AUTORI / Jonah Lynch

Jonah Lynch cerca il fondo delle cose dal 1978. Dopo essersi laureato in fisica alla McGill University a Montreal entra in seminario. Ha studiato filosofia e teologia all'Università Lateranense, ha ottenuto un master in Education alla George Washington University e un dottorato all’Università Gregoriana. In Italia ha pubblicato diversi libri, tra cui “Il profumo dei limoni” (Lindau, 2011). Attualmente fa ricerca per IIMAS e l’Università di Pavia. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

Io e il mio papà

Senza di noi, l'eredità dei nostri padri sarà più povera. Occorre quindi cercare, con umiltà, di alleggerire il peso dei loro errori, forse correggerne qualcuno. L'editoriale di JONAH LYNCH

Dio si è commosso

Davanti alla morte del suo amico Lazzaro, Gesù si è commosso. Dio si è nuovamente commosso, e ha pianto. Poi è andato a morire sul Calvario per fare nuove tutte le cose. JONAH LYNCH

Ripartire mille volte (col perdono)

Il perdono è parte della pedagogia di Dio, in un percorso che ricomprende ogni aspetto della nostra libertà, compreso l'errore e la colpa, attraverso il pentimento. Ne parla JONAH LYNCH

Pregare è astratto?

"Uno studente di liceo ha perso il suo migliore amico in un incidente. Mi ha chiesto che cosa potesse fare. Io gli ho risposto di pregare per l’anima del suo amico". JONAH LYNCH

I nemici della grazia

Come ogni anno, anche questa fine d’anno è piena di elenchi di buoni propositi. Sappiamo che non servono a molto. Ma sappiamo anche che il desiderio che li genera è prezioso. JONAH LYNCH

L’Immacolata, perché ci interessa?

A che cosa paragonare l’Immacolata Concezione di Maria, per arrivare a percepire il mistero che la rende unica fra tutte le donne e gli uomini della Terra? L'analisi di JONAH LYNCH

I morti siamo noi

Se il cuore è saldo, anche un paese intero di macerie si può sistemare in pochi anni. Come uscire da questa gabbia? Qual è il principio di una rinascita? L'analisi di JONAH LYNCH

La fede e le nostre domande

JONAH LYNCH racconta la sua gratitudine alla Chiesa perché, a differenza dei maitre a penser, di fronte al dramma della vita non ci abbandona alla nostra miseria chiedendoci di dimenticare

II mondo e il caso

È curioso il fatto, spiega JONAH LYNCH, che si possa interpretare la realtà in molti modi e, se ci si ferma ai particolari, si possono spiegare molte cose in modo puramente materialistico. 

Grazie a Dio siamo limitati

Poche cose ci danno fastidio quanto il fatto di essere limitati. La parola limite indica la finitezza, un confine, e spesso usiamo la parola in senso negativo. L'analisi di JONAH LYNCH

È nostra madre

Per JONAH LYNCH, dire il rosario è come tenere la mano della Madonna. È un'immagine dolce. Sarebbe dolciastra, se non fosse che a volte abbiamo davvero bisogno di tenere la mano della mamma

La morale e i neuroni

Qualche anno fa, spiega JONAH LYNCH, sembrava che tutto si potesse spiegare con i geni. Adesso si è capito che non è così, e allora ci si prova con i neuroni

LETTURE/ Cosa resta del Padre?

JONAH LYNCH ha letto il libro dello psicoanalista Massimo Recalcati Cosa resta del padre? La paternità nell'epoca ipermoderna: spunto per una riflessione più ampia sulla figura del “Padre”