INTERVISTATI / Piero Gagliardo

Professore ordinario di Geografia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi della Calabria. È docente dal 1972, prima all’Università Cattolica di Milano, quindi all’Università della Calabria di Cosenza e all’Università “La Sapienza” di Roma. Ha esperienza di coordinamento multidisciplinare per la realizzazione di attività di ricerca specialistica nei settori del telerilevamento, della cartografia computerizzata e dei GIS, dell’architettura di banche dati complesse sulle tematiche ambientali e della lotta alla desertificazione. Dal 2002 al 2007 è stato Presidente del Comitato Italiano per la Lotta alla Siccità e alla Desertificazione presso il Ministero dell’Ambiente (MATTM); dal 1994 al 2001 componente a tempo pieno della Commissione Tecnico-Scientifica del MATTM per la valutazione dei progetti inerenti il risanamento ambientale; dal 1979 al 1982 Direttore del Dipartimento di Ecologia dell’Università della Calabria. Ha realizzato più di 100 pubblicazioni, soprattutto nell’ambito della cartografia automatica e delle problematiche ambientali. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

TERREMOTO/ Gagliardo (Geografo): “un sisma potenzialmente distruttivo, ma il luogo dell’epicentro ha evitato la catastrofe”

Oggi, martedì 23 dicembre 2008, giorno dell’antivigilia di Natale, l’Italia del Nord è stata attraversata da una scossa di terremoto, con epicentro in provincia di Reggio Emilia, Traversetolo, la quale per fortuna non ha provocato particolari danni. Ma ciò che più spaventa di questi fenomeni è il senso di impotenza che pervade ogni soggetto che viene coinvolto e la loro imprevedibilità. Abbiamo chiesto a Piero Gagliardo, docente ordinario di Geografia presso l'università della Calabria, di approfondire la natura di questo tipo di eventi