AUTORI / Maurizio Vitali

Maurizio Vitali, nato nel 1951 a Melzo (Milano), dal 1972 al 1976 è segretario generale dell'Istituto di Studi e Ricerche post-universitarie Istra di Milano, Dal 1977 al 1989 è direttore di Cl-Litterae Communionis, mensile di Comunione e Liberazione. Nel 1987 è tra i soci fondatori della Scuola Italiana di Dottrina Sociale, presieduta da Augusto Del Noce. Nel 1989 entra nella redazione del quotidiano Il Giorno. Redattore agli esteri, inviato in Polonia e Cecoslovacchia per le prime elezioni del post-comunismo, diviene poi vice-responsabile delle cronache della Lombardia, e successivamente responsabile del servizio di politica. Dal 1998 al 2013 è direttore di Lombardia Notizie, agenzia di stampa quotidiana della Regione Lombardia. Dal 1989 al 1992 e dal 1999 al 2008 è stato membro dei Consiglio di presidenza dell'Istituto per la Formazione al Giornalismo "Carlo De Martino" di Milano. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

Giovani? Roba minima

Il Rapporto Giovani dell’Istituto Toniolo mostra che nonostante alcune percentuali drammatiche, come quelle dei Neet, i giovani hanno desideri e intraprendenza. Ma chi investe su di loro?

Tritolo e facce di bronzo

Molti si sono appropriati disinvoltamente di un uomo simbolo, Giovanni Falcone, dopo averne combattuto senza scrupoli le idee, frenato le iniziative e isolata la persona

Fase 2 senza scuola?

Il Governo sta gestendo la Fase 2 mediante l’iper-produzione di regole. È lo stesso modello fallimentare della scuola, oppressa da centralismo e mancanza di merito

Tre libri per essere liberi in casa

Tre storie in cui c’entrano il contagio, non da coronavirus, l’isolamento e una solitudine forse amica. In tutte e tre tocca fare i conti con qualcosa di inspiegabile

Il coronavirus e le nostre paure

Il coronavirus mette paura, inutile negarlo. Ma questa paura occorre guardarla in faccia, per impararne almeno qualcosa: chiederci di nuovo chi siamo

Slot machine, vitello d’oro

Nel 2019 gli italiani hanno speso nel gioco d’azzardo 110 miliardi, equivalenti al 6% del Pil. Il frutto tragico di una speranza mal riposta

Ridateci il maestro Manzi

Servirebbe una nuova alfabetizzazione di massa nell’era digitale: oggi tutti fanno informazione, ma il risultato è sconfortante per la verità delle cose

Buoni, Cattivi e Craxi

La stagione di Mani pulite ha cambiato l’Italia decisamente in peggio. Meglio archiviarla al più presto e fare i conti con la storia

Scuola, più soldi per fare cosa?

Fioramonti se n’è andato perché voleva più soldi per la scuola. Da usare come? Non è chiaro, e nessuno ne parla, mentre l’emergenza educativa dovrebbe interrogare tutti

Morire di lavoro

Alla vicenda drammatica dei suicidi che hanno segnato la gestione Lombard in Telecom France, si contrappone il caso di un piccolo imprenditore italiano

La verità non ha padroni

Sofri è tornato ad attaccare Calabresi. Dimostrando di avere ancora oggi lo stesso preconcetto di allora: pretendere di essere dalla parte giusta della storia