiani iracheni dalle persecuzioni

Una soluzione che, sebbene rappresenti una forma di ghettizzazione, viene vista come l’unica in grado di preservare le comunità cristiane irachene. La creazione di un’area protetta nel nord dell’Iraq è stata l’oggetto del dibattito organizzato dal centro culturale Crossroad a Washington. Promotore dell’incontro Joseph T. Kassad, leader della Federazione caldea d’America

CONVEGNO/ A 60 anni dalla Dichiarazione dei diritti dell’uomo, una sfida per l’Europa

Oggi a Milano, nell’anniversario dei sessant’anni dalla promulgazione della Dichiarazione dei diritti dell’uomo, il Convegno organizzato dall’Ares dal titolo «Per l’Europa dei diritti. Dalla Dichiarazione universale ai nuovi scenari», ospiti Mario Mauro, Letizia Moratti, Oscar Giannino, Gloria Riva, Luciano Garibaldi, Gianfranco Morra, Mons. Luigi Negri, Giorgio Vittadini

PAOLO VI / Fra tante “licenze televisive” e qualche verità storica, una fiction dal sapore troppo politico

C'è il sospetto che “per forza di levare”, come diceva Michelangelo, e a furia di aggiungere, la miniserie televisiva su Papa Montini, sebbene racconti con dovizia di particolari alcuni importanti avvenimenti, sia stata pilotata politicamente. L'obiettivo di rendere un Papa “simpatico” alla gente, spiega GISELDA ADORNATO, non giustifica l'averne trascurato la profondità spirituale in cambio di un santino progressista ante litteram

INQUISIZIONE/ La “leggenda nera”: oltre alle solite accuse qualche voce fuori dal coro

Chi l'avrebbe mai detto? Il tribunale del Sant'Uffizio istituì la figura del giudice differenziandola da quella dell'accusatore. Questa e molte altre “sorprese” sono state raccontate al recente incontro organizzato dall'Accademia Ambrosiana. Fra storici che, sebbene ospiti di un'istituzione cattolica, non hanno lesinato nel riproporre le consuete rimostranze verso la Chiesa, c'è stato anche qualcuno, laico d.o.c., che ne ha difeso l'operato dell'epoca, sottolineandone addirittura le avanzate conoscenze scientifiche

LETTERATURA/ Faulkner, Steinbeck e la “lost generation”, quando l'arte descrisse la crisi del '29

Anche allora c'erano intellettuali che avevano previsto tutto e denunciato il clima di apparente frivolezza con cui si aspettava l'arrivo della tempesta. Alcuni scrittori si suicidarono, altri cambiarono i propri riferimenti culturali e ideologici. ENRICO REGGIANI racconta l'America del 1929, fra disillusioni, nuove speranze e voglia di ricominciare

LETTURE/ Le mille facce, tutte uguali, della religione “fai da te”

All’avvicinarsi delle feste natalizie, si assiste ogni anno al riproporsi di due fenomeni. L’aura di bontà e di solidarietà incita tutti quelli che fanno qualcosa per aiutare gli altri ad esporsi e raccogliere nei più svariati modi risorse finanziarie. D’altro canto, riviste, giornali e libri si interessano, anch’essi coinvolti dalla magica atmosfera natalizia, di temi genericamente spirituali

Solženicyn/ Le tre vocazioni di un grande scrittore

NIKITA STRUVE, amico strettissimo di Solženicyn, racconta la missione e la passione per la verità che hanno accompagnato lo scrittore durante la sua lunga parabola esistenziale. Una vita densamente spesa in molte forme di testimonianza all'Occidente degli orrori del totalitarismo sovietico

STORIA/ Gramsci, l'enigma del figlio prediletto ma scomodo del PCI

Il fondatore del PCI si sarebbe convertito in punto di morte. È quanto ha affermato mons. Luigi de Magistris propenitenziere emerito del Vaticano nonché conterraneo del pensatore alerese. Oltre al grande scalpore della notizia, restano molti dubbi. Ma una cosa è certa, Antonio Gramsci da un certo punto della sua vita in poi cambiò radicalmente alcune sue convinzioni politiche e morali. GIANCARLO LEHNER, storico e giornalista, studioso del comunismo e biografo di Gramsci esprime la propria opinione

SCUOLA/ Dopo Rivoli: quando un morto diventa un'arma contro il nemico politico

Oggi i funerali di Vito, il ragazzo di 17 anni morto per il cedimento del soffitto nella sua scuola di Rivoli. Come hanno reagito giornali e televisioni di fronte a questo tragico evento? Un gioco al ribasso, fatto cavalcando la rabbia e le accuse. Un brutto esempio: perché si capisce chi siamo da come si racconta la morte di un ragazzo

EVENTI/ Comunicare il "dono" come fattore per comprendere la nostra identità

Nel gesto del dono la scoperta delle proprie domande e dei propri desideri. GIANFRANCO DALMASSO analizza un “rito” che coinvolge tutte le espressioni sociali prodotte dall'uomo nel corso della storia, dai greci ai giorni nostri, dai rapporti di parentela a quelli diplomatici. La propria identità viene “suscitata” da questa forma relazionale molto più di quanto non si creda

LETTERATURA/ Dino Buzzati, la voce del mistero nel deserto dei bempensanti

Era il 1968 quando Mondadori diede alle stampe La Boutique del Mistero, di Dino Buzzati, una raccolta di racconti accolta tiepidamente da una critica in piena ubriacatura ideologica, ma che ebbe grande popolarità e che tutt'ora continua a venir letta e tradotta in moltissime lingue. FAUSTO GIANFRANCESCHI, critico letterario e “buzzatiano” doc, spiega i motivi del fascino che questo grande scrittore continua a ispirare

ARTE/ Ciatti: vi racconto come ho riportato alla luce l'opera di Raffaello

Dopo molti anni di lavoro di restauro torna a vedere la luce il dipinto di Raffaello La Madonna del Cardellino. Si tratta di un evento epocale per la storia dell'arte italiana dal momento che d'ora in poi sarà possibile al pubblico rimirare l'opera restituita ai colori originali e depurata da contaminazioni e restauri precedenti. Il professor MARCO CIATTI, dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze ha guidato l'equipe di esperti che si sono dedicati a questo lungo lavoro

MONACHESIMO/ Lavoro manuale, cultura e fraternità: così pochi uomini hanno creato un'intera civiltà

Più lo si legge e più il discorso di Benedetto XVI al Collegio dei Bernardini di Parigi, lo scorso 12 settembre, rivela aspetti nuovi e possibilità di ulteriori approfondimenti. Il Sussidiario ha chiesto a GIORGIO PICASSO, già docente di Storia Medievale all’Università Cattolica di Milano e grande studioso del mondo benedettino, di approfondirne alcuni passaggi

MEDIOEVO/ Quando la fiducia era alla base della società

Nel Medioevo chi era chiamato a governare la cosa pubblica non doveva poossedere qualità di leader innovativo, ma farsi interprete di un ordine buono già presente nel mondo. La fiducia del popolo nelle istituzioni, come spiega GUIDO CARIBONI, dipendeva dal riconoscimento in esse di un riflesso di quell'armonia

AGOSTINO/ 2. La lezione attuale di uno spirito inquieto che cerca senza posa

In occasione dell'anniversario della nascita del santo di Tagaste il filosofo GIANFRANCO DALMASSO offre una lettura del pensiero di questo Padre e Dottore della Chiesa Cattolica spiegando i motivi delle sua intramontabile attualità. L'analisi di un pensatore che dedicò gran parte della propria riflessione all'interiorità umana senza per questo rinunciare a un'acutissima indagine sulla realtà

MOSTRE/ Morandi, le immagini tese del grande artista del silenzio

Da New York a Varese l'Opera di Morandi sta vivendo un periodo di strepitosa rinascita. Lui pittore esistenzialmente in crisi viene sempre più apprezzato come figura interpretativa dell'attuale periodo socioeconomico. Alla sua arte sono dedicate rassegne e mostre in più parti del mondo nonché una mostra itinerante raccontataci da GIUSEPPE FRANGI e che da oltreoceano sbarcherà nel nostro Paese