INTERVISTATI / Marco Ciatti

Laureato in Storia dell’Arte nel 1977, è stato Storico dell’Arte presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dal 1980; ha lavorato presso la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Siena dal 1981 al 1984, e presso l’Opificio delle Pietre Dure (O.P.D.) e Laboratori di Restauro di Firenze dal 1984;attualmente è direttore del Laboratorio di Restauro dei dipinti su tela e tavola e del settore Manufatti Tessili presso l’O.P.D., ed è titolare dell’insegnamento di “Storia e Teoria del Restauro" e "Storia delle Arti Minori” presso la Scuola di Restauro annessa all’Istituto; dal 1998 è docente a contratto di “Teoria del Restauro” presso il Corso in Conservazione dei Beni Culturali dell’ Università degli Studi di Siena, con sede ad Arezzo;dirige, dal 1997, la rivista di restauro dell’ O.P.D., “O.P.D. Restauro” e dall’anno in corso coordina la nuova collana “Storia e teoria del restauro” edita da Edifir-Edizioni (Firenze);durante la sua attività all’O.P.D. ha diretto il lavoro di restauro su importanti opere di Giotto, Raffaello, Botticelli, Frà Bartolomeo, Coppo di Marcovaldo, Giovanni Pisano, Rosso Fiorentino, ecc. occupandosi poi delle iniziative connesse, quali la pubblicazione di appositi cataloghi e l’organizzazione delle mostre collegate alle opere restaurate; ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni su vari argomenti, partecipazione a Convegni di Studi nazionali e internazionali, e conferenze su tematiche del restauro presso numerose istituzioni culturali specializzate, quali il Kunsthistorisches Institut di Florenz, il Courtauld Institute di Londra e il Getty Conservation Institute di Los Angeles, la Yale University Art Gallery e l’Accademia di Belle Arti e Restauro di Dresda;ha partecipato come relatore al precedente Congresso Internazionale “Colore e Conservazione”, con l’intervento “Teoria e prassi nelle esperienze di pulitura dell’O.P.D.”. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

ARTE/ Ciatti: vi racconto come ho riportato alla luce l'opera di Raffaello

Dopo molti anni di lavoro di restauro torna a vedere la luce il dipinto di Raffaello La Madonna del Cardellino. Si tratta di un evento epocale per la storia dell'arte italiana dal momento che d'ora in poi sarà possibile al pubblico rimirare l'opera restituita ai colori originali e depurata da contaminazioni e restauri precedenti. Il professor MARCO CIATTI, dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze ha guidato l'equipe di esperti che si sono dedicati a questo lungo lavoro