INTERVISTATI / Claudio Betto

Claudio Betto si è laureato in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti nell’Università di Milano nel 1972. Nel 1973 è stato assunto nell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda nel servizio di Anestesia e Rianimazione diretto dalla Prof. M.L. Bozza. Dal 1974 al 1980 ha lavorato sotto la guida del Prof. Carlo Cattani nel Servizio di Anestesia e Rianimazione per l’attività chirurgica cardiaca e toracica. Aiuto anestesista nell’Ospedale di Circolo di Varese sotto la guida del prof. Bortoluzzi dal 1981 al 1983, dal 1983 al 2002 ha lavorato come Aiuto nel Servizio di Neuro Anestesia e Neurorianimazione di Niguarda. Dal 2002 al 2005 ha lavorato presso l’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio. Dal 2005 è Direttore della Struttura di Neurorianimazione dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda. Ha conseguito le seguenti specializzazioni: Anestesia e Rianimazione, Fisiopatologia e Fisiokinesiterapia Respiratoria, Cardiologia. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

ELUANA/ Betto: non è una malata terminale, ingiusto escludere un'ipotesi che apra alla vita

Si è arrivati a fare appello alla “pietas”, ad un sentimento di carità compassionevole, per porre fine alla vita di Eluana Englaro. Ma Claudio Betto, primario di Neurorianimazione nell’Ospedale Niguarda di Milano, non è d’accordo. «Perché si preclude un’ipotesi aperta alla vita? Queste situazioni non si risolvono con lo stacco del sondino, ma con la capacità corale di accogliere persone in questo stato, stando loro accanto»