AUTORI / Pietro Marzano

Pietro Marzano (Napoli, 1972), sposato e padre di una bambina. Laureato con lode all'Università Federico II, avvocato civilista, ha fondato con altri soci PVM, il primo studio legale basato sull'equity sharing del Mezzogiorno, dedicato a imprese  e società italiane ed estere per supportarle nei loro progetti di sviluppo ed internazionalizzazione. Si divide tra Napoli ed il nord del Paese ed ha collaborato con enti ed istituzioni pubbliche per la realizzazione di piani e progetti di sviluppo. Ricopre incarichi di garanzia e gestione in società private e enti pubblici. È componente del Corecom Campania. Socio di Grale, il primo spin off giuridico promosso da una università italiana, appassionato di storia del Mezzogiorno, è ecologista della prima ora e si occupa di volontariato nella sua città natale, Napoli. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

La guerra giusta

Secondo un sondaggio organizzato dal "Mattino" e dai Verdi campani, il 33% dei giovani dice che ai boss si deve "rispetto"

In Europa come al Sud

La quiete crea consenso perché la si confonde con la pace e da lontano le somiglia. Ma non è pace. Il Mezzogiorno lo sa bene. Ora l'Europa lo ha scoperto

La crisi sotto la cenere

La spesa per investimenti attinente il "bando borghi" del ministero della Cultura ripropone la questione dei territori e la penalizzazione del Sud

Sud, Pnrr e cavilli

Molta parte del Sud non si è recata alle urne. Ora la promessa governativa di destinare al Mezzogiorno il 40% delle risorse va mantenuta. O tornerà l'antipolitica

I "sovversivi" del Sud

Al Sud spesso le leggi dello Stato chiedono agli amministratori di essere "sovversivi". Cioè di non essere osservate per fare ciò che è giusto

Appunti per la ripresa

Mettere da parte quel che divide come il regionalismo selvaggio e lavorare assieme per la coesione del Paese sono obbiettivi che i cittadini condividono

Il Sud aspetta i cantieri di Draghi

Il governo dovrebbe attuare rapidamente gli investimenti in infrastrutture necessari per assorbire l'offerta di lavoro che c'è nel Mezzogiorno. E aprire i cantieri