AUTORI / Kenneth J. Arrow

Kenneth J. Arrow è nato nel 1921 a New York, si è laureato in sociologia al City College di New York e ha ottenuto il M.A. (in matematica) e il Ph.D. (in economia) alla Columbia University. Arrow ha grandemente contribuito all'adozione in economia di strumenti analitici più raffinati di quelli usati in precedenza e gli si devono alcuni degli sviluppi più interessanti dell'economia dell'incertezza e dell'economia monetaria. Ha altresì impresso una svolta allo studio delle scelte sociali, introducendo l'idea di funzione sociale del benessere. È dottore honoris causa di sedici università nel mondo, ed è stato presidente dell'Econometric Society, dell'American Economic Association, dell'International Economic Association e della Western Economic Association. Nel 1972, Arrow ha ricevuto insieme a Sir John R. Hicks il Premio Nobel per l'Economia "per i loro contributi pionieristici alle teorie dell'equilibrio economico generale e dell'economia del benessere". Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

Un’agenda per i prossimi dieci anni

Ciò che si constata è che la politica monetaria negli Stati Uniti ha in realtà funzionato molto bene. Non mi ritengo un esperto riguardo all’esperienza europea, ma l’impressione è che gli europei abbiano una politica monetaria eccessivamente rigida. Boskin sostiene che tale rigidità sia dovuta alla necessità della Banca Centrale Europea di acquisire credibilità, ma credo che il problema abbia origini più remote. Un po’ di tempo fa ebbi una conversazione con un ex Presidente della Bundesbank, che definì esplicitamente come solo scopo della politica monetaria il controllo dell’inflazione, senza alcuna preoccupazione per il livello della produzione. Si tratta di un uomo di grande intelligenza e larghezza di vedute ma quell’osservazione, ancora adesso, mi sembra l’espressione di una rinuncia ad un proprio compito. Ad ogni modo, se gli effetti della politica monetaria sono così limitati da ridursi al solo controllo dell’inflazione, allora vi è bisogno di qualcosa d’altro.