INTERVISTATI / Alberto Bagnai

Alberto Bagnai, nato a Firenze il 10 dicembre 1962, si è laureato con lode il 13 dicembre 1989 presso la facoltà di Economia dell’Università di Roma I “La Sapienza”; nel settembre del 1994 ha conseguito presso il medesimo ateneo il titolo di dottore di ricerca in Scienze Economiche con una tesi dal titolo “Sostenibilità e sentieri dinamici del debito pubblico in Italia”. Dall’ottobre del 1996 al gennaio del 2005 è stato ricercatore nel settore disciplinare SECS-P/05 (Econometria) presso il Dipartimento di Economia Pubblica del medesimo ateneo. Dal primo febbraio del 2005 è professore di seconda fascia nel settore disciplinare SECS-P/02 presso la facoltà di Economia dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara, dove ha afferito al Dipartimento di Economia e Storia del Territorio. La sua ricerca ha seguito un percorso sostanzialmente unitario, incentrato sullo studio della dinamica e della sostenibilità degli squilibri finanziari interni ed esterni (deficit pubblico, deficit delle partite correnti), e sull’analisi delle relazioni fra questi squilibri (ipotesi dei deficit gemelli), e fra gli squilibri esterni e la crescita economica (modelli di crescita export-led). Queste ricerche sono state supportate da un ricorso coerente a verifiche empiriche, condotte con una pluralità di approcci econometrici, nei quali ha assunto particolare rilievo l’investigazione sistematica dei cambiamenti strutturali nei parametri di lungo periodo, e l’analisi del loro impatto sulla significatività delle relazioni oggetto di studio. In Italia ha pubblicato nel 2010 per Franco Angeli La crescita della Cina – Scenari e implicazioni per gli altri poli dell’economia globale e ultimamente ha collaborato all’ebook Oltre l’austerità (Micromega online). E' inoltre autore del libro "Il tramonto dell'euro. Come e perché la fine della moneta unica salverebbe democrazia e benessere in Europa".

TUTTI GLI ARTICOLI