INTERVISTATI / Philippe Daverio

Philippe Daverio è nato nel 1949 a Mulhouse, in Alsazia, da padre italiano e madre alsaziana. Dal 1961 al 1967 ha frequentato il Liceo scientifico francese. Tornato in Italia, ha frequentato Economia e Commercio nell’Università Bocconi di Milano. Opinionista per Panorama, Liberal e Vogue, consulente per la casa editrice Skira, Philippe Daverio si è sempre definito uno storico dell’arte. In questa veste ha partecipato ai programmi Art’è, nel 1999, e Art.tu, nel 2000, entrambi per Raitre. Assessore a Milano dal 1993 al 1997 nella giunta Formentini, con delega alla Cultura, al Tempo libero, all’Educazione e alle Relazioni internazionali, ha promosso il ruolo delle fondazioni. Si occupa di strategia ed organizzazione nei sistemi culturali pubblici e privati. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

ARTE/ Philippe Daverio: Futurismo, fra tanti miti e idealizzazioni una positiva voglia di cambiare

Mentre Milano si appresta a rivivere i fasti dell’esposizione universale, che nel 1906 contribuì a recarle la fisionomia internazionale di cui tutt’ora gode, a Palazzo Reale si celebra il centenario del movimento futurista, classicamente indicato con la stesura del celebre “Manifesto” di Marinetti. PHILIPPE DAVERIO descrive a ilsussidiario.net i tratti salienti di uno dei principali movimenti d’avanguardia nell’arte italiana del ‘900