Articoli 2009 di Medio Oriente

MEDIO ORIENTE/ Quando i cristiani possono solo sopravvivere o fuggire

Storie di cristiani perseguitati per la loro fede, vittime di ogni tipo di violenze e soprusi. Sami Habib Istifo, che si è candidato alle elezioni provinciali in Iraq ma si prepara a morire; Christine Wadi al-Turk, morta a Gaza a causa dei bombardamenti; Mehdi Kouri, cristiano, costretto a fuggire fuggito perché colpevole di amare Hiyam Ajai, musulmana, a sua volta uccisa

MEDIO ORIENTE/ Gli Usa e la ricostruzione: il nodo del dialogo con arabi e israeliani

A poche ore dall’insediamento di Barack Obama al ruolo di presidente degli Stati Uniti, una delle domande più sentite riguarda l’atteggiamento che il neoeletto assumerà nei confronti della politica estera, in particolar modo per quanto riguarda l’attuale crisi israelo palestinese. PAOLO MAGRI, direttore dell’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) esprime la propria autorevole opinione in merito

ISRAELE/ L'appello dei cristiani di Gaza

Ilsussidiario.net raccoglie l'appello dei francescani della Custodia di Terra Santa in collaborazione con il Patriarcato Latino di Gerusalemme a favore dei bambini di Gaza. TOMMASO SALTINI ne illustra dettagli e ragioni

MEDIO ORIENTE/ Toni Capuozzo (Tg5): vi racconto la guerra vista da vicino

Il vicedirettore del Tg5 Toni Capuozzo, appena rientrato dalle zone degli scontri, spiega a ilsussidiario.net qual è nel dettaglio la situazione della guerra in Medio Oriente. L'obiettivo di Israele è quello di bloccare i lanci di missili da Gaza, e impedire le forniture di armi in futuro; e l'attuale debolezza di Hamas indica che l'obiettivo è vicino. Non c'è affatto l'intenzione da parte di Israele di tornare ad occupare Gaza. Ma la situazione resta complessa, e per il futuro non si vedono vere e proprie vie d'uscita

MEDIO ORIENTE/ A Gaza una guerra in cui perdono tutti

La guerra indebolisce sempre, poiché favorisce la crudeltà e le ingiustizie. E gli uomini che la compiono, anche se utilizzano ragioni idelogiche per giustificarsi, non ne escono immuni; si rendono peggiori. Per il bene di Israele, per il bene di questa terra, per il bene dell’Occidente, è importante che questa guerra si fermi quanto prima

MEDIO ORIENTE/ I cattolici e Gaza: come e perché ripensare la guerra e la pace

Troppi elementi contraddistinguono i tratti della crisi israelo palestinese per formulare, sebbene con le migliori intenzioni, giudizi non esenti da una certa equivocità. Dichiarazioni che potrebbero mettere a rischio, oltre la credibilità di chi le pronuncia, anche migliaia di vite innocenti. Per questo occorre agire alla luce di un comportamento diplomatico il più possibile scevro da pregiudizi e in sintonia con la situazione

MEDIO ORIENTE/ 1. Pizzaballa: il perdono strumento di convivenza, ma la politica faccia la sua parte

Il Custode di Terra Santa Padre Pierbattista Pizzaballa spiega a ilsussidiario.net quali sono le speranze di pace tra israeliani e palestinesi, e quale può essere il ruolo dei cristiani. Invocare il dialogo sembra sempre più difficile, mentre i giorni di guerra in Terra Santa si protraggono, e addirittura si aprono nuovi fronti di battaglia, come accaduto ieri al nord di Israele. Ma c’è chi, dall’interno, continua a operare perché le armi possano tacere e perché si possano costruire soluzioni durature

DIBATTITO/ Israele: contro pregiudizi e diffidenze, c'è la fede di un popolo

Ogni volta che si riapre la crisi mediorientale riemergono gravi incomprensioni, diffidenze, e il solito doloroso problema: le mezze parole che nascondono, dietro un equilibrio apparente, lo squilibrio verso una parte. Ma chi ha pagato il prezzo dell’incomprensione e della sottrazione della propria memoria e della propria spiritualità è stato soltanto l’ebraismo

GAZA/ Perché il sì a Israele non è un sì alla guerra

Dopo due giorni dall'inizio dell'offensiva di terra a Gaza da parte dell'esercito israeliano con l'adeguamento del numero dei morti a oltre 500 rimane viva e anzi si rafforza la convinzione che Israele debba fermarsi. Eppure Israele e palestinesi hanno il diritto alla sicurezza e alla pace. Ma come arrivare a questo risultato?

GLI ARCHIVI DEL CANALE